WRC | Rallye Monte Carlo 2021, i commenti di giornata. Ogier: “Sono qui per vincere”, Adamo: “Non è la gara che Hyundai voleva fare”

I commenti dal parco assistenza

Conclusa la seconda giornata del Rallye Monte Carlo 2021, i protagonisti fanno il punto della gara svoltasi sino ad ora
WRC | Rallye Monte Carlo 2021, i commenti di giornata. Ogier: “Sono qui per vincere”, Adamo: “Non è la gara che Hyundai voleva fare”

La seconda giornata del Rallye di Monte Carlo 2021 è giunta al termine (alle 18 scatta il coprifuoco nazionale, e chi si è visto si è visto), con i suoi vincitori, vinti, soddisfatti, delusi e così così. Dopo le prime sette prove speciali la situazione vede un po’ più in vantaggio i Toyota Gazoo Racing, con Elfyn Evans attuale leader ed un Sébastien Ogier scatenato, che se non fosse stato per una foratura nel pomeriggio avrebbe svettato lui in classifica. Non male anche Kalle Rovanpera, anche se una penalità per un ritardo ad un controllo orario e qualche sbavatura hanno compromesso ad ora la sua gara.

Latvala soddisfatto dei suoi piloti

Jari-Matti Latvala, che debutta come team principal della squadra, si è detto al momento soddisfatto, pur ammettendo la tensione quando guarda la gara nella sua nuova veste: «Sono davvero contento di questa giornata, i piloti hanno fatto un ottimo lavoro. Ancora una volta, abbiamo visto quanto potesse essere difficile il Monte Carlo. Séb ha avuto una foratura ma si è ripreso per tornare in gara subito dopo aver fatto segnare un tempo davvero incredibile. Anche Kalle aveva un ottimo ritmo ma è scivolato su un tratto fangoso e ha perso tempo. Elfyn, da par suo è stato molto costante. Nel complesso, sono davvero contento dei nostri piloti». 

Evans: “Non mi sono preso molti rischi”

I piloti, appunto. L’attuale leader nella classifica, Evans, a fine tappa ha concesso l’onore delle armi al compagno di squadra Ogier, sottolineando la sua «giornata fantastica» e lo smacco di una foratura che senza la quale la gara del francese «sarebbe potuta essere differente». Il gallese ha ottenuto dei buoni riscontri cronometrici, ma anch’egli ha dovuto fare i conti con i problemi ad una gomma nell’ultima prova speciale. «Quando le condizioni diventano più estreme, più scivolose, lotto per avere quel minimo di sensazione  giusta e non ho la sicurezza di cui ho bisogno per spingere. Séb ha avuto una giornata fantastica. Ha corso molti rischi e forse io non ne ho presi abbastanza», ha spiegato Evans.

Ogier: “Nell’ultima PS ero arrabbiato”

Lo stesso Ogier ha ammesso senza mezzi termini: «Sono qui per vincere questo rally, ergo lo vincerò. Stavo spingendo nella PS finale perché ero arrabbiato. Le condizioni erano molto difficili con molta pioggia e abbiamo dovuto montare una gomma chiodata sulla vettura. Dopo un paio di chilometri c’era uno sbilanciamento nella parte posteriore».

Adamo, Hyundai: “Non siamo finora in linea con i nostri obiettivi”

Chi si lecca qualche ferita dopo la giornata di oggi è Hyundai Motorsport, con i piloti che hanno pagato una scelta non ottimale per quanto riguarda i pneumatici ed il team principal Andrea Adamo che si è preso l’onere di assumersi la responsabilità dell’errore. «Ovviamente non sono del tutto soddisfatto», ha spiegato a fine tappa: attualmente il miglior Hyundai piazzato in classifica è Ott Tanak, terzo a 25 secondi da Evans (che però ha accusato di avere qualche problema con la i20 nelle fasi in discesa, in particolare in situazioni di frenata), mentre Thierry Neuville è quinto a quasi un minuto di ritardo, seguito da Dani Sordo a un minuto e cinquanta dal primo posto. «La performance non c’è e ritengo che non riusciamo a far quadrare le cose», ha proseguito Adamo. «Abbiamo visto che Dani è riuscito ad essere molto vicino a Ogier nell’ultima PS, mentre questa mattina non stava ottenendo un granché. È una catena di alti e bassi. Finora non siamo davvero in linea con i nostri obiettivi e non stiamo facendo il rally che dovrebbe fare Hyundai. Siamo stati più competitivi nell’ultima parte della scorsa stagione e attualmente siamo sotto scacco, e non è quello che vogliamo quando affrontiamo i rally. Stasera cercherò di mettere ordine nei pensieri di tutti». E sul rischio neve per stanotte, il team principal ha aggiunto: «A Monte Carlo tutto dovrebbe essere visto come un’opportunità per fare cose buone. Ma quando devi fare affidamento su condizioni mutevoli per combattere, è perché non hai fatto le cose nel modo giusto prima […]. Quindi non dobbiamo trovare scuse o sperare in opportunità. Bisogna essere bravi dall’inizio».

Crediti Immagine di Copertina: Toyota Gazoo Racing

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati