WTCR | Raggiunto l’obiettivo di 100mila euro in donazioni nella lotta al COVID-19

Con l'iniziativa #RaceToCare

Il FIA WTCR ha raccolto una somma di 100.000 euro attraverso la #RaceToCare, iniziativa che vedeva impegnati i piloti a donare denaro per la lotta al COVID-19.
WTCR | Raggiunto l’obiettivo di 100mila euro in donazioni nella lotta al COVID-19

Attraverso la #RaceToCare, iniziativa promossa da Eurosport Events dove veniva raccolto un euro ad ogni km percorso dai piloti in pista, il FIA WTCR è riuscito a centrare l’obiettivo di 100.000 euro donati per la lotta al COVID-19.

Ribeiro: “La lotta contro il COVID-19 non è ancora finita”

A beneficiare di tali somme sono stati l’UZ Leuven University Hospital in Belgio, il Maria-Hilf Hospital, Daun in Germania, lo Dunajská Streda Hospital in Slovacchia, il Bajcsy-Zsilinszky Hospital and Outpatient Clinic di Budapest in Ungheria, l’Hospital Comarcal de Alcañiz e l’Instituto de Investigacion Sanitaria Aragón in Spagna. François Ribeiro, boss di Eurosport Events, ha detto: «Dopo il primo lockdown volevamo tornare a correre, ma anche fare qualcosa a questo proposito. Senza esitare, ecco che ci siamo dati da fare per aiutare chi lavora nell’ambito della sanità come priorità assoluta. Questi professionisti hanno lottato instancabilmente contro il COVID-19 e non saremmo qui a parlare di motorsport internazionale senza di loro L’obiettivo era raccogliere €100.000 per restituirgli qualcosa, versando €1 per ogni km percorso in pista dai nostri piloti in tutte le sessioni del 2020, oltre che raccogliere le donazioni degli addetti ai lavori. Ce l’abbiamo fatta ed è un grande orgoglio per noi, ma la lotta contro il COVID-19 non è ancora finita e la famiglia del WTCR sosterrà ancora la FIA con #PurposeDriven e altre iniziative durante la stagione 2021».

Erhlacher: “Il nostro turno di prenderci cura di qualcuno”

Yann Ehrlacher, campione della stagione 2020 con Cyan Racing, ha aggiunto: «La pandemia globale ha cambiato la vita di tutti. Il fatto che siamo riusciti a rimetterci in pista è stato possibile grazie a tutti gli uomini e le donne delle organizzazioni sanitarie di tutto il mondo. La famiglia del FIA WTCR ha voluto fare qualcosa per dire grazie ed è per questo che abbiamo creato il programma #RaceToCare perché era il nostro turno di prenderci cura di qualcuno».

Michelisz: “Non è mai stato un problema partecipare”

Norbert Michelisz, campione 2019 con Hyundai, ha concluso: « È stata una cosa fantastica, dimostrando che siamo un’unica famiglia e se succede qualcosa di straordinario possiamo restare uniti, anche se ci sono scontri in pista. È stato bellissimo mostrare come le cose si possono fare e non è mai stato un problema per me partecipare, soprattutto perché una parte dei soldi sono andati a un ospedale di Budapest. Sono molto felice che abbiamo potuto dare un aiuto».

Copyright foto: FIA WTCR

Leggi altri articoli in Notizie

Commenti chiusi

Articoli correlati