Dakar | Tappa 4 Moto: il turno di Barreda nell’alternanza perfetta tra Honda e KTM

De Soultrait nuovo leader

Un perfetta alternanza tra Barreda, vincitore di Tappa 4, e Price, sta caratterizzando la categoria Moto nella Dakar 2021
Dakar | Tappa 4 Moto: il turno di Barreda nell’alternanza perfetta tra Honda e KTM

Honda e KTM proseguono nel loro duello alla Dakar 2021: una guerra di nervi ora in punta di fioretto, ora con la sciabola, ma sempre sul modello parata e risposta. Un giorno vince il team austriaco, un giorno la casa giapponese, in una perfetta alternanza che ha visto oggi, nella Tappa 4 da Wadi Ad-Dawasir a Riad (337 km, ma che arrivano alla lunghezza monstre di 813 km se contiamo anche i trasferimenti), il turno di Joan Barreda per Honda, al suo secondo successo (ovviamente non consecutivo, sennò tutto il nostro discorso va a finire tra le ortiche) in questa edizione.

Barreda e Price si spartiscono le vittorie alla Dakar 2021

Tappa veloce ed essenzialmente di trasferimento quella odierna, ma comunque gara vera, dominata pressoché interamente dallo spagnolo nella sua interezza. Partito 30esimo in virtù dell’opaco risultato ottenuto ieri, Barreda (nella foto in testa in azione nella prova di ieri) approfitta anche dell’errore di navigazione di Toby Price, persosi dopo i primi 80 km, chiudendo alla fine 22esimo con 14’42” di ritardo. Notare la curiosità: abbiamo parlato di perfetta alternanza, e questa si sta realizzando tra Barreda e Price, che si stanno spartendo ad oggi le vittorie di tappa, uno dietro l’altro.

I piazzamenti di Tappa 4

Lo spagnolo, già vittorioso in Tappa 2, chiude quindi al primo posto con 05’57” su un ottimo Ross Branch, in lotta per la maggior parte del tempo per il podio ma non per la vittoria, visto il ritmo imposto dal battistrada Barreda. Dietro al pilota Yamaha si piazza il rookie di KTM Daniel Sanders, che al netto dei successi alternati ai flop del compagno di squadra Price sta dando prova di meritarsi questa opportunità alla sua prima Dakar, con risultati in costante miglioramento. Per l’australiano un ritardo dalla vetta di 06’09”.

Nel resto della top ten al traguardo troviamo Luciano Benavides per Husqvarna, seguito da Xavier De Soultrait a 7’19”, che però oggi si toglie una gran bella soddisfazione come vedremo a breve. Prima proseguiamo con i migliori dieci di Tappa 4, con Joaquim Rodrigues (Hero) sesto, José Ignacio Cornejo settimo e migliore tra gli Honda ufficiali, ottavo un deluso Pablo Quintanilla (Husqvarna), in lotta per il podio sino al km 268, dove si attesta con il sesto tempo per poi scivolare ulteriormente in una pericolosa zona al limite della top ten. Da notare però che alcuni piloti di vertice forse hanno optato per una tattica più conservativa, per garantirsi così una miglior posizione di partenza nella tappa di domani, che sarà bella lunga ed insidiosa, e risparmiare le gomme (ricordiamo che quest’anno le moto avranno a disposizione solo sei esemplari posteriori). Nono posto per Stefan Svitko e decimo per Adrien Van Beveren.

Dodicesimo Sam Sunderland (KTM), quattordicesimo Kevin Benavides e diciottesimo Ricky Brabec, tutti con un ritardo superiore ai dieci minuti. A proposito del campione uscente della Dakar, anch’egli potrebbe aver deciso di non forzare troppo la mano, capitalizzando così una posizione di partenza arretrata e quindi vantaggiosa per domani. Maurizio Gerini chiude 64esimo con con un’ora e quarto di ritardo. Ritiro per il nostro Angelo Pedemonte, che paga le ferite subite nella caduta durante la tappa di ieri, e per Nicolás Robledo Serna, alle prese con un infortunio alla spalla.

De Soultrait nuovo leader

Intanto, Xavier De Soultrait balza in testa alla classifica, ricucendo il gap che ieri lo aveva posizionato terzo a un minuto e mezzo da Skyler Howes, che scivola invece al quinto posto (ma con meno di cinque minuti di ritardo dal primo). Barreda però avanza e vola dietro al francese su Husqvarna con solo 15 secondi di ritardo, mentre al terzo si piazza il compagno di team in Honda Benavides, a poco meno di tre minuti e mezzo. Il migliore tra i KTM in classifica è Sunderland, settimo a sette minuti di gap, seguito da Price a poco meno di otto minuti. Quintanilla chiude la top ten con nove minuti e mezzo da De Soultrait; Sanders è quattordicesimo a quattordici minuti e Brabec quindicesimo a sedici minuti e venti. La classifica, a otto tappe dalla fine della Dakar 2021, resta ancora abbastanza corta ed aperta, almeno per i piloti di vertice.

Dakar 2021, Moto: la classifica dopo Tappa 4

POS.     PILOTI MOTO TEMPO DISTACCO  
1    
(FRA) XAVIER DE SOULTRAIT
HT RALLY RAID HUSQVARNA RACING 15H 00′ 25”    
2    
(ESP) JOAN BARREDA BORT
MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2021 15H 00′ 40” + 00H 00′ 15”  
3    
(ARG) KEVIN BENAVIDES
MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2021 15H 03′ 49” + 00H 03′ 24”  
4    
(BWA) ROSS BRANCH
MONSTER ENERGY YAMAHA RALLY TEAM 15H 04′ 49” + 00H 04′ 24”  
5    
(USA) SKYLER HOWES
BAS DAKAR KTM RACING TEAM 15H 04′ 51” + 00H 04′ 26”  
6    
(ARG) LUCIANO BENAVIDES
ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA FACTORY RACING 15H 05′ 56” + 00H 05′ 31”  
7    
(GBR) SAM SUNDERLAND
RED BULL KTM FACTORY TEAM 15H 07′ 38” + 00H 07′ 13”  
8    
(AUS) TOBY PRICE
RED BULL KTM FACTORY TEAM 15H 08′ 12” + 00H 07′ 47”  
9    
(CHL) JOSE IGNACIO CORNEJO FLORIMO
MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2021 15H 08′ 31” + 00H 08′ 06”  
10    
(CHL) PABLO QUINTANILLA
ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA FACTORY RACING 15H 09′ 56” + 00H 09′ 31”

Leggi altri articoli in Dakar

Commenti chiusi

Articoli correlati