Dakar | Tappa 10 Auto: bis per Al Rajhi, ma Peterhansel blinda la sua corsa per la vittoria finale

Inoltre, i risultati nei SSV e Camion

Vittoria per Yazeed Al Rajhi nella Tappa 10 della Dakar 2021, che potrebbe essere sempre più nella mani di Stéphane Peterhansel. Bel risultato per Meeke tra i SSV, Macik concede il bis nei Camion
Dakar | Tappa 10 Auto: bis per Al Rajhi, ma Peterhansel blinda la sua corsa per la vittoria finale

La Tappa 10 della Dakar 2020 non ammette rivoluzioni nella lotta per la vittoria finale che si deciderà dopodomani: il successo odierno è andato a Yazeed Al-Rajhi, mentre Stéphane Peterhansel può ormai solo perdere il quattordicesimo titolo nella storia delle sue partecipazioni al rally raid, visto come è piazzato in classifica.

Dakar 2021, Tappa 10 Auto: classifica al traguardo molto corta

La Neom – Al-Ula da 342 km di gara, dalle rive del Mar Rosso alla zona interna dell’Arabia Saudita, ha segnato la seconda vittoria in questa edizione per il pilota di casa a bordo del Toyota Hilux Overdrive, che si porta in testa dal secondo waypoint ereditando il primo posto dal connazionale Yasir Seaidan, partito subito al meglio per poi fermarsi con il suo Century CR6, bloccato al chilometro 190 per un problema meccanico. Al-Rajhi prende così il largo mantenendo la leadership sino alla fine, chiudendo primo al traguardo con un vantaggio di 2’04” su Nasser Al-Attiyah, mentre al terzo posto si posiziona Stéphane Peterhansel, a soli 49 secondi di ritardo dal rivale qatoriota.

Quarto posto per Carlos Sainz con un gap di 4’12”, arrivato a perderne sei e finire 17esimo nelle prime fasi di gara, per poi ridurre il suo svantaggio dal chilometro 204. Quinto Jakub Przygónski a 5’06”, sesto Giniel de Villiers a 6’12”, settimo Vladimir Vasilyev a 7’32”, ottavo Mathieu Serradori, reduce da un’altra tappa sfortunata ieri per via della rottura dello sterzo del suo Century CR6, e che chiude oggi a 9’08” dalla vittoria. Nono posto per Brian Baragwanath a 9’36” e decimo per Nani Roma a 10’37”: come si può notare per una volta tanto anche la classifica delle Auto, come avviene di solito per le Moto, è abbastanza corta.

Dakar 2021, Auto: la classifica dopo Tappa 10

Nei piazzamenti della generale Peterhansel è sempre più in fuga con un vantaggio sul diretto inseguitore Al-Attiyah che non cambia molto rispetto a ieri, assestandosi a 17 minuti. Sainz ormai può lottare per conservare il terzo gradino del podio con la sua ora di gap dal compagno di squadra in X-Raid Mini, mentre Przygonski è impegnato a preservare il quarto posto da Roma, quinto a poco più di una trentina di minuti, e a sua volta distanziato di una ventina di minuti da Khalid Al Qassimi, sesto a meno di due minuti dal settimo posto occupato da Vasilyev, e così via: i margini per rivoluzionare la classifica in realtà sono in buona parte molto ristretti, e a due tappe dalla fine l’unico cambiamento sostanziale lo possono fare gli imprevisti come i ritiri (che non auguriamo a nessuno).

POS.     EQUIPAGGIO TEAM TEMPO    
1    
(FRA) STÉPHANE PETERHANSEL
(FRA) EDOUARD BOULANGER
X-RAID MINI JCW TEAM 37H 33′ 06”    
2    
(QAT) NASSER AL-ATTIYAH
(FRA) MATTHIEU BAUMEL
TOYOTA GAZOO RACING + 00H 17′ 01”    
3    
(ESP) CARLOS SAINZ
(ESP) LUCAS CRUZ
X-RAID MINI JCW TEAM + 01H 03′ 44”    
4    
(POL) JAKUB PRZYGONSKI
(DEU) TIMO GOTTSCHALK
ORLEN TEAM/OVERDRIVE + 02H 18′ 43”    
5    
(ESP) NANI ROMA
(FRA) ALEXANDRE WINOCQ
BAHRAIN RAID XTREME + 02H 50′ 22”    
6    
(ARE) SHEIKH KHALID AL QASSIMI
(FRA) XAVIER PANSERI
ABU DHABI RACING + 03H 13′ 14”    
7    
(RUS) VLADIMIR VASILYEV
(RUS) DMITRO TSYRO
X-RAID TEAM + 03H 14′ 56”    
8    
(ZAF) GINIEL DE VILLIERS
(ESP) ALEX HARO BRAVO
TOYOTA GAZOO RACING + 03H 43′ 28”    
9    
(CZE) MARTIN PROKOP
(CZE) VIKTOR CHYTKA
BENZINA ORLEN TEAM + 03H 45′ 46”    
10    
(FRA) CHRISTIAN LAVIEILLE
(FRA) JEAN-PIERRE GARCIN
MD RALLYE SPORT + 04H 30′ 52”  

 

Dakar 2021, Tappa 10: SSV e Camion

A proposito di quattro ruote, diamo uno sguardo anche a cosa è successo nella Tappa 10 tra i SSV e i Camion. Nella prima categoria oggi ha conquistato la vittoria il già campione nella Dakar 2017 (ma con i Quad) Sergey Karyakin, che a bordo del Can-Am Maverick X3 ottiene il suo primo successo di quest’anno, davanti ad un Austin Jones attardato di 29 secondi, mentre al terzo posto si piazza Michał Goczał con 1’10” di ritardo. Sesto Francisco Lopez, ma il gap di Chaleco è di soli 2’41”, cosa che gli consente di continuare a mantenere la leadership in classifica. Leadership che però a sua volta si attesta a a 10’13 su Jones e 42’41” su Aron Domzala. Tra i Prototipi Leggeri, dopo tanto penare negli ultimi giorni Kris Meeke ottiene finalmente il miglior tempo, e si è ritrovato pure in testa tra i SSV sino al chilometro 162. Nella classifica di categoria il pilota sullo Zephyr T3 di PH Sport è attualmente 12esimo a 80 ore di ritardo (ma questo gap non deve impressionare: l’ex WRC sta disputando una Dakar a suo modo bellissima), mentre la vetta è appannaggio di Josef Machacek, con un vantaggio di un’ora e mezza sulla nostra Camelia Liparoti, seconda.

Nei Camion, e qui chiudiamo, Martin Macik e la sua allegra brigata sull’Iveco per Big Shock Racing ci hanno preso gusto, e dopo aver vinto la tappa di ieri concedono il bis oggi. L’equipaggio ceco ottiene un tempo migliore di 1’40” su Dmitry Sotnikov, che con il suo Kamaz è ormai leader indiscusso di categoria con 47 minuti di vantaggio sul compagno di squadra Anton Shibalov.

 

Leggi altri articoli in Dakar

Commenti chiusi

Articoli correlati