DTM

DTM | AF Corse allestirà due Ferrari marchiate Red Bull per Albon e Lawson

Cassidy si aggiunge alla griglia

Red Bull correrà con due Ferrari di AF Corse nel DTM, confermando Liam Lawson e Alex Albon; quest'ultimo verrà sostituito in alcune gare da Nick Cassidy.
DTM | AF Corse allestirà due Ferrari marchiate Red Bull per Albon e Lawson

Dopo le possibili voci circolate nelle scorse settimane, Red Bull ha finalmente annunciato che AF Corse allestirà due Ferrari 488 GTE Evo per Alex Albon e Liam Lawson per la stagione 2021 del DTM. Entra nella line-up anche Nick Cassidy, che prenderà parte ad alcune gare al posto del thailandese.

Red Bull con AF Corse, l’annuncio ufficiale

Confermato quindi quanto si vociferava: Red Bull ha chiesto ad AF Corse di poter mettere in pista due Ferrari per il DTM e così sarà; una partnership un po’ strana per via dei rapporti dei due team di Formula 1, con Red Bull accesissima rivale di Ferrari. Come già confermato al momento dell’annuncio, Lawson prenderà parte a tutto il campionato e sarà impegnato anche in Formula 2 con Hitech GP. Il neozelandese avrà come sponsor principale proprio Red Bull, al contrario di Albon che invece indosserà i colori di AlphaTauri; l’ex ufficiale in F.1 salterà comunque qualche appuntamento a causa del suo ruolo di riserva con Red Bull e lascerà quindi il sedile nelle mani di Cassidy quando non sarà disponibile. L’australiano correrà in Formula E con Envision Virgin Racing quest’anno e ha nel proprio curriculum un titolo nel Super GT e anche nella Super Formula.

Albon: “Ci vorrà del tempo per adattarsi, non vedo l’ora”

«Il DTM è un grande campionato con piloti di alto talento» ha detto Albon. «Ho guidato una vettura simile solo una volta nel 2015, quando sono stato nominato per gli Autosport BRDC Young Driver Award, e sono davvero diverse dalle monoposto. C’è molto meno carico aerodinamico e le gomme son diverse, richiede un diverso stile di guida. Ci vorrà un po’ di tempo per abituarsi ma non vedo l’ora di affrontare una nuova sfida».

Copyright foto: Red Bull Motorsports

Leggi altri articoli in DTM

Commenti chiusi

Articoli correlati