IndyCar | Marco Andretti correrà solo a Indianapolis, confermato ancora Hunter-Reay

Novità in casa Andretti

In queste ultime ore Marco Andretti ha comunicato che correrà solo la Indy 500, mentre Ryan Hunter-Reay è stato riconfermato da Andretti per l'IndyCar Series.
IndyCar | Marco Andretti correrà solo a Indianapolis, confermato ancora Hunter-Reay

Importanti notizie di mercato arrivano in queste ultime ore per l’IndyCar Series. Marco Andretti ha deciso quasi a sorpresa di non prendere più parte a tempo pieno al campionato, limitandosi alla 500 Miglia di Indianapolis. Nel frattempo, per Ryan Hunter-Reay è arrivata la riconferma da Andretti Autosport.

Marco Andretti al via solo alla Indy 500

C’è molto rammarico nelle parole utilizzate da Marco Andretti sui propri profili social: una carriera che sembrava ben lanciata nei primi anni in IndyCar – tra cui la vittoria sfiorata al debutto nella Indy 500 del 2006 – ma poi andata scemando nel corso del tempo sebbene lo scorso anno abbia centrato la pole position proprio sul catino dell’Indiana. «Dopo un’attenta riflessione negli ultimi due mesi, ho preso la decisione di fare alcuni cambiamenti alle mie attività in pista e concentrarmi sul 2021» ha detto il 33enne. «Recentemente ho condiviso questa decisione e questi cambiamenti che voglio fare con mio padre (Michael), parlando a lungo con lui. Apprezzo la sua apertura e per avermi concesso la flessibilità di tracciare il mio percorso da qui in avanti. Sono fortunato di essere nella posizione di correre a tempo pieno con Andretti nell’IndyCar se voglio ma, invece, ho deciso di cambiare, per resettare tutto e fare qualcosa di diverso». Per Andretti si parla di un interessamento all’IMSA WeatherTech SportsCar Championship nei prossimi anni, ma al momento pare difficile vederlo all’ultimo iscritto alla 24 Ore di Daytona.

Hunter-Reay rinnova con Andretti

Intanto, Andretti Autosport ha deciso di rinnovare per il decimo anno il contratto di Hunter-Reay, sempre con DHL ma con il gravoso compito di tornare alla vittoria dopo due anni di digiuno. Il 40enne affiancherà così ancora una volta Colton Herta e Alexander Rossi, mentre si attende il quarto nome sulla #88 (probabilmente James Hinchcliffe) e anche un possibile quinto per il resto delle gare sulla #98 di Marco Andretti.

Copyright foto: IndyCar Series / Joe Skibinski

Leggi altri articoli in Formule

Commenti chiusi

Articoli correlati