CIR

CIR | Un 2021 all’insegna delle novità per Davide Nicelli

Nicelli debutta sulla Renault Clio Rally5

Nuova vettura, nuova classe di gara, nuovo team, nuovo copilota: Davide Nicelli cambia tutto per la sua stagione 2021, sulle cui basi potrebbe innestarsi un 2022 di svolta
CIR | Un 2021 all’insegna delle novità per Davide Nicelli

Davide Nicelli va punto e a capo nella stagione 2021, aprendo un nuovo capitolo della sua carriera sempre nel nostro Campionato Italiano Rally, ma con una novità che è un po’ un ritorno al passato. Il giovane vincitore della Coppa ACI Sport 2019 Under 25 e nel Due Ruote Motrici, dopo tre stagioni di fila complete con la Peugeot 208 R2, volta pagina e si prepara al ritorno nel CIR, questa volta con la nuova Renault Clio Rally5.

Quasi un ritorno alle origini, abbiamo detto, perché Nicelli quando iniziò a muovere i primi passi nel mondo rally – parliamo in particolare del periodo tra il 2014 ed il 2016 – affrontò gare con una vettura della casa della Losanga, all’epoca la Clio S1600. In seguito la Peugeot ebbe un ruolo preminente nella carriera del pilota di Stradella, fino appunto alla stagione 2021 e questo revival e che suona quasi come un ritorno ab origine.

Nuovo team e copilota per Nicelli, impegnato su due fronti 

Al suo fianco HK Racing, sinonimo di team tra i più importanti nel panorama rally nostrano, mentre alle note ci sarà un altro giovane ragazzo, di circa due anni più giovane di Nicelli (che è un classe 1994), ovvero Tiziano Pieri, che sostituisce nell’abitacolo il precedente navigatore Alessandro Mattioda, al fianco del pilota figlio d’arte in maniera ininterrotta nelle ultime due stagioni. L’equipaggio correrà nel CIR per lottare ovviamente nella categoria R1, oltre a competere nel Clio Trophy Italia, monomarca nato lo scorso anno e dedicato proprio alla Clio Rally5. Insomma, dopo alcuni anni nella classe R2 ed alcuni buon risultati (oltre a quelli citati, ricordiamo nel 2020 il secondo posto nel CIR Due Ruote Motrici e la piazza d’onore nel Peugeot Competition 208 Rally Cup Top), la stagione 2021 di Nicelli parafraserà la locuzione “meglio essere primi qui che secondi a Roma”. Ma sarà un anno che varrà anche come lunga rincorsa verso il 2022, come ha lasciato intendere il diretto interessato.

“Punto ai titoli CIR R1 e nel trofeo Renault”

«Dopo tre anni con Peugeot, salirò a bordo di una Renault. Correrò con la Clio Rally5, con cui parteciperò al campionato italiano R1 e al trofeo Renault», ha commentato il pilota, che poi ha aggiunto riguardo il suo nuovo accasamento in HK Racing: «Mi hanno voluto fortemente per questo doppio impegno, e io ho accettato al volo e di questo devo solo dire grazie. L’idea e l’impegno che ci metteremo è per provare a vincere entrambi i titoli, sia assoluto che di marca, perché se riuscirò a fare bene in questo 2021, potrebbe esserci un 2022 da sogno, ma per il momento non posso svelare nulla».

Il programma 2021 di Nicelli e l’opzione R5

Cosa bolle in pentola di preciso non si sa, ma intanto Nicelli si concentra sulla stagione attuale e sul nuovo corso, all’insegna delle novità e della gioventù come ha spiegato riferendosi al navigatore. «Anche la scuderia sarà nuova, – rivela ulteriormente – è la Sport e Comunicazione, sono sicuro potranno darmi una grossa mano, quindi sono molto soddisfatto. Infine quest’anno torno agli pneumatici Michelin, dopo averli usati parecchi anni fa quando correvo in Abarth. Sappiamo che sarà una stagione difficile come sempre, poi per me è tutto nuovo, a parte i tracciati di quasi tutte le gare. Dovrò cercare di trovare rapidamente il giusto feeling con la vettura; infatti prima della gara d’esordio faremo una giornata di test. Penso di avere le carte in regola per essere competitivo fin dal primo appuntamento stagionale, il Rally del Ciocco, in programma nel prossimo fine settimana».

Nicelli sarà presente «in tutte le gare dell’italiano, terra compresa, più due appuntamenti che saranno Alba e Marca trevigiana, che fanno parte del CIWRC, dove parteciperemo solo come trofeo Renault». Infine, conclude il giovane pilota sponsorizzato dall’azienda di famiglia MAEMI, «in programma c’è già qualche gara spot di apprendistato con la R5, mi auguro di poter provare anche la nuova Clio Rally 4 appena uscirà».

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati