Dakar | Tappa 3 Moto: riecco Price, e KTM si alterna al vertice con Honda. Ma a sorpresa Howes diventa leader in classifica

Cambia ancora la classifica

La lotta si fa sempre più incerta tra le Moto in gara alla Dakar 2021: KTM si prende la rivincita su Honda, ma un outsider conquista la vetta della classifica
Dakar | Tappa 3 Moto: riecco Price, e KTM si alterna al vertice con Honda. Ma a sorpresa Howes diventa leader in classifica

Aveva ragione Toby Price quando ha spiegato, nei giorni scorsi, che la Dakar 2021 potrebbe essere il regno dei continui stravolgimenti in classifica: ed infatti dopo il mezzo flop che ha coinvolto il pilota e i suoi compagni in KTM ieri, l’australiano si riprende e vince la Tappa 3, un percorso ad anello partito e finito a Wadi Ad-Dawasir, alle porte del deserto del Quarto Vuoto, per un totale di 403 km cronometrati. 

Price e Kevin Benavides protagonisti della Tappa 3

In difficoltà tra le insidie delle dune nella seconda tappa, Price oggi parte alla grande portandosi subito in seconda posizione, dietro al rivale di Honda Kevin Benavides, in testa sino al penultimo waypoint, dove si scambia di posto con il rivale di KTM per chiudere così sulla piazza d’onore con un minuto e sedici secondi di ritardo. Price, che si giova di una migliore posizione di partenza dopo essere finito nei bassifondi della classifica, ottiene così la sua seconda vittoria nella Dakar 2021 dopo il successo in Tappa 1

La classifica di Tappa 3

KTM si aggiudica anche il terzo posto della prova con Matthias Walkner a 2’36” di ritardo, ed anch’egli in ripresa dopo le difficoltà meccaniche delle sua moto che ieri gli hanno fatto perdere una enormità di tempo. Quarto posto per Skyler Howes a 6’16”, e sul pilota di Bas Dakar KTM Racing Team torneremo a breve, mentre al quinto troviamo un altro KTM ufficiale che ha ripreso quota dopo le fatiche di Tappa 2, ovvero Sam Sunderland, a 8’24”, staccando di poco Xavier de Soultrait (Husqvarna), sesto. Franco Caimi ottiene per la seconda volta in questa edizione un settimo posto; ottavo il rookie di KTM Daniel Sanders, seguito a ruota da un altro esordiente, ovvero Rui Gonçalves (Sherco). Chiude la top ten José Ignacio Cornejo per Honda: a proposito di questo team, dopo l’exploit di ieri Joan Barreda paga lo scotto di aprire la strada e già più o meno a metà gara perde diciotto minuti da Benavides, per poi chiudere con un mesto 30esimo posto con 24’49” di ritardo. In questo gioco dell’alternanza tra successi e sprofondi tra KTM ed Honda paga dazio pure Ricky Brabec, partito subito dopo il compagno di team Barreda ma terminato 25esimo, com un gap di 21’39”. Ed anche l’alfiere Husqvarna Pablo Quintanilla continua ad alternare discreti risultati con altri più deludenti, come è il caso di oggi: tra una serie di difficoltà il cileno conclude alla fine 23esimo, a 19’15” di ritardo.

Howes nuovo leader tra le Moto nella Dakar 2021

Abbiamo parlato dei capovolgimenti di fronte della classifica, come li aveva previsti Price: ebbene, la coppia Honda Barreda e Brabec dopo Tappa 3 toglie il disturbo dai piani alti e cede il posto ad un sorprendente Skyler Howes, che giusto il giorno prima era ottavo a nove minuti e mezzo dalla leadership. Il 28enne dall’ottimo curriculum ma solo alla sua terza Dakar, dopo un comunque buon nono piazzamento finale nel 2020, non si è discostato sino ad ora dalla top 15 e la costanza ha ripagato, spedendolo in testa alla classifica con un margine di 33 secondi di vantaggio su Kevin Benavides. Lo statunitense però non deve rilassarsi per niente, perché come abbiamo detto la classifica tra le moto è mobile qual piuma al vento, come dimostrano i distacchi contenuti almeno tra i primi quattro: detto di Benavides, Howes ha 1’28” di vantaggio su De Soultrait e 1’52” su Price. Al quinto posto troviamo poi Sunderland con più di cinque minuti di ritardo, seguito da Ross Branch a sette minuti, quasi otto per Luciano Benavides, nove per Barreda che scivola all’ottavo posto, mentre al nono si piazza Adrien Van Beveren ed infine è decimo Cornejo. Fuori dalla top ten Lorenzo Santolino, undicesimo a dieci minuti tondi, seguito da Quintanilla a 10’44” e da Brabec a 12’15”. In generale, non si sono ancora aperte delle voragini, e siamo solo alla terza tappa su dodici, quindi tutto può ancora succedere.

Chiudiamo infine con il migliore degli italiani, che resta Maurizio Gerini, 32esimo al traguardo con 26’01” di ritardo. Il ligure di Solarys Racing, in gara nella categoria Original by Motul (quindi senza assistenza), al momento è 33esimo, con un gap dalla vetta di 1 ora e 25 minuti.

Dakar 2021, Moto: la classifica dopo Tappa 3

POS.   . PILOTA MOTO TEMPO DISTACCO  
1    
(USA) SKYLER HOWES
BAS DAKAR KTM RACING TEAM 12H 04′ 48”    
2    
(ARG) KEVIN BENAVIDES
MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2021 12H 05′ 21” + 00H 00′ 33”  
3    
(FRA) XAVIER DE SOULTRAIT
HT RALLY RAID HUSQVARNA RACING 12H 06′ 16” + 00H 01′ 28”  
4    
(AUS) TOBY PRICE
RED BULL KTM FACTORY TEAM 12H 06′ 40” + 00H 01′ 52”  
5    
(GBR) SAM SUNDERLAND
RED BULL KTM FACTORY TEAM 12H 10′ 15” + 00H 05′ 27”  
6    
(BWA) ROSS BRANCH
MONSTER ENERGY YAMAHA RALLY TEAM 12H 12′ 02” + 00H 07′ 14”  
7    
(ARG) LUCIANO BENAVIDES
ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA FACTORY RACING 12H 12′ 44” + 00H 07′ 56”  
8    
(ESP) JOAN BARREDA BORT
MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2021 12H 13′ 50” + 00H 09′ 02”  
9    
(FRA) ADRIEN VAN BEVEREN
MONSTER ENERGY YAMAHA RALLY TEAM 12H 13′ 57” + 00H 09′ 09”  
10    
(CHL) JOSE IGNACIO CORNEJO FLORIMO
MONSTER ENERGY HONDA TEAM 2021 12H 14′ 12” + 00H 09′ 24”

 

Leggi altri articoli in Dakar

Commenti chiusi

Articoli correlati