CIR

CIR | Neuville e Wydaeghe al Rally Il Ciocco ed il punto sugli ultimi test della Hyundai i20 Rally2

L'equipaggio Hyundai eccezionalmente al Ciocco

Thierry Neuville e il suo nuovo copilota saranno al via del Rally Il Ciocco, primo round del CIR 2021: ecco perché. Intanto, sempre dal fronte Hyundai Motorsport, si completa un'altra sessione di test per la nuova i20 N Rally2
CIR | Neuville e Wydaeghe al Rally Il Ciocco ed il punto sugli ultimi test della Hyundai i20 Rally2

Il prossimo 3 marzo si chiuderanno le iscrizioni al 44esimo Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, ma intanto continuano ad arrivare anticipazioni e conferme sui partecipanti al primo appuntamento stagionale del Campionato Italiano Rally 2021. Dopo i nomi tra gli altri di Andrea Crugnola, Giacomo Scattolon e i giovani di ACI Team Italia, arriva l’annuncio di una partecipazione molto speciale, quella di Thierry Neuville e Martijn Wydaeghe.

Ecco perché Neuville e Wydaeghe saranno al Ciocco 2021

L’equipaggio ufficiale di Hyundai Motorsport di norma impegnato nel WRC (li vedremo a breve nel secondo appuntamento del Mondiale all’Arctic Rally Finland) non gareggeranno sulla loro i20 Coupé WRC Plus, appartenente ad una categoria non ammessa in competizione nel CIR ma passibile di partecipazione nella Coppa Rally di Zona, una delle validità del Ciocco, bensì sulla i20 R5. L’obiettivo infatti sarà quello di potenziare ulteriormente il rapporto di collaborazione e fiducia tra il pilota ed il suo nuovo navigatore, che a sorpresa ha sostituito quest’anno Nicolas Gilsoul. Contando anche l’Arctic, il Ciocco sarà la quarta gara insieme per i due, la prima su asfalto vero e proprio. «Sono felice di partecipare al Rally Il Ciocco con una Hyundai i20 R5. Questa sarà davvero un’ottima opportunità per me e Martijn per affrontare insieme chilometri in competizione e lavorare per rafforzare la nostra partnership, prima delle prossime gare della stagione WRC. Sarà la mia prima volta al Ciocco, ma ho sentito che le strade asfaltate sono molto belle e impegnative, quindi non vedo l’ora di esserci», ha commentato Neuville.

L’interesse di Hyundai per il Campionato Italiano Rally

Il team principal Andrea Adamo prosegue così la sua politica nel far disputare quante più gare possibili ai propri equipaggi ufficiali all’infuori del WRC, sia per migliorare il feeling con la vettura ed affinarne il set-up che per, ed è questo il caso, cementare il binomio di un duo appena composto all’interno di un abitacolo. Una politica che ha sempre pagato i propri dividendi in Hyundai Motorsport da quando è partita la gestione Adamo, che così commenta: «Ritengo sia una buona opportunità per il nostro equipaggio belga  partecipare al Ciocco, gara di apertura del CIR 2021, con una i20 R5. L’occasione nasce dall’interesse che Hyundai Motor Company Italy, la filiale italiana della nostra casa madre, sta dimostrando per il CIR 2021 e da qui l’idea di avere un equipaggio ufficiale di Hyundai Motorsport al via della prima gara del campionato». Si dice infatti che Adamo stia tenendo d’occhio il campione italiano 2020 Andrea Crugnola, che quest’anno non a caso correrà su una i20 R5 (da capire ancora se con Hyundai Rally Team Italia o il team Friulmotor). «Ovviamente – prosegue il team principal – questa sarà anche un’ottima occasione per Thierry e Martijn per lavorare insieme nel consolidare ulteriormente la loro partnership in vista delle prossime gare del Campionato del Mondo Rally. Vorrei anche ringraziare il Presidente Angelo Sticchi Damiani, il Presidente della Commissione Rally Daniele Settimo e ACI Sport per la continua collaborazione e gli organizzatori del Rally Il Ciocco per la loro ospitalità e accoglienza».

Si concludono i test in Svezia per la Hyundai i20 N Rally2

Intanto Hyundai prosegue il lavoro di sviluppo per colei che prenderà il testimone della i20 R5, ovvero la i20 N Rally2 che dovrebbe ricevere l’omologazione questa estate, se tutto va secondo i piani. Nel frattempo proseguono a tamburo battente i test, che ultimamente si sono concentrati in Svezia per quattro giorni di prova su neve e ghiaccio e più di 600 km affrontati da Craig Breen ed Oliver Solberg. «Il programma di sviluppo della i20 N Rally2 sta procedendo come previsto e il nostro ultimo test sulla neve è un passo fondamentale per preparare un’auto competitiva, capace di fronteggiare ogni superficie», ha spiegato Andrew Johns, Hyundai Motorsport Customer Racing Operations Leader. «I chilometri percorsi nei quattro giorni non solo saranno estremamente utili per i nostri clienti quando affronteranno i loro eventi invernali, ma aiuteranno anche a portare avanti lo sviluppo iniziato su prove sterrate lo scorso anno. Nei prossimi mesi i nostri ingegneri continueranno a testare, utilizzando diversi piloti per ottenere una più ampia gamma di feedback su tutti gli aspetti della vettura. Il pacchetto finale che offriamo ai clienti sarà una superba proposta a tutto tondo».

L’attenzione degli ultimi test innevati della Hyundai i20 N Rally2 si è concentrata in particolare sugli assetti del differenziale e degli ammortizzatori, in modo da poter finalizzare il bilanciamento e la trazione del telaio, sfruttando diverse combinazioni di nuovi parti per la vettura. Solberg, che si prepara a debuttare sulla i20 Coupé WRC Plus all’Arctic Rally Finland di questo fine settimana, ha così commentato i suoi test: «La Hyundai i20 N Rally2 è stata davvero piacevole da guidare. Hyundai Motorsport sta compiendo passi concreti con questa vettura, la trazione e la maneggevolezza sono già molto buone. Avere la possibilità di lavorare con una squadra di campioni del mondo come questi ragazzi è fantastico per me, è qualcosa di molto eccitante essere coinvolti nello sviluppo di un progetto così nuovo. […].Abbiamo visto negli ultimi due anni come la competizione nella categoria sia incredibile e l’i20 N Rally2 sarà un’aggiunta molto eccitante. Ho guidato un bel po’ di queste auto negli ultimi due anni ed è molto bello pensare che la mia esperienza possa aiutare Hyundai Motorsport con la i20 N Rally2».

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati