Baja Hail 1, Nasser Al Attiyah si aggiudica il primo round dell’ultimo test in vista della Dakar

Sul podio anche Sainz e Peterhansel

Si è disputato il primo dei due appuntamenti del Baja Hail, appuntamento in Arabia Saudita utile come ultima prova prima della Dakar 2021. Il podio dell'evento
Baja Hail 1, Nasser Al Attiyah si aggiudica il primo round dell’ultimo test in vista della Dakar

Il primo round del Baja Hail è di Nasser Al-Attiyah, che sulla Toyota Hilux con la quale tra poche settimane si presenterà alla Dakar 2021 vince l’evento in Arabia Saudita utile per fare le ultime rifiniture in vista del rally raid in partenza a gennaio.

La vittoria di Nasser Al Attiyah al Baja Hail 1

La gara, divisa in due appuntamenti a poca distanza l’uno dall’altro, rientra nel novero dei round del Campionato del Mondo FIA Cross Country Bajas, proponendo agli equipaggi 592 km cronometrati (479 invece quelli del Baja Hail 2, che si tiene da oggi sino al 16 dicembre). Il principe qatariota con il suo fidato navigatore Mathieu Baumel bissa il successo recente ottenuto ad un’altra prova generale della Dakar, ovvero il Rally Andalusia, proiettandosi ancora una volta come favorito del primo appuntamento motorsportivo dell’anno al via il 2 gennaio. «È stata una buona giornata per noi – ha commentato alla fine Al-Attiyah – . Abbiamo avuto fiducia nella nostra velocità. Ci è toccato aprire la strada, ma non c’era altra opzione che spingere. Abbiamo fatto una tappa incredibile senza errori, senza problemi e senza forature. Sono felice di vincere il Baja 1. Ora abbiamo due giorni di riposo. Baja 2 sarà diverso ma cerchiamo di fare del nostro meglio. Si è trattato della terza vittoria nell’Hail, e speriamo che la quarta arrivi molto presto», conclude l’insaziabile membro della famiglia reale del Qatar, che ha praticamente dominato il Baja Hail 1 segnando i migliori tempi già dalla prima giornata di gara.

Sainz e Peterhansel sul podio

Sul podio dell’appuntamento nel deserto del Nafud è salito anche Carlos Sainz con Lucas Cruz, secondi classificati sul loro buggy Mini John Cooper Works del team X-Raid. Squadra che porta al terzo posto anche Stéphane Peterhansel ed Edouard Boulanger, che affronteranno la Dakar per la prima volta assieme. Lo spagnolo campione uscente del rally raid di ASO ha commentato: «È stato un ottimo test per noi. Abbiamo superato entrambe le tappe senza problemi e stiamo facendo progressi con la Mini. Considereremo ora come avvicinarci alla seconda Baja. Vogliamo ancora apportare alcune piccole modifiche, per essere il più preparati possibile per l’inizio della Dakar». Monsieur Dakar ha dovuto fare i conti nella prima giornata con una gomma a terra, perdendo una decina di minuti: nonostante ciò il tredici volte campione della Dakar ha salvato il terzo posto in quello che ha definito «uno shakedown più lungo del solito». Ha spiegato Peterhansel: «[…] È stata la prima volta in questa stagione che ho guidato il buggy Mini e ne sono davvero contento. Non ho spinto al massimo perché non voglio correre grossi rischi con la vettura che userò alla Dakar. La tappa di oggi [del 12 dicembre, ndr] mi è piaciuta più di ieri. Era un misto di sezioni veloci, sabbia e dune. Lo scenario era stupendo».

Baja Hail 1 2020, top 3

1. N. Al-Attiyah (QAT) / M. Baumel (FRA) Toyota – 6h 14m 27s
2. C. Sainz (ESP) / L. Cruz (ESP) MINI JCW Buggy – 6h 20m 37s
3. S. Peterhansel (FRA) / E. Boulanger (FRA) MINI JCW Buggy – 6h 23m 26s

Leggi altri articoli in Dakar

Commenti chiusi

Articoli correlati