Bentley EXP2: 100 anni fa la prima vittoria sul leggendario circuito di Brooklands

I festeggiamenti con una parata di auto storiche

Sono passati 100 anni dal primo successo sportivo di Bentley: era il 16 maggio 1921 e vinse con una EXP2 una gara sul leggendario circuito di Brooklands.
Bentley EXP2: 100 anni fa la prima vittoria sul leggendario circuito di Brooklands

Bentley festeggia il centenario della sua prima vittoria in una competizione automobilistica. La EXP2, la seconda auto mai costruita dalla Casa britannica, ottenne un successo importante nel 1921 sul leggendario tracciato inglese di Brooklands.

La vittoria della Bentley EXP2 100 anni fa

In quel lontanissimo 16 maggio 1921, giunse la vittoria nella Whitsun Junior Sprint Handicap per mano del pilota ufficiale Frank Clement, dando il via a una serie di vittorie per il modello da 3 litri che culminò in due vittorie alla 24 Ore di Le Mans – la prima di Bentley nel 1924, guidata da Clement e John Duff, e di nuovo nel 1927. Tra questi successi, nel 1925 Duff utilizzò anche un 3 litri per assicurarsi un totale di 21 record mondiali nel corso di una 24 ore. Queste prime vittorie di una 3 litri nel motorsport, sono impresse nelle fondamenta di Bentley e hanno aperto la strada alla produzione e alla vendita di oltre 1.600 modelli da 3 litri. A 100 anni dalla prima vittoria in una competizione per una Bentley, l’auto vincente nota come EXP2 – è tornata ieri al famoso Brooklands Racetrack nel Surrey per guidare una parata di Bentley 3 litri per celebrare il centenario della sua vittoria.

La festa continua a Silverstone il 7 agosto

L’evento, organizzato dal Bentley Drivers Club ha visto una rappresentanza esclusiva di 3 litri, così commentata dal Presidente del Bentley Drivers Club Richard Parkinson: «Il successo ottenuto negli sport motoristici è una parte enorme del patrimonio di Bentley, come lo è per il Bentley Drivers Club. Eravamo quindi determinati a celebrare il centenario della prima vittoria di Bentley il 16 maggio 1921 a Brooklands nella stessa data del suo centenario e con l’auto originale, la stessa EXP2, che ci è stata gentilmente fornita da Bentley Motors. Continueremo come club a celebrare 100 anni di successo nelle corse Bentley al nostro incontro annuale di Silverstone il 7 agosto e sono lieto di anticipare che Bentley Motors ci supporterà con un’esposizione di importanti modelli della Heritage Collection».

La storia della Bentley EXP2

Dopo aver fondato la sua azienda nel 1919, ci sono voluti due anni per W.O. Bentley per sviluppare il motore e il telaio del suo primo modello di produzione – la 3 litri, un’auto prodotta in 1.622 esemplari tra il 1921 e il 1929. Fondamentali per quel programma di sviluppo sono stati gli Experimentals – o EXP in breve. L’EXP1 è arrivata prima ed è stata la prima auto a portare il badge Bentley. Seguita dalla EXP2, mentre dell’EXP1 se ne sono perse le tracce (o potrebbe anche essere stata cannibalizzata per creare gli altri EXP), EXP2 è sopravvissuto per un secolo ed è oggi la Bentley più vecchia esistente.

L’EXP2 è stata originariamente costruita con un semplice corpo a due posti, per svolgere la sua funzione di banco di prova per lo sviluppo del motore – incredibilmente avanzato per l’epoca – e del telaio. Successivamente è stata rifatta con una carrozzeria rosso scuro e un cofano in alluminio, realizzati dai carrozzieri JH Easter di Chagford Street. Partecipò alla sua prima gara solo nove giorni prima della sua prima vittoria. Per mano di Frank Clement, che gareggiò a Brooklands il sabato 7 maggio 1921 ma non riuscì a finire la gara. Qualunque “gremlins” (inconveniente tecnico) avesse disturbato quella prima gara fu brillantemente risolto nel fine settimana successivo e quando la vettura tornò in pista lunedì 16 tornò a casa vittoriosa per la prima volta.

L’EXP2 continuò la sua carriera divisa tra test di sviluppo e corse per due anni, prima di essere venduta nel settembre 1923. L’auto fu completamente ricostruita secondo le specifiche originali circa 25 anni fa, ed è ora uno dei pezzi più importanti del Bentley Heritage Collection.

Copyright foto: Bentley

Leggi altri articoli in Notizie

Commenti chiusi

Articoli correlati