CIWRC | Rally Salento 2021, Pedersoli e Tomasi vincono la seconda di campionato

Secondo successo di fila per l'equipaggio

Pedersoli e Tomasi su Citroen DS3 WRC vincono il secondo round di fila del Campionato Italiano WRC 2021, il Rally del Salento. Carella e Gino sul podio dopo una gara davvero combattuta
CIWRC | Rally Salento 2021, Pedersoli e Tomasi vincono la seconda di campionato

Luca Pedersoli ed Anna Tomasi concedono il bis nel Campionato Italiano WRC 2021, vincendo a bordo della Citroen DS3 WRC anche il Rally del Salento. Un successo che arriva dopo la prima affermazione stagionale nel CIWRC al precedente Rallye Elba, e che rappresenta il terzo centro di fila di quest’anno se contiamo anche il primo posto ottenuto al Rally del Bardolino dello scorso marzo (ma allora a bordo della Volkswagen Polo GTi R5).

Il podio del Rally del Salento 2021

Tornando al Salento, l’edizione di quest’anno ha riservato anche qualche colpo di scena, che vedremo a breve. Intanto, la vittoria di Pedersoli e Tomasi è stata frutto di una dominio quasi totale sulla gara, giacché l’equipaggio si è portato a casa i migliori tempi in sette prove speciali su nove, a partire dalla prova spettacolo di Pista Salentina che ha aperto ieri il programma dell’evento organizzato da AC Lecce e giunto alla 53esima edizione. Per l’equipaggio si tratta del primo successo in carriera in questa gara, disputata da loro l’ultima volta nel 2019 (l’anno dopo saltò a causa della pandemia) ma terminata con un ritiro: Pedersoli, in particolare, ottenne in precedenza come migliori risultati due secondi posti, nel 2014 (primo anno del CIWRC, vinto proprio dal pilota) e nel 2016.

Sul podio del Salento 2021 salgono poi Andrea Carella ed Elia De Guio, migliori tra le R5 con la loro Skoda Fabia Evo ed autori di un fine settimana in continua rimonta: se è vero che un aiuto è arrivato da alcuni ritiri eccellenti, che vedremo a breve e che hanno spianato loro la strada, è anche vero che l’equipaggio sta dimostrando una solida costanza dopo il podio conquistato al precedente Elba. Il loro ritardo finale da Pedersoli e Tomasi si attesta a 56,7 secondi, più la vittoria nella PS7. Distacchi comunque elevati nel podio conclusivo, visto che il terzo posto occupato da Alessandro Gino e Daniele Michi su un’altra Skoda R5 è sancito da un minuto e mezzo dalla vetta: non a caso questi ultimi hanno ottenuto il piazzamento solo alla fine, e hanno dovuto lottare contro qualche fastidio tecnico alla loro vettura, in particolare dei problemi alla valvola pop-off. Gino e Michi si prendono inoltre la vittoria nella validità per la Coppa Rally di Settima Zona.

Il resto della top ten del Rally del Salento 2021

Quarto posto per Claudio Arzà e Massimo Moriconi su Citroen C3 R5, in lotta anch’essi per il terzo posto sino all’ultima PS, sfuggito loro per 8,9 secondi. Entra nella top 5 finale Ivan Ferrarotti con Fabio Grimaldi, che sulla Fabia R5 conquistano i loro primi punti nel CIWRC dopo il ritiro al precedente Elba.

Il resto della top ten del Rally del Salento vede Carmine Triburzio con Fabiano Cipriani, sempre Skoda, al sesto posto; settimi Simone Miele e Roberto Mometti, che fanno ricomparire una DS3 WRC in classifica. Gara complessa per il vicecampione CIWRC 2019, che lotta per il podio sino a quando una foratura nella PS4 non lo costringe ad una difficile rimonta. Per l’equipaggio comunque la parziale soddisfazione di aver vinto le uniche due prove speciali non conquistate da Pedersoli e Tommasi.

Infine, ottavo posto per Luigi Bruccolieri su Volkswagen Polo GTi R5, nono Pedro su Hyundai i20 R5 (altro protagonista costretto a rimontare dopo il testacoda nella PS1) e decimo Alessio De Santis su Peugeot 207 S2000, primo di classe.

Costretti al ritiro, tra gli altri, Rossetti, Fontana e Testa

Abbiamo parlato di ritiri eccellenti: ebbene, spicca quello di Luca Rossetti e Manuel Fenoli, che dalla PS2 alla PS6 hanno lottato per la vittoria contro Pedersoli e Tomasi, dai quali distavano poco meno di venti secondi. La loro cavalcata verso la piazza d’onore si interrompe però nella settima prova speciale della Specchia 2: galeotto fu l’impatto contro un muretto, tale da mettere ko la vettura (ma fortunatamente l’equipaggio è incolume).

Da notare inoltre il forfait di Corrado Fontana e Nicola Arena, alle prese con dei problemi meccanici alla loro i20 WRC, di Giuseppe Testa ed Emanuele Inglesi, che devono fronteggiare la rottura del braccetto di una sospensione della loro Fabia R5 e di Guglielmo De Nuzzo e Maurizio Iacobelli, cappottati con la loro Ford Fiesta Rally4 (cosa che ha poi causato un ritardo in prova per gli altri equipaggi): tutti e tre hanno avuto questi imprevisti nella medesima speciale, la PS2.

Rally del Salento 2021, classifica finale

1. Pedersoli-Tomasi (Citroen DS3) in 1:01’39.7;

2. Carella-De Guio (Skoda Fabia) +56.7;

3. Gino-Michi (Skoda Fabia) +1’31.3;

4. Arza’-Moriconi (Citroen C3) +1’40.2;

5. Ferrarotti-Grimaldi (Volkswagen Polo) +1’48.1;

6. Tribuzio-Cipriani (Skoda Fabia) +1’50.9;

7. Miele-Mometti (Citroen DS3) +2’18.5;

8. Bruccoleri-Longo (Volkswagen Polo) +3’46.3;

9. Pedro-Baldaccini (Hyundai i20 R5) +5’02.4;

10. De Santis-Marino (Peugeot 207) +5’12.5;

 

CIWRC 2021, classifica aggiornata

1.Pedersoli 45pt;

2.Carella 33,5pt;

3.Gino 21,25pt;

4.Rossetti 15pt;

5.Arzà 14pt;

6.Ferrarotti 10,5pt;

7.Testa 10pt;

8. Miele 7pt;

9.Maestrini 5pt;

10.Pedro 3,5pt

 

Crediti Immagine di Copertina: ACI Sport

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati