ACI Rally Italia Talent | Parte l’edizione 2021: già oltre 10.000 le adesioni. Suzuki Swift Sport Hybrid protagonista del format

Le prime tappe delle selezioni

Questo fine settimana parte l'edizione 2021 dell'ACI Rally Italia Talent, con Suzuki ancora una volta al fianco di questo format di successo, che punta a scoprire i talenti del domani. Le tappe delle selezioni confermate
ACI Rally Italia Talent | Parte l’edizione 2021: già oltre 10.000 le adesioni. Suzuki Swift Sport Hybrid protagonista del format

La stagione delle competizioni è ripartita e con essa anche quella delle iniziative per mettere in luce i rallisti del domani, come l’ACI Rally Italia Talent giunto all’ottava edizione.

Suzuki al fianco di ACI Rally Italia Talent con la Swift Sport Hybrid

Il format, nato da una idea di Renzo Magnani, che nasce appunto per dare spazio e selezionare piloti e copiloti in erba ed amatoriali e che vogliono ritagliarsi una carriera in questo ambito, sta per partire per una stagione che vedrà una serie di novità per il talent organizzato con la collaborazione di ACI Sport. Se è confermata ancora una volta la partnership tecnica con Suzuki, che metterà a disposizione la vettura per le selezioni e le fasi finali per un totale di 60.000 km macinati sulle piste dell’intera Italia, quest’anno ai partecipanti verrà messa a disposizione la Swift Sport Hybrid, auto che coniuga affidabilità e prestazioni adatte anche ai principianti con l’attenzione alle energie sostenibili, entrata in competizione in maniera ufficiale nel Suzuki Rally Cup 2021 (tant’è che nel primo appuntamento che si è consumato al Rally Il Ciocco, le ibride R1 della casa di Hamamatsu hanno fatto furore monopolizzando il podio finale).

l’ACI Rally Italia Talent si apre ai quattordicenni

L’altra novità dell’ACI Rally Italia Talent è l’apertura anche ai piloti quattordicenni con il progetto ACI Talent +14, che potranno mettersi alla prova sulle Suzuki con doppi comandi realizzati dall’azienda HandyTech, per permettere loro di potersi acclimatare al meglio con una vettura da corsa: a loro verrà richiesto il versamento di una quota d’iscrizione simbolica, che verrà devoluta in beneficienza. Ricordiamo che anche quest’anno il format coronerà vincitori in un ampio ventaglio di categorie:  Under 18, Under 23, Under 35, Over 35, Femminile, Disabili, Under 16, Licenziati Aci Sport, Non Licenziati. In palio, anche per chi non ha alcuna esperienza competitiva o non possiede la licenza sportiva, la possibilità di mettersi alla prova in una gara dei campionati italiani o dei trofei titolati ACI Sport nella stagione 2022, all’interno del team RIT, che fornisce anche gli istruttori altamente qualificati per il talent.

In tutto saranno otto le Suzuki Swift a disposizione dei partecipanti, di cui ben sette Sport Hybrid, a loro volta due di esse dotate dei doppi comandi HandyTech per i principianti assoluti. La vettura presenta un motore da  129 cv, con coppia da 235 Nm e una massa che si attesta a 1.020 kg, mentre saranno garantite condizioni di sicurezza sanitaria molto precise e puntuali in ogni tappa del talent, seguendo i protocolli concordati con ACI Sport per evitare rischi di contagi: parliamo quindi di un accesso alle piste solo per i concorrenti, che però dovranno attestare la negatività al tampone molecolare o antigenico nelle 48 che precedono le prove, e di tutte le misure di contenimento e prevenzione – mascherine, distanziamento, igienizzanti, paratie parafiato negli abitacoli per separare il partecipante e il suo esaminatore – per assicurare la massima sicurezza per gli iscritti e per gli istruttori.

Le tappe delle selezioni dell’ACI Rally Italia Talent 2021

L’ACI Rally Italia Talent partirà questo fine settimana, da venerdì 26 a domenica 28 marzo, ad Alghero, in provincia di Sassari, con la prima selezione regionale che si disputerà sulla Pista del Corallo. Successivamente, si farà tappa in Sicilia il prossimo 16-18 aprile, in provincia di Enna e precisamente all’Autodromo di Pergusa; seguirà il terzo appuntamento di scena al Circuito Internazionale di Viterbo il 35-25 aprile, ed il quarto al Circuito del Sele di Battipaglia, in provincia di Salerno, che si terrà il 14-16 maggio. Questo per ora il calendario confermato delle selezioni, che debbono tener conto della situazione epidemiologica in Italia e del perdurare delle zone rosse in buona parte del Paese (sebbene l’ACI Rally Italia Talent sia inserito con le sue selezioni nel calendario ufficiale ACI relativo agli eventi di interesse nazionale, fermo restando il rispetto dei protocolli di sicurezza).

Già oltre 10.000 iscritti

«Voglio ringraziare personalmente tutti gli iscritti a Aci Rally Italia Talent, iniziativa fortemente voluta dall’Automobile Club d’Italia», ha dichiarato il presidente ACI Angelo Sticchi Damiani. «Il grandissimo successo esponenziale che sta incontrando dimostra che l’interesse dei giovani per i rally è più vivo che mai. In particolare mi ha molto colpito quanti giovani si stanno avvicinando per la prima volta a questo nostro affascinante sport. Non tutte le cose che facciamo vanno bene, e penso che sia umano, ma molte cose vanno bene e Rally Italia Talent è una di quelle». I primi dati che filtrano sugli iscritti all’edizione 2021 parlando di oltre 10.000 adesioni, tra cui 80% di esse fanno capo a degli Under 35: segno di un successo dell’iniziativa che resta sempre solido.

Il presidente di Suzuki Italia Massimo Nalli ha commentato: «Suzuki è fiera di essere partner di ACI Sport nel progetto ACI Rally Italia Talent e di poter contribuire a diffondere la cultura e i valori del motorsport sostenibile anche tra i giovani, spingendoli a sfidare i loro limiti e a essere competitivi, nel rispetto delle regole, degli avversari e dell’ambiente grazie alla tecnologia Suzuki. Avvalendosi di tutor d’eccezione, prodighi di consigli sulla tecnica di guida e sull’educazione stradale, ACI e Suzuki promuovono la formazione di automobilisti migliori e più consapevoli, anche in materia di elettrificazione. Nel contesto del talent, Swift Sport Hybrid può dimostrare agli appassionati quanto la tecnologia ibrida Suzuki possa rendere una vettura al tempo stesso efficiente, piacevole e performante».

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati