WRC | M-Sport svela la squadra per il 2021: Greensmith pilota a tempo pieno, programma parziale per Suninen e promozione per Fourmaux

La nuova line-up M-Sport

M-Sport fa di necessità virtù e svela la sua squadra per il WRC 2021, sempre all'insegna dei giovani potenziali talenti. Confermata l'uscita di Esapekka Lappi
WRC | M-Sport svela la squadra per il 2021: Greensmith pilota a tempo pieno, programma parziale per Suninen e promozione per Fourmaux

M-Sport ha sciolto la riserva sulla sua squadra che competerà a livello ufficiale nel WRC 2021. Un annuncio che non svela sorprese ma conferme, con una line-up di giovani piloti accolti sotto l’ala del team che schiera le Ford Fiesta WRC nel Mondiale Rally.

La nuova squadra M-Sport per il 2021

La squadra diretta da Richard Millener però ha dovuto fare i conti con le conseguenze, soprattutto economiche, della crisi pandemica che hanno colpito in particolare la realtà britannica con sede a Dovenby Hall. Dopo un 2020 difficile, in cui la priorità ad un certo punto è stata quella di far quadrare i conti, il 2021 spingerà M-Sport a celebrare il proverbiale matrimonio con i fichi secchi. Ecco quindi che Gus Greensmith ottiene la conferma per un programma completo nella stagione che sta per aprirsi, mentre Teemu Suninen disputerà un campionato parziale, alternandosi sulla Fiesta WRC con Adrien Fourmaux, promosso dal WRC2 ma nel quale comunque continuerà a correre anche nel 2021, questa volta con un programma completo. In pratica, il team ha optato per una soluzione pratica, con un solo pilota a tempo pieno e due part time. Il tutto continuando a perseguire la personale politica di M-Sport di puntare sui piloti giovani, da far crescere e lanciare nelle alte sfere del rally (nelle loro fila sono transitati campioni come Ott Tanak o potenziali tali come Elfyn Evans). E, come già anticipato, non ci sarà Esapekka Lappi, sostituito da Fourmaux, e chiamatosi fuori per sua diretta ammissione a fine della scorsa stagione dopo un solo anno con il team creato da Malcom Wilson. All’origine dello iato, principalmente, delle discrepanze sull’entità dell’ingaggio dell’ex Citroen.

«M-Sport ha una lunga storia di supporto ai giovani piloti, è qualcosa che sente molto Malcolm, e continuiamo a impegnarci con Teemu, Gus e Adrien mentre continuano la loro crescita nel 2021», ha dichiarato Millener, riferendosi anche all’attuale amministratore delegato di M-Sport. «Tutti e tre hanno molto talento e abbiamo ideato programmi per tirare fuori il meglio da ogni pilota, consentendo al contempo un’ulteriore progressione nelle varie fasi della loro carriera».

La promozione di Greensmith

Greensmith ritroverà il suo copilota Elliott Edmondson, i quali hanno ottenuto l’anno scorso come miglior risultato un quinto posto al Rally di Turchia nella loro prima stagione pressoché completa su una World Rally Car, e dando prova a tratti di buone prestazioni. «Gus ha messo a segno alcuni tempi impressionanti negli intermedi e nelle prove dello scorso anno – ha spiegato Millener a proposito del britannico classe 1996 – ed è ora che sviluppi ulteriormente quelle abilità. Siamo lieti di offrirgli la sua prima stagione completa con la Fiesta al top delle specifiche, e vogliamo vedere lui ed Elliott trarre la massima esperienza da un programma completo di rally e test, imparando non solo i rally, ma le complessità del set up, dell’ingegneria e di tutto ciò che serve per diventare un pilota di livello mondiale». Il giovane pilota ha commentato questa investitura: «Sono davvero orgoglioso di rappresentare M-Sport Ford e incredibilmente grato per l’opportunità di un’intera stagione nel Campionato del mondo di rally. Questo è stato il mio sogno sin da quando ero ragazzo e non vedo l’ora di iniziare. L’anno scorso ci ha dato un assaggio di cosa aspettarci, e ora siamo pronti a dare tutto in questa stagione e concentrarci sui progressi durante tutto l’anno, non solo in termini di guida, ma in termini di tutto ciò che serve per realizzare un carriera di successo nel FIA World Rally Championship».

Suninen torna part time

Suninen affronterà il 2021 da part time come fece sino al 2018, ma almeno potrà comunque continuare a disputare qualche gara nel WRC, visto che si parlava di un suo impegno esclusivo nella categoria cadetta del Mondiale per problemi di budget e di ingaggio con M-Sport. Accanto a lui però non ci sarà più Jarmo Lehtinen, al suo fianco dal Rally Italia Sardegna 2019 e in parte responsabile di un incremento di risultati del giovane finnico (la coppia ha ottenuto due podi in questi due anni). «Sappiamo tutti che Teemu ha la velocità, è qualcosa che abbiamo visto alla sua prima uscita con la Ford Fiesta WRC e abbiamo ritenuto importante trovare un modo per lui di continuare con noi quest’anno», ha spiegato Millener. «Siamo riusciti a creare un programma WRC parziale per lui e mireremo a eventi specifici in cui lui e la Fiesta possono essere competitivi. È un peccato aver perso Jarmo, ma Teemu ha imparato molto dal breve tempo trascorso insieme e sono sicuro che ne farà buon uso quest’anno». Suninen ora dovrà cercarsi un nuovo copilota, ma intanto può tirare un sospiro di sollievo per aver salvato la stagione grazie a M-Sport e agli sponsor. «È fantastico tornare a bordo Fiesta WRC quest’anno. Sappiamo tutti quanto siano difficili i tempi in questo momento, e voglio ringraziare il team per il loro continuo supporto e l’opportunità di mostrare cosa posso fare quest’anno. Dovremo aspettare e vedere quanti rally potrò fare, ma lavorerò duro per dare il massimo e ottenere buoni risultati in ogni evento», ha commentato il finnico.

Fourmaux debutterà sulla Ford Fiesta WRC

Infine, Fourmaux, del quale Millener afferma: «ci ha davvero impressionato lo scorso anno». Il transalpino reduce dalla vittoria al Rally delle Isole Canarie nell’ERC godrà di un programma completo nel WRC2, ma potrà anche disputare alcuni eventi selezionati sulla seconda Ford Fiesta WRC, anche se per ora non è stato specificato quali, né per il giovane francese né per Suninen. «Vogliamo assicurarci che possa disputare il maggior numero possibile di rally, continuando a mostrare le prestazioni della Fiesta Rally2 ma anche iniziando a misurarsi con i migliori del mondo», ha spiegato il team principal, che comunque non ha escluso in futuro di poter inserire piloti di alto livello (forse Andreas Mikkelsen?) nella squadra, come ha rivelato a DirtFish.

Tornando a Fourmaux, il terzo classificato nel WRC2 2020 e che ritroverà alle note Renaud Jamoul, ha commentato: «È una nuova stagione con un nuovo obiettivo, ma con un’altra fantastica opportunità per me. Voglio ringraziare Malcolm, Rich e tutto il team per l’opportunità e intendo sfruttare al meglio l’esperienza che sto per fare quest’anno. Non vedo l’ora di spingere per i migliori risultati nella categoria WRC2. Ci siamo avvicinati alla vittoria un paio di volte l’anno scorso e crediamo di avere tutto ciò di cui abbiamo bisogno per avere successo in questa stagione. E ovviamente non vedo l’ora di fare qualche uscita con l’auto WRC, per vivere la competizione a questo livello e comprendere meglio ogni elemento che serve per raggiungere il massimo di questo sport».

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati