CIR

CIR | Rallye Sanremo 2021: anteprima ed orari

Guida al Rallye Sanremo 2021

Secondo appuntamento per il Campionato Italiano Rally Sparco 2021: torna il Rallye Sanremo dopo la cancellazione dello scorso anno causa maltempo
CIR | Rallye Sanremo 2021: anteprima ed orari

Il Campionato Italiano Rally Sparco 2021 giunge alla sua seconda tappa in calendario, ovvero il Rallye Sanremo che taglia il traguardo della 68esima edizione (sebbene quella precedente non si sia tenuta).

L’evento torna ad essere disputato dopo la cancellazione dello scorso anno, dettata dal maltempo che rese impossibile la gara. Fu una edizione che si dovette tenere tra l’altro in periodo autunnale, dopo la revisione dei calendari dei campionati italiani rally a causa della pandemia. Ora si volta pagina, con il ritorno dell’appuntamento sugli asfalti liguri in primavera, in programma l’8-11 aprile.

Rallye Sanremo, cenni storici

Dici Sanremo e pensi subito all’epoca gloriosa di quando questa gara, nata nel 1928 (ma con il Rally dei Fiori del 1961 vide la luce il Sanremo come lo conosciamo tutt’ora), faceva parte del WRC sin dal 1973, anno in cui partì il Mondiale Rally. Una storia che durò in pratica fino al 2003, con la stagione successiva che vide il passaggio del testimone dalla Liguria alla Sardegna come tappa italiana del WRC: nel mezzo, tanta storia del rallismo internazionale, con una lista infinita dei grandi protagonisti di questo sport a firmare successi ed imprese ancora oggi ricordate, da Sandro Munari a Markku Alén su Lancia Stratos, ed ancora Michèle Mouton, il recentemente scomparso Hannu Mikkola e Stig Blomqvist su Audi Quattro, Miki Biasion, Didier Auriol ed Andrea Aghini su Delta Integrale, sino ai più o meno recenti Colin McRae, Tommi Mäkinen, Gilles Panizzi, Sébastien Loeb, Kris Meeke, Thierry Neuville e Craig Breen, vincitore dell’edizione 2019. Ovviamente, come abbiamo anticipato, anche gli italiani furono grandi protagonisti, tra cui alcuni nomi del rallismo contemporaneo come Renato Travaglia, Luca Rossetti, Paolo Andreucci, Giandomenico Basso ed Umberto Scandola. Ricordiamo poi, tra i tanti episodi che segnarono il Rallye Sanremo, la querelle delle minigonne presenti sulla Peugeot 205 T16 EVO2 durante l’edizione del 1986: una controversia che costò al costruttore francese la squalifica, con la vittoria che passò invece a Markku Alén, su Lancia Delta S4.

Validità del Rallye Sanremo 2021

Questo è solo un sunto rapido della storia monumentale del Sanremo, che negli ultimi anni prosegue la propria come prova del CIR sugli asfalti del Ponente Ligure (dopo aver sconfinato in altre regioni italiane, come l’Umbria e la Toscana, nell’era WRC). L’edizione 2021 sarà valida inoltre per il CIR Junior, di cui sarà il primo round, ed ospiterà anche il 36esimo Sanremo Rally Storico, primo round sia del Campionato Europeo Rally Storici che del CIR Auto Storiche, ed inoltre il 22esimo Rally delle Palme e la 35esima Coppa dei Fiori di Regolarità. Infine debutta la specialissima categoria del Sanremo WRC, dedicato alle vetture WRC Plus, ovviamente trasparenti per il campionato e con una classifica avulsa.

Il programma del Rallye Sanremo 2021 (a porte chiuse)

Il Rallye Sanremo 2021, come è facile intuire, sarà a porte chiuse, quindi ancora una volta gli appassionati, i tifosi, il pubblico e i semplici curiosi non potranno avvicinarsi alle zone del parco assistenza (situato in Piazzale Adolfo Rava a Sanremo), podi di partenza ed arrivo, ed ovviamente non potranno accalcarsi nelle prove speciali. Prove che saranno in tutto otto per 90,93 km cronometrati, mentre per il Sanremo WRC ci sarà una PS in meno per 88,93 km di gara. La competizione vera e propria, dopo le ricognizioni e le varie verifiche tecnico-sportive delle giornate precedenti, si svolgerà tra sabato e domenica. Il 10 aprile si comincia con lo shakedown di San Romolo, previsto dalle 8:00 di mattina sino alle 12:30; nel pomeriggio ci sarà la partenza del Sanremo 2021 alle ore 16:15 dalla zona della Vecchia Stazione della città dei fiori, mentre alle 17:00 scatterà la gara con la PS1, valida come Power Stage e con diretta televisiva, di Bajardo.

La giornata decisiva sarà domenica 11 aprile con le restanti sette prove speciali, con il trittico della San Bartolomeo, Colle d’Oggia e Vignai da disputare la mattina e ripetere nel pomeriggio, ed infine la Cesio-Carpasio, la più lunga del programma con i suoi 20,75 km. Arrivo a Sanremo, presso la Vecchia Stazione, per il podio finale con le premiazioni previsto dalle 18:40.

Rallye Sanremo 2021, percorso ed orari

-Sabato 10 Aprile

08:00 – Shakedown (San Romolo)

16:15 – Partenza (Sanremo – Vecchia Stazione) 

17:00 – SSS 1 Bajardo, 2,00 km

-Domenica 11 Aprile

08:31 – SS 2 San Bartolomeo 1, 11,97 km 

08:52 – SS 3 Colle d’Oggia 1 7,89 km 

09:25 – SS 4 Vignai 1, 14,23 km 

12:52 – SS 5 San Bartolomeo 2, 11,97 km

13:13 – SS 6 Colle d’Oggia 2, 7,89 km

13:46 – SS 7 Vignai 2, 14,23 km

17:20 – SS 8 Cesio – Carpasio, 20,75 km 

18:40 – Podio Finale (Sanremo – Vecchia Stazione) 

Crediti Immagine di Copertina: ACI Sport

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati