WRC | M-Sport Ford più forte delle difficoltà: tre Fiesta al Rallye Monte Carlo

Le parole dei piloti e del team principal

Nonostante difficoltà e restrizioni di viaggio, M-Sport sarà al via del Rallye Monte Carlo con Greensmith e Suninen per il WRC, e Fourmaux per il WRC2
WRC | M-Sport Ford più forte delle difficoltà: tre Fiesta al Rallye Monte Carlo

Anche per M-Sport Ford è arrivato il momento del debutto stagionale nel WRC 2021, dopo un anno davvero complicato e tutto in salita, con il team britannico che ha pagato un prezzo abbastanza alto per colpa della pandemia.

Il nuovo assetto di M-Sport nel WRC 2021

Tra difficoltà di budget esplose in particolare nel 2020, la necessità di far quadrare i conti ed un’altra stagione che ha certificato lo status di terza forza (a guardare il bicchiere mezzo pieno) e di anello debole (a guardarlo invece mezzo vuoto) del Mondiale Rally, la realtà di Malcom Wilson con sede a Dovenby Hall ha dovuto rinunciare ad Esapekka Lappi, che debuttò nella squadra britannica lo scorso anno per poi essere costretto a lasciarla a fine stagione (pare per non essere riuscito a trovare un accordo economico con il team), e ridurre Teemu Suninen a pilota part time, sempre per far quadrare i conti. Al tempo stesso, Gus Greensmith – più a buon mercato – ha ottenuto un programma a tempo pieno con M-Sport nel WRC, venendo così promosso, alla pari di Adrien Fourmaux, anche quest’anno impegnato nel WRC2 ma che avrà la possibilità di poter affrontare qualche gara anche con la versione World Rally Car della Ford Fiesta. A Suninen comunque verrà riservata l’opportunità di sviluppare in questa stagione la Fiesta Rally1, la versione della vettura che sostituirà la WRC dal 2022 con il cambio dei regolamenti tecnici. I test dovrebbero partire da febbraio.

Ma intanto c’è da onorare un appuntamento in calendario, il primo del WRC 2021, ovvero il Rallye di Monte Carlo che è riuscito ad ottenere una sudatissima conferma nonostante pandemia e restrizioni, in particolare quelle di viaggio che hanno colpito la stessa M-Sport (a cui si è aggiunta pure la Brexit). Team che però sarà regolarmente al via della gara in partenza giovedì 21 gennaio, e che per prepararsi alla quale ha svolto quattro giorni di test pre-evento nel dipartimento transalpino dell’Ardèche, utili in particolare per prendere confidenza con le nuove gomme Pirelli, fornitore ufficiale del WRC da quest’anno.

Imprevisto nei test per Greensmith (Video)

In questi test c’è stato anche un imprevisto per il povero Greensmith, con il britannico uscito di strada a causa della neve e del ghiaccio (come si vede nel video in testa), danneggiando la parte posteriore della vettura. Ma a parte questo inciampo, il pilota è pronto per affrontare il Monte Carlo, che nel 2019 vinse nell’allora categoria del WRC2 Pro. «Non c’è niente come il Rallye Monte Carlo», ha spiegato anche riferendosi alla proverbiale imprevedibilità di questa gara, «e sarà sempre un evento speciale per me. È dove mi sono assicurato la mia prima vittoria [nella classe RC2, ndr], e mi piace molto la sfida che è diversa da qualsiasi altra cosa sul calendario. Nessun altro rally offre così tante soddisfazioni al volante, e non vedo l’ora di tornarci e vedere cosa ci offre quest’anno! Ma per quanto questo evento sia gratificante quando lo fai bene, può anche essere davvero spietato. L’esperienza conta molto, quindi è stato bello fare dei test, ottenere del chilometraggio e imparare il più possibile delle condizioni e dei nuovi pneumatici Pirelli. Come sempre, sarà una grande sfida, e non vedo l’ora».

Nuovo cambio di copilota per Suninen

Parola quindi a Suninen, il cui miglior risultato al Monte Carlo con una vettura WRC è stato l’ottavo posto lo scorso anno, mentre sulla Fiesta R5 ottenne un terzo posto nel WRC2 del 2018. «È fantastico essere all’inizio di un’altra stagione [rischiava se non di rimanere appiedato, di ripartire dalle categorie inferiori, ndr] e voglio dare un grande ringraziamento alla squadra per la loro continua fiducia riposta in me. È stato davvero bello fare un paio di giorni di test, e abbiamo provato a concentrarci sull’acquisizione di quanta più conoscenza ed esperienza possibile, sia delle condizioni che dell’assetto, ma anche degli pneumatici Pirelli che useremo per la prima volta da quest’anno».

Al suo fianco non ci sarà Jarmo Lehtinen, che gli ha dettato le note negli ultimi diciotto mesi, ma tornerà Mikko Markkula. «Mikko non ha potuto unirsi a me nel test e non ci sediamo insieme in un abitacolo dal 2018, ma sono sicuro che tutto tornerà come prima una volta che avremo iniziato – e abbiamo intenzione di dare il massimo. Tutto è possibile in una gara come il Rallye di Monte Carlo, e intendiamo sfruttare al meglio ogni opportunità e spingere per il miglior risultato possibile».

Le ambizioni di Fourmaux nel WRC2

Quello di quest’anno sarà il terzo Monte Carlo in carriera per Adrien Fourmaux e il suo copilota Renaud Jamoul, che nelle stagioni scorse sono andati sempre a podio nel WRC2. «Ogni anno il Rallye di Monte Carlo rappresenta una grande sfida, ed è fantastico ricominciare la mia stagione con questo leggendario evento», ha spiegato il pilota sulla Ford Fiesta Rally2. «Le condizioni sono sempre difficili, e mi aspetto che quest’anno non sia diverso. Ma sono queste condizioni che creano delle storie fantastiche [sic], e spero che quest’anno saremo il soggetto di una di quelle storie! Ci siamo avvicinati molto alla vittoria nel WRC2 con la Ford Fiesta Rally2. Abbiamo tutto ciò di cui necessitiamo per realizzarla, e sarebbe fantastico raggiungerla questa settimana in quello che sarà effettivamente il mio round di casa nel WRC».

“Greensmith e Suninen potrebbero riservarci delle sorprese”

«Non sembra sia passato molto tempo dall’ACI Rally Monza, ma da allora sono successe molte cose e sono felice di dire che avremo tre vetture pronte per il Rallye Monte Carlo di questa settimana», ha spiegato il team principal Richard Millener. «La preparazione non è stata facile per nessuno, e abbiamo lavorato duramente con il supporto di FIA, WRC Promoter e Automobile Club de Monaco [organizzatori dell’evento, ndr] per affrontare ogni sfida», afferma riferendosi al superamento degli ostacoli per partecipare alla gara, «e penso che tutti siano felici di vedere tre Fiesta M-Sport all’apertura della stagione. Senza dubbio, questo è uno degli eventi più imprevedibili del calendario. Il risultato è difficile da prevedere come le condizioni, ed è un rally in cui un pilota può davvero cogliere l’occasione per dimostrare di cosa è capace. Gus e Teemu saranno entrambi pronti a farlo, e se non ci saranno problemi potranno esserci sicuramente delle soprese da parte loro. Gus ha vinto qui in passato e Teemu ha qualcosa da dimostrare al Monte Carlo vista la sua buona velocità su asfalto. E nella categoria WRC2 cercheremo di correre per la vittoria con Adrien. È un campo competitivo, ma con Adrien, Renaud e la Ford Fiesta Rally2 penso che abbiamo tutto ciò di cui necessitiamo per spingere verso la vittoria».

Crediti Video: titi205rallye

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati