Dakar | Tappa 9, Auto: altra vittoria per Peterhansel, Al Attiyah insidia Sainz nell’incerta corsa al titolo

Tre piloti in corsa per il titolo alla Dakar 2020

Stephane Peterhansel vince la Tappa 9 della Dakar 2020 su Nasser Al Attiyah, a sua volta vicinissimo al leader della generale Carlos Sainz: questi tre piloti si giocheranno la vittoria finale (salvo colpi di scena)
Dakar | Tappa 9, Auto: altra vittoria per Peterhansel, Al Attiyah insidia Sainz nell’incerta corsa al titolo

Prosegue la lotta tra titani nella categoria Auto della Dakar 2020, e ci riferiamo al triello che vede coinvolti tre grandi veterani e leggende di queste corsa che se le stanno dando di santa ragione per accaparrarsi la vittoria finale.

Dakar 2020, Tappa 9: sempre più infuocata la lotta tra Peterhansel, Al Attiyah e Sainz

La Tappa 9 della Wadi Al Dawasir – Haradh (410 km competitivi verso la vastità desertica del Quarto Vuoto, o per meglio dire Rub’ al Khali) è stata vinta da Stéphane Peterhansel, autore del suo terzo successo nella Dakar 2020 e già in testa dal chilometro 104, ma con un vantaggio finale minimal su Nasser Al-Attiyah di soli 15 secondi e 06′ 31” su Carlos Sainz, fermatosi invece al quinto posto al traguardo. Peterhansel ha duellato in particolare con il principe qatariota sul filo dei secondi, mentre lo spagnolo si ritrova attardato già a quota cinque minuti all’altezza del chilometro 156 dopo aver perso un po’ la strada, oltre a dover fare poi i conti con una gomma delaminata del suo buggy Mini per il team X-Raid. Al-Attiyah invece è stato un autentico cagnaccio alle calcagna di Mr. Dakar, esercitando su di esso la sua pressione sino alla fine, mentre Sainz limita il danno subito, ma per lui le cose iniziano a farsi fosche nella classifica generale.

Infatti lo spagnolo già due volte vincitore della Dakar continua sì ad essere leader nella categoria Auto, ma un inarrestabile Al-Attiyah azzera quasi del tutto gli oltre sei minuti di gap che aveva da Sainz giusto ieri, portandosi ad un ritardo di solo 24 secondi. Anche Peterhansel ricuce il suo svantaggio, ora a 06′ 38”, mentre il resto della combriccola è praticamente fuori dai giochi per la vittoria finale salvo sconvolgenti colpi di scena (per dire, Yazeed Al Rajhi, migliore tra i piloti privati, resta quarto a 34′ 16” di ritardo: diventerebbe una impresa anche soltanto ambire al podio).

Con sole tre tappe alla fine di questa edizione, i tre tenori Sainz, Al-Attiyah e Peterhansel si giocheranno senza infingimenti tutte le loro carte a partire dalla Marathon di domani: insomma ne vedremo delle belle in questa lotta così aperta ed incerta per il titolo 2020 nelle Auto. Da notare che sempre domani Peterhansel aprirà la strada nella durissima Marathon, una manna per Al-Attiyah che sino ad ora – pur essendoci andato vicino – non ha vinto manco una tappa, inseguendo quasi sempre le lepri degli avversari.

Dakar 2020, Tappa 9: gli altri piazzamenti nelle Auto. Alonso nella top ten generale

Il resto della Tappa 9 vede piazzarsi al terzo posto dopo una prestazione costante e molto convincente (04′ 48” di ritardo) il pilota di casa Yasir Seaidan, che ottiene il suo secondo podio in questa Dakar dopo un altro terzo piazzamento nella frazione numero tre della corsa. Quarto Jakub Przygoński a 06′ 23”, seguito come abbiamo detto da Sainz, tra l’altro molto vicino al polacco.

Al Rajhi cede l’onore delle armi di oggi al compatriota Seaidan e si ferma al sesto posto a 08′ 22”, otto secondi meglio rispetto a Bernhard Ten Brinke, settimo. Giniel De Villiers è ottavo a 11′ 16” mentre al nono posto spunta Fernando Alonso a 13′ 03”, oggi non molto competitivo rispetto alla giornata di grazia di ieri ma comunque ancora una volta finito in top ten. Chiude i primi dieci piazzamenti di Tappa 9 Orlando Terranova, sette secondi indietro rispetto ad Alonso. Solo 22esimo il vincitore a sorpresa di ieri Mathieu Serradori, che accumula un ritardo di ventotto minuti.

Al di là della battaglia accesa nelle prime tre posizioni, nella classifica generale poche novità a parte l’ingresso in top ten di Alonso al decimo posto, con un gap di circa un’ora dal nono occupato da Seaidan e tre da Sainz.

Leggi altri articoli in Dakar

Commenti chiusi

Articoli correlati