Junior WRC 2021, due opzioni per il premio finale: arriva l’alternativa Rally3 per la stagione 2022

Un premio per rendere più accessibile il WRC

Per venire incontro alle esigenze di budget dei giovani campioni dello Junior WRC, i promotori del campionato - in primis, M-Sport - hanno introdotto un premio alternativo: cinque gare spesate nel WRC 2022 con la Ford Fiesta Rally3
Junior WRC 2021, due opzioni per il premio finale: arriva l’alternativa Rally3 per la stagione 2022

Il campionato Junior WRC 2021 è ormai un dato di fatto, con il proprio calendario di quest’anno ufficializzato di recente, tra conferme e novità. A proposito di queste ultime, anche nei premi in palio ci sono alcuni dettagli di nuova fattura, come la possibilità di scegliere tra due diverse alternative in modo da venire incontro alle varie esigenze di budget dei concorrenti.

I due premi alternativi per i vincitore del Junior WRC 2021

Entrambe le opzioni partono dal concetto base dello Junior WRC, ovvero consentire la crescita dei giovani piloti all’interno del Mondiale Rally. Perciò il vincitore del campionato Under 30 avrà a sua disposizione un pacchetto per la stagione successiva, comprendente la Ford Fiesta Rally2 di M-Sport Poland, che supporta lo JWRC, una fornitura di 200 gomme Pirelli e l’iscrizione gratuita al WRC3 2022 e per disputare cinque appuntamenti del Mondiale (numero minimo per garantire al vincitore la proprietà della vettura). A questo premio ora se ne aggiunge un altro alternativo, ovvero l’accesso completamente spesato – tutto incluso, quindi non solo l’iscrizione – a cinque round selezionati del WRC 2022 con la Ford Fiesta Rally3, nuova nata in casa M-Sport e che offre una opportunità a quattro ruote motrici ma a costi abbordabili e più accessibile, più l’iscrizione alla categoria Rally3. Il tutto grazie al sostegno di M-Sport ovviamente, ma anche della FIA, del WRC Promoter e di Pirelli.

Un premio alternativo per consentire la possibilità del giovane vincitore di correre nel WRC

«È di fondamentale importanza per il FIA Junior WRC e per i nostri stakeholder che i piloti possano essere in grado di sviluppare e far progredire la loro carriera nel WRC dopo aver vinto il Junior WRC», ha spiegato Maciej Woda, team director del mondiale giovanile rally. «Abbiamo consultato gli attuali piloti Junior WRC attuali, sia precedenti che quelli potenziali, in merito al pacchetto premio e abbiamo raccolto i loro suggerimenti come consiglio, cosa fondamentale per gestire qualsiasi campionato di successo. Introdurre il pacchetto premio alternativo è un modo per riconoscere la sfida che tutti i piloti devono affrontare quando passano a una categoria superiore. M-Sport, per buone ragioni, ha lavorato duramente per sviluppare la sua scala delle opportunità [concetto base del loro team, le cui politiche sono orientate al lancio dei giovani e al fornire gli strumenti per la loro crescita, ndr] che riflette la nuova piramide delle classi creata dalla FIA». La realtà con base a Dovenby Hall, infatti, è il primo team ad aver predisposto una vettura per tutte le nuove classi.

«Con l’introduzione della categoria Rally3 – ha proseguito Woda, spiegando ulteriormente il senso del premio alternativo – , è disponibile ora un livello base più accessibile per le auto a quattro ruote motrici. La nuova Fiesta Rally3 ci consente di offrire cinque gare premio completamente finanziate nel WRC con vetture a trazione integrale, invece di attendere che il campione ottenga il budget per guidare un’auto Rally2 su cinque round WRC. Se il campione avesse le risorse per coprire un programma Rally2, è fantastico e certo non lo scoraggeremo dal farlo. L’obiettivo del pacchetto premio alternativo è semplicemente quello di salvaguardare la possibilità futura del campione di gareggiare negli eventi WRC. Speriamo a sua volta che questo incoraggi più piloti a considerare anche lo Junior WRC come un’opzione praticabile, sapendo che esiste un’opportunità premio più accessibile».

 

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati