Dakar | Tappa 5 SSV, Quad e Camion: Chaleco Lopez sempre più leader, Cavigliasso bissa con un’altra vittoria. Karginov beffato da una penalità

Il resoconto delle altre categorie

Dopo la Tappa 5, iniziano a delinearsi le leadership tra SSV, Quad e Camion alla Dakar 2021
Dakar | Tappa 5 SSV, Quad e Camion: Chaleco Lopez sempre più leader, Cavigliasso bissa con un’altra vittoria. Karginov beffato da una penalità

Ad una giornata dalla fine di questa prima metà della Dakar 2021, alcuni protagonisti raccolgono la tanto sudata vittoria di tappa, come è stato il caso oggi di Nicolas Cavigliasso che ha concesso il bis tra i Quad e di Andrey Karginov, alla sua prima volta quest’anno nei Camion, almeno sino a quando non è stato penalizzato. Ma prima vediamo cosa è successo nella quinta frazione del rally raid nella categoria dei SSV, dopo aver visto come è andata nelle Moto e nelle Auto.

Chaleco Lopez inarrestabile tra i SSV, Quintero domina nei Prototipi Leggeri

La Tappa 5 da Riad ad Al Qaisumah per 456 km cronometrati è stata vinta nei Side by Side da Francisco Chaleco Lopez, al suo secondo successo quest’anno e alla quarta difesa consecutiva della leadership in classifica. Il cileno sul Can-Am XRS ha lottato inizialmente per un posto sul podio, mentre Reinaldo Varela assumeva da subito il comando della gara. Il brasiliano stava andando alla grande quando si è dovuto fermare dopo 247 km per un problema meccanico al suo XRS (chiuderà poi dodicesimo al traguardo, con una cinquantina di minuti di ritardo): il suo posto viene preso da Khalifa Al-Attiyah, fratello di Nasser guidato alle note dal nostro Paolo Ceci. Intanto Chaleco Lopez si metteva sule tracce di questo ultimi, riuscendo a spodestarli negli ultimi cinquanta chilometri. Al-Attiyah chiude così secondo a 2’52”, mentre tra i SSV T4 si posiziona al terzo posto Austin Jones con cinque minuti di ritardo. Lopez così allunga la sua leadership in classifica con dieci minuti sul diretto inseguitore Aron Domzala, oggi quarto al traguardo.

Nei Prototipi Leggeri il primo posto va al 18enne Seth Quintero, che batte per tredici minuti il compagno di squadra in Red Bull Off-Road Junior Team Mitchell Guthrie. Sesta, dopo le difficoltà di ieri, l’altra Red Bull Junior Cristina Gutierrez, arrivata con 36 minuti di ritardo. Reduce dall’ottima prestazione in Tappa 4 dopo tanti patimenti a causa di un guasto al suo Zephyr T3 nelle prime fasi della Dakar 2021, Kris Meeke stava per concedere il bis oggi, ma per problemi ancora non del tutto chiari si è dovuto fermare dopo l’ultimo waypoint, e al momento non risulta arrivato al traguardo. In classifica il giovane Quintero continua a mantenere la testa, con un’ora e venti di vantaggio sulla Gutierrez.

Cavigliasso vince ancora tra i Quad

Eccoci quindi a Nicolas Cavigliasso, il vincitore della Dakar 2019, assente in quella 2020 e tornato quest’anno per riprendersi la corona. Dopo una partenza in sordina, il campione argentino sta dando fuoco alle polveri nelle ultime tappe, evidentemente più a suo agio nel contesto per lui inedito dell’Arabia Saudita. Per lui è arrivata oggi la seconda vittoria in questa edizione, in una giornata che nei Quad lo ha visto dominatore dall’inizio alla fine, sempre con alle proprie calcagna un mai domo Manuel Andújar (secondo a 1’41”) e, solo sul finale, Giovanni Enrico, che si è accontentato del terzo posto a ben 44 minuti da Cavigliasso. Quest’ultimo è sempre più leader di categoria, rifilando 23 minuti ad Andújar, che a sua volta balza al secondo posto scalzando Alexandre Giroud, oggi quarto a quasi cinquanta minuti di ritardo e terzo in classifica davanti ad Enrico, entrambi con distacchi dalla vetta di oltre quaranta minuti.

Prima vittoria per Karginov, poi svanita per una penalità

Anche oggi è stato faticoso ma, a differenza delle volte precedenti, il campione Dakar 2020 nei Camion Andrey Karginov vince finalmente la sua prima tappa di quest’anno davanti ad Aliaksei Vishneuski di Maz. Il pilota su Kamaz pure oggi si è sudato la pagnotta, ma la sua scalata alla vittoria è andata a buon fine con un vantaggio di 2’42 sul suo diretto inseguitore e di 3’41 su Dmitry Sotnikov, sempre più leader della classifica con 33 minuti su Anton Shibalov (oggi in testa nelle prime fasi, per poi chiudere solo quarto) e 51 minuti su Martin Macik su Iveco. Karginov, che paga l’ora e mezza persa nella prima tappa per un problema meccanico al suo Kamaz, è decimo assoluto a quasi due ore da Sotnikov.

AGGIORNAMENTO CAMION: La gioia di Karginov per la sua prima vittoria quest’anno dopo alcuni tentativi andati a vuoto dura giusto qualche ora, perché i commissari di gara hanno rilevato una irregolarità da parte del russo (ovvero non aver correttamente attraversato un waypoint), infliggendoli venti minuti di ritardo e togliendogli così, conseguentemente, il primo posto di tappa. Karginov scivola al settimo posto, mentre la vittoria va tanto per cambiare a Sotnikov, che scala di due posizioni giacché anche per Vishneuski è giunta una penalizzazione di due minuti. La classifica generale resta pressoché invariata.

 

 

Leggi altri articoli in Dakar

Commenti chiusi

Articoli correlati