WRC | L’importanza dell’Arctic Rally Finland per Toyota e le pressioni sul pilota di casa, Rovanpera

Latvala commenta il prossimo impegno nel WRC

C’è fiducia in casa Toyota Gazoo Racing riguardo il prossimo appuntamento del WRC, l’Arctic Rally Finland, gara tra l’altro di casa per Rovanpera, già vincitore nel 2020
WRC | L’importanza dell’Arctic Rally Finland per Toyota e le pressioni sul pilota di casa, Rovanpera

Dopo un sontuoso avvio di stagione al Rallye di Monte Carlo, per Toyota Gazoo Racing è tempo di guardare alla prossima fermata nel WRC 2021, ovvero l’Arctic Rally Finland.

“La Toyota Yaris WRC è adatta ad un rally come l’Arctic”

Per Jari-Matti Latvala, da quest’anno team principal, la speranza è quella di non sfigurare nell’evento di casa per la squadra (ed anche per lui), proseguendo la striscia vincente inaugurata a Monte Carlo dai suoi equipaggi. «È un evento importante per noi», ha dichiarato su Rallit.fi, spiegando come la Toyota Yaris WRC sia tagliata per i rally veloci: ricordiamo che lo scorso mese Juho Hänninen ha fatto sgambettare la vettura all’Arctic Lapland Rally, primo round del campionato nazionale finlandese nonché, quest’anno, prova generale per la tappa WRC che ha sostituito il Rally di Svezia. Evento, quest’ultimo, che nelle ultime quattro stagioni è stato vinto dalla vettura Toyota tre volte, la prima delle quali nel 2017, primo anno del ritorno della casa giapponese nel WRC: a bordo della Yaris WRC sviluppata a Puuppola, proprio in Finlandia, lo stesso Latvala.

Anche per la Finlandia le sensazioni sono buone. Abbiamo parlato dell’Arctic Lapland, che è stato vinto da Hänninen senza troppi patemi d’animo, dando quindi dei buoni feedback alla squadra. Inoltre, «abbiamo ottenuto più dati dal nuovo fornitore di pneumatici Pirelli su come vanno le gomme – ha proseguito Latvala – e i chiodi abbiamo visto che restano al loro posto [come ha fatto notare con un certo orgoglio anche il Rally Activity Manager di Pirelli, Terenzio Testoni, ndr]».

Il team principal ha poi parlato dell’Arctic Rally e delle differenze rispetto al Monte Carlo, in cui prevede «strade più strette» e, ovviamente, molta più neve. «Tuttavia, i dati necessari saranno sicuramente ottenuti quando Juho si recherà lì per i test. Molto è stato testato in Finlandia, quindi speriamo che le nostre auto possano essere di livello in Finlandia».

Rovanpera favorito per l’Arctic Rally Finland?

Latvala ha comunque messo in guardia che, pur essendo partiti con il piede giusto e con una storia recente nei round invernali come la Svezia che depone a loro favore, non ci si può adagiare sugli allori. Come non dovrebbe fare Kalle Rovanpera, giovane pilota di casa che ha dimostrato sia di saperci fare con la Toyota Yaris WRC (ha lottato per il podio al Monte Carlo, chiudendo quarto) e anche all’Arctic Rally, vinto lo scorso anno. Sempre nel 2020, ricordiamo, ottenne un ottimo terzo posto in Svezia. «Penso che l’Arctic sia una di quelle gare in cui Kalle è davvero forte», ammette Latvala. «L’anno scorso in Svezia non c’era molta neve, ma lì è andata davvero bene. Anche Kalle ha già partecipato a questo rally una volta. Ci sono tutti i presupposti affinché possa conquistare la vittoria. Ma – avverte il team principal – non bisogna mettere pressione su di lui. Sarebbe fantastico se potesse vincere». Ricordiamo che Rovanpera ha ottenuto dei buoni piazzamenti nel Mondiale Rally con la Yaris WRC, che guida dallo scorso anno, ma gli manca ancora la sua prima vittoria.

Crediti Immagine di Copertina: Toyota Gazoo Racing

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati