WEC | Menezes: “Sono in Peugeot grazie al duro lavoro e al tempismo perfetto”

Le parole dello statunitense sul nuovo ruolo

Secondo Gustavo Menezes, Peugeot lo ha scelto dopo la sua performance nelle qualifiche della 24 Ore di Le Mans dello scorso anno.
WEC | Menezes: “Sono in Peugeot grazie al duro lavoro e al tempismo perfetto”

Gustavo Menezes è stato annunciato ieri come uno dei piloti ufficiali di Peugeot, pronta a tornare alla 24 Ore di Le Mans e di approdare nel FIA World Endurance Championship con la sua Hypercar. Lo statunitense ritiene che la sua performance nelle qualifiche dell’ultima maratona francese sia stata decisiva per essere scelto dalla Casa del Leone.

Menezes pronto all’avventura in Peugeot

Un futuro davvero roseo si prospetta per Menezes: quest’anno correrà con Glickenhaus – appena verrà terminata la SCG 007 LMH – e dal prossimo sarà invece schierato ufficialmente da Peugeot, assieme a Jean-Eric Vergne, Kevin Magnussen, Paul di Resta, Mikkel Jensen e Loïc Duval. Il 26enne era entrato a far parte della Signatech Alpine in LMP2 nel 2016, passando poi a Rebellion in LMP1: secondo lui, il suo contributo durante l’Hyperpole, dove ha piazzato il team svizzero in prima fila, a Le Mans ha permesso di attirare l’attenzione di Peugeot. «Sono estremamente fortunato di essere uno dei sei piloti che hanno scelto tra le centinaia che avevano inizialmente considerato. Ma non sono arrivato qui in cambio di nulla: il duro lavoro e l’ottimo tempismo sono ciò che mi hanno portato qui. Sento che ci sono momenti nella vita che possono cambiare il tuo percorso, ad esempio le qualifiche a Le Mans dello scorso anno. Sono stato in grado di estrarre le migliori prestazioni da me stesso e dalla macchina e penso che questo abbia sicuramente aiutato a catturare l’attenzione. Poi tutto ha funzionato al momento giusto».

Nel 2020 con Glickenhaus, poi il passaggio in Peugeot

Menezes ha sottolineato che il suo accordo con Peugeot non intacca in alcun modo il suo impegno con Glickenhaus: «Non toglie nulla al fatto che darò il massimo, con Glickenhaus che vuole vincere a Le Mans. Sarebbe un sogno farlo con un team americano. Al momento in cui ho firmato con loro stavo cercando un programma per quest’anno, mentre Peugeot per il prossimo».

Copyright foto: John Rourke / AdrenalMedia.com

Tags
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati