IndyCar | Barber posticipata di una settimana, inizio stagione fissato il 18 aprile

Invariate le altre date

La prima gara al Barber Motorsport Park della IndyCar Series 2021 è stata posticipata di una settimana, fissata al 18 aprile.
IndyCar | Barber posticipata di una settimana, inizio stagione fissato il 18 aprile

Continuano i piccoli cambiamenti all’interno del calendario 2021 dell’IndyCar Series. Dopo aver già spostato St. Petersburg alla fine di aprile, anche l’appuntamento di Barber si muove di una settimana, fissando l’inizio della stagione al 18 aprile.

Alabama si muove al 18 aprile

Il Gran Premio di Alabama, ospitato tradizionalmente al Barber Motorsport Park, non sarà più l’11 aprile: a deciderlo è stata la IndyCar, comunicando che il primo appuntamento dell’anno è stato mosso al weekend successivo e più precisamente al 18 aprile. «I cambiamenti di programma che abbiamo avuto, sebbene parzialmente influenzati dalle attuali condizioni della pandemia, ci danno un possente inizio per la stagione 2021» ha dichiarato Mark Miles, Presidente e CEO del Penske Entertainment Corp.. «Con sei delle nostre prime otto gare in diretta televisiva e in una sequenza temporale più compatta ci danno un enorme opportunità per ottenere ancora più slancio nell’offrire le nostre entusiasmanti corse agli appassionati». Infatti, c’è da sottolineare che dopo Barber sono previste St. Petersburg (25 aprile) e il doppio appuntamento al Texas Motor Speedway (1-2 maggio), tutto nel giro di due settimane.

Quattro gare nel giro di due settimane

«Zoom Motorsport e Barber Motorsport Park hanno colto al volo l’opportunità di trasmettere la nostra gara in televisione su NBC» ha aggiunto Gene Hallman, CEO di Zoom Motorsport proprietaria della pista. «Siamo orgogliosi dell’enorme supporto che l’IndyCar riceve qui ogni anno. Le strutture e il museo sono di prim’ordine e non vediamo l’ora di mostrare la visione di George Barber [fondatore della pista, ndr] in quella che è diventata una tappa da non perdere per tutti gli appassionati di corse».

Copyright foto: Joe Skibinski / IndyCar Series

Leggi altri articoli in Formule

Commenti chiusi

Articoli correlati