CIR

CIR | Nicelli, campione Clio Trophy Italia 2021: “Peccato non aver vinto il CIR R1 al Due Valli, penalizzati dal sistema di punteggio”

Nicelli fa il punto sul suo Rally Due Valli

Già campione in anticipo nel Clio Trophy Italia, Davide Nicelli conquista un'altra vittoria nel monomarca al Rally Due Valli, mancando il successo però nel CIR R1 "per via del sistema di punteggio"
CIR | Nicelli, campione Clio Trophy Italia 2021: “Peccato non aver vinto il CIR R1 al Due Valli, penalizzati dal sistema di punteggio”

Davide Nicelli è ormai campione Clio Trophy Italia 2021 con una gara di anticipo, ma al Rally Due Valli dello scorso fine settimana non ha fatto certo passerella né tirato i remi in barca.

Nicelli ancora vittorioso nel Clio Trophy Italia 2021, nonostante il titolo in cassaforte

Il giovane pilota pavese infatti si è portato a casa la quinta vittoria stagionale nel monomarca Renault su sei gare disputate, confermandosi dominatore del trofeo giunto al suo ultimo appuntamento del 2021 proprio nella gara sugli asfalti veronesi, a sua volta penultima del Campionato Italiano Rally Sparco. Certo, è mancata la doppietta nel CIR R1 pur avendo vinto al Due Valli, il cui titolo Tricolore è andato invece a Simone Goldoni con Nicelli secondo alle sue spalle (e con soli 8 punti di vantaggio sul terzo in classifica, Igor Iani): ma il pilota guidato alle note dall’altrettanto giovane Tiziano Pieri, parte del successo della coppia sulla Renault Clio Rally5 gestita da HK, può dirsi certamente soddisfatto di questo 2021 ricco di spunti anche per il suo futuro, come sono state ad esempio le incursioni (positive) su una vettura R5, classe in cui il pilota di Stradella ha debuttato per la prima volta.

“Abbiamo primeggiato tra le R1, peccato per il titolo CIR”

Nicelli ha commentato così la sua gara al Due Valli: «Il fine settimana non era iniziato al meglio, ma è stato da stimolo per dimostrare a tutti che dopo aver staccato un ottimo tempo sulla prova di venerdì pomeriggio, nella giornata successiva i nostri avversari nella R1 avrebbero dovuto fare i conti con noi. Ed infatti oltre a condurre la gara in testa dalla prima all’ultima prova tra le Clio, anche tra le R1 abbiamo sempre primeggiato: in più sono contento perché su certe prove eravamo vicini alle Rally4 guidate da piloti veloci». Classe altrettanto provata in questa stagione dal pilota, con un altro esordio, questa volta sulla Peugeot 208 Rally4, andato decisamente bene al Rally 4 Regioni di questa estate.

«Sono però rammaricato del fatto che ci dobbiamo accontentare del secondo posto nell’Italiano R1, nonostante abbiamo dominato la categoria in tutte le gare a parte Sanremo – ha proseguito Nicelli -, ma il sistema di punteggio ci ha privato della vittoria. Va bene così, per noi ciò che conta sono i tempi che abbiamo ottenuto  ed il valore di cui abbiamo dato prova, e penso che chi ci ha seguito da inizio anno queste cose le sappia. Ora pensiamo e lavoriamo già per i prossimi impegni che ci aspettano ancora in questa stagione. Per questi risultati che abbiamo ottenuto fino ad oggi voglio ringraziare HK, Renault, Michelin, Tiziano Pieri, Sport e Comunicazione, amici, fans e mio padre: senza uno di questi elementi tutto il buono che abbiamo fatto non sarebbe stato possibile».

 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati