WRC | Tanak torna al Rallye Monte Carlo dopo l’incidente dell’ultima volta. Ma la cosa non lo scompone

Il pragmatismo di Ott Tanak

Ott Tanak afferma che non si lascerà certo influenzare dall'incidente vissuto al Rallye del Monte Carlo dello scorso anno, alla vigilia del suo ritorno in questo gara
WRC | Tanak torna al Rallye Monte Carlo dopo l’incidente dell’ultima volta. Ma la cosa non lo scompone

Dodici mesi or sono Ott Tanak debuttava con la Hyundai i20 Coupé WRC ufficiale al Rallye di Monte Carlo, con l’inaugurazione un nuovo capitolo della sua carriera accasandosi con il costruttore coreano e il suo team di casa in Germania. Fu un esordio però abbastanza traumatico, visto che l’estone e il suo copilota Martin Järveoja finirono fuori da una curva durante la PS4, con un volo tanto spaventoso quanto foriero di danni per la vettura. Vettura che però era riuscita a proteggere la vita del proprio equipaggio, scosso e costretto al ritiro, ma uscito dall’auto sulle proprie gambe e vivo più che mai.

Dodici mesi dopo Ott Tanak si prepara al ritorno al Rallye di Monte Carlo, l’ottavo della sua carriera, dopo aver concluso la stagione 2020 come terzo nella classifica finale, migliore tra i piloti Hyundai e con un campionato dove ha ottenuto una vittoria al Rally Estonia ed una serie di podi. Mica male insomma, ma adesso si torna sul luogo del delitto, con una certa esperienza in più (anche se fa specie dire una cosa del genere quando si parla di un già campione del mondo rally) riguardo la i20 WRC e il team, per il quale ha dato il suo contributo alla vittoria del secondo titolo costruttori consecutivo.

Tanak: “Il Rallye Monte Carlo è una gara in cui bisogna pensare di più”

Tornando a quel famoso incidente, il pilota estone quando gli si è domandato – è il caso di WRC.com – se il ritorno a Monte Carlo gli farà tornare in mente quel fattaccio e i fantasmi del passato, con il rischio di bloccarlo, ha fatto spallucce con il suo consueto pragmatismo: «È stato già molto tempo fa e non è stato il mio primo incidente. L’esperienza è sicuramente una grande cosa per il Monte Carlo. È utile venire qui e sapere che hai già vissuto molte delle condizioni che potremmo incontrare durante il rally. Se le condizioni cambiano sempre – ha aggiunto riferendosi alla caratteristica imprevedibilità di questo appuntamento -, questo è un rally in cui devi pensare di più e capire qual è il modo migliore [per affrontarlo]. A volte non si tratta solo di prestazioni e velocità, ma di optare per la giusta strategia per le gomme per tutte le prove speciali».

“Per le vetture WRC 2021 le modifiche sono al livello ormai di dettagli”

Tanak ha poi assicurato che lo sviluppo fatto sulla i20 WRC «è proseguito sul giusto binario dallo scorso anno, abbiamo fatto molto e l’auto non è così simile come lo era prima». Ed ancora: «Questo è l’ultimo anno per l’attuale generazione di queste auto, quindi forse non c’è molto di più da cambiare, è più o meno una questione di dettagli al momento. L’anno scorso non è stato facile, ma sono contento di come siamo riusciti a lavorare insieme alla squadra in questi tempi difficili e credo che tutto ciò ci renda più forti per la stagione 2021». Una delle novità principali per le vetture 2021 saranno i pneumatici Pirelli, fornitore ufficiale per le auto di vertice del Mondiale a partire da questa stagione. Nella prima parte dell’anno invece dovrebbero partire i primi test per le vetture con specifiche per il 2022, con una nuova aerodinamica, un nuovo telaio tubolare e soprattutto la componente ibrida, che Compact Dynamics inizierà a fornire ai team ufficiali da febbraio 2021 (se tutto procede secondo la tabella di marcia stabilita).

Crediti Immagine di Copertina: Hyundai Motorsport

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati