WRC | M-Sport potrebbe essere il primo team a testare la nuova vettura ibrida 2022

M-Sport a buon punto con la nuova vettura

C'è un certo entusiasmo in casa M-Sport riguardo la vettura Rally1 in gara nel WRC dal 2022, stagione in cui si aprirà l'era ibrida. Forse imminenti i primi test: sarà ancora una Ford Fiesta?
WRC | M-Sport potrebbe essere il primo team a testare la nuova vettura ibrida 2022

M-Sport si conferma ancora una volta un team di prospettiva, orientato più al domani che al presente. Al di là della loro politica basata principalmente nel far crescere piloti giovani, quando non hanno tra le mani un fuoriclasse come il Sébastien Ogier al loro servizio qualche stagione fa, la realtà britannica con a capo Malcom Wilson sta lavorando alacremente per trovarsi pronta in vista della stagione 2022, quella in cui debutteranno i nuovi regolamenti tecnici relativi alle vetture, che monteranno una unità ibrida fornita in via esclusiva da Compact Dynamics e che dovrebbe essere loro consegnata la prossima settimana.

M-Sport pronta per i test con la vettura 2022?

Lo stesso Wilson aveva di recente ammesso che, per questioni di budget e di ristrettezze economiche tra pandemia e Brexit, M-Sport non si sarebbe aspettata certamente risultati altisonanti quest’anno (come si è visto d’altronde al Rallye di Monte Carlo dello scorso mese); altro paio di maniche invece le ambizioni per la prossima stagione. Ed infatti il team con base a Dovenby Hall, nella Cumbria britannica, pare sia quasi pronto per iniziare i primi test in cui vedremo le nuove vetture in azione, che saranno frutto dell’unione della componente ibrida, del confermato Global Race Engine, di un nuovo telaio tubolare creato dai team e della cellula di sicurezza standard della FIA.

Resta in campo l’ipotesi del Ford Puma Rally1 al posto della Fiesta

«Questo è qualcosa di cui sono estremamente entusiasta. Vedere come sta uscendo fuori la nuova vettura ed il lavoro che stiamo compiendo è semplicemente fantastico», ha commentato Wilson su DirtFish. «Spero che possiamo far funzionare l’auto entro la fine di febbraio, questo è l’obiettivo per noi». In questo modo M-Sport, sportivamente parlando attuale anello debole tra i team ufficiali del WRC, batterebbe la concorrenza diventando la prima squadra a provare la vettura 2022 (anche se Hyundai Motorsport, a dirla tutta, non ha ancora sciolto la riserva se proseguire nella nuova era ibrida o meno). Notare che ci stiamo riferendo alla vettura in maniera generica, perché ancora non è chiaro se sarà ancora l’attuale Ford Fiesta WRC ad adattarsi ai nuovi regolamenti tecnici, o se sarà invece il Ford Puma la nuova Rally1 (come si chiameranno le World Rally Car) che M-Sport schiererà: da questo punto di vista Wilson resta comprensibilmente piuttosto abbottonato, perciò sapremo tutto quando partiranno i test.

«C’è sempre qualcosa di incredibile nel periodo in cui progetti una nuova vettura – ha poi proseguito il managing director di M-Sport -, il modo in cui Chris [Williams, a capo del settore ingegneristico rally per M-Sport, ndr] e il suo team fanno tutto è fantastico. Mettiamola così, c’è ancora spazio per questi ragazzi per fare la differenza all’interno dei regolamenti. Abbiamo 40 anni di esperienza di lavoro nei rally e 25 anni di esperienza nella progettazione di auto vincitrici di rally mondiali: stiamo mettendo tutta quella conoscenza e comprensione in questa vettura, e si vede». Grandi ambizioni, insomma.

 

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati