Dakar | Auto 2021, Tappa 1: Sainz e Peterhansel mattatori, Loeb mazziato

I risultati della Tappa 1 per le Auto

Carlos Sainz vince nella categoria Auto la Tappa 1 della Dakar 2021, ma X-Raid Mini domina anche con Peterhansel. In difficoltà Al Attiyah e Loeb
Dakar | Auto 2021, Tappa 1: Sainz e Peterhansel mattatori, Loeb mazziato

X-Raid Mini risponde alle prestazioni offerte dai Toyota nel prologo di ieri e porta i suoi due vecchi leoni, Carlos Sainz e Stéphane Peterhansel, sulla vetta della Tappa 1 della Dakar 2021, nel percorso che ha portato oggi i partecipanti dalla partenza di Gedda a Bisha, per 277 km cronometrati su un terreno composto al 49% da sterrati, 48% sabbioso e il restante roccioso.

Sainz e Peterhansel dominano Tappa 1

Per capirci, Sainz vince la prova sul suo buggy Mini John Cooper Works, portandosi al comando della gara dopo i primi 92 km. Dietro al campione uscente nella categoria Auto della Dakar si posiziona Peterhansel, al debutto in coppia con Edouard Boulanger alle note, con un ritardo finale di 25 secondi, rimpallandosi però nella seconda parte di gara la leadership con il compagno di squadra (ripresosi comunque alla grande dopo la falsa partenza nel prologo di ieri, dove ha dovuto fare i conti con delle forature tali da compromettere la sua prova). Ricordiamo che Sainz è scattato 28esimo stamattina, godendo quindi di un tracciato più pulito rispetto agli avversari partiti prima di lui.

Il duo X-Raid Mini è stato il mattatore della Tappa 1, come ci suggerisce d’altronde la stessa classifica: dietro a questi due vecchi leoni si posiziona l’ex WRC Martin Prokop (Benzina Orlen Team), ma con gap di oltre tre minuti, a dimostrazione del fatto che Sainz e Peterhansel oggi erano praticamente irraggiungibili. Bel quarto posto per Mathieu Serradori, già messosi in luce con una vittoria di tappa nella scorsa Dakar: il francese su Century CR6 accusa però un ritardo di oltre sei minuti da Sainz. Sullo stesso mezzo Yasir Seaidan, quinto, mentre al sesto troviamo lo sceicco Khalid Al Qassimi su Peugeot 3008 DKR, autore di una prima parte di gara molto arrembante.

Nasser Al Attiyah parte in sordina

Dal settimo posto in giù troviamo una sfilza di leggende della Dakar, quindi con più di dieci partecipazioni alle spalle, a cominciare da Giniel de Villiers: il pilota su Toyota Hilux ad inizio tappa si era portato subito alle spalle del leader della corsa, Vaidotas Žala, che lo ricordiamo vincitore a sorpresa della prima prova della Dakar 2020. Il lituano di Agrorodeo, anch’egli su Buggy Mini, perde però incessantemente terreno sino a chiudere 36esimo a 44 minuti di ritardo dalla vetta. Tornando alla top ten, all’ottavo posto ecco Nani Roma, che segna il debutto del BRX T1 di Prodrive per il team Bahrain Raid Xtreme; nono Jakub Przygónski (Orlen Team), mentre decimo si posiziona Nasser Al-Attiyah. Il pilota Toyota Gazoo Racing, primo nel prologo di ieri, ha dovuto aprire la strada con tutte le difficoltà che ne sono conseguite: il tre volte vincitore della Dakar ripiomba pure nell’incubo forature, che piegarano la sua gara nel 2020, subendone una e chiudendo in coda alla top ten con un ritardo di oltre 12 minuti.

Loeb fora e perde posizioni

A proposito di forature, questo tipo di imprevisto ha rovinato il ritorno alla Dakar dopo un anno di assenza di Sébastien Loeb: compagno di team di Roma, il francese sul BRX T1 Prodrive stecca subito all’altezza dei primi 37 km dopo aver due volte forato, concedendo così circa 14 minuti dalla testa della corsa. Concluderà alla fine 22esimo, con 24’14” di ritardo. Da notare poi i piazzamenti al 17esimo, 18esimo e 19esimo posto rispettivamente di Yazeed Al-Rajhi, Orlando Terranova e Bernhard Ten Brinke, tutti con un gap da Sainz dai 19’55” secondi in su.

Qui il resoconto della Tappa 1 per le Moto.

Dakar 2021, Tappa 1: top ten categoria Auto

POS.     EQUIPAGGIO VETTURA TEMPO DISTACCO  
1    
(ESP) CARLOS SAINZ
(ESP) LUCAS CRUZ
X-RAID MINI JCW TEAM 03H 05′ 56”    
2    
(FRA) STÉPHANE PETERHANSEL
(FRA) EDOUARD BOULANGER
X-RAID MINI JCW TEAM 03H 06′ 21” + 00H 00′ 25”  
3    
(CZE) MARTIN PROKOP
(CZE) VIKTOR CHYTKA
BENZINA ORLEN TEAM 03H 09′ 14” + 00H 03′ 18”  
4    
(FRA) MATHIEU SERRADORI
(BEL) FABIAN LURQUIN
SRT RACING 03H 12′ 29” + 00H 06′ 33”  
5    
(SAU) YASIR SEAIDAN
(RUS) ALEXEY KUZMICH
SRT RACING 03H 14′ 06” + 00H 08′ 10”  
6    
(ARE) SHEIKH KHALID AL QASSIMI
(FRA) XAVIER PANSERI
ABU DHABI RACING 03H 14′ 09” + 00H 08′ 13”  
7    
(ZAF) GINIEL DE VILLIERS
(ESP) ALEX HARO BRAVO
TOYOTA GAZOO RACING 03H 14′ 55” + 00H 08′ 59”  
8    
(ESP) NANI ROMA
(FRA) ALEXANDRE WINOCQ
BAHRAIN RAID XTREME 03H 15′ 35” + 00H 09′ 39”  
9    
(POL) JAKUB PRZYGONSKI
(DEU) TIMO GOTTSCHALK
ORLEN TEAM/OVERDRIVE 03H 15′ 42” + 00H 09′ 46”  
10    
(QAT) NASSER AL-ATTIYAH
(FRA) MATTHIEU BAUMEL
TOYOTA GAZOO RACING 03H 18′ 30” + 00H 12′ 34”

 

Leggi altri articoli in Dakar

Commenti chiusi

Articoli correlati