WRC | ACI Rally Monza, seconda mattinata: Ogier e Sordo si contendono la testa, Evans contro Tanak per il podio

La seconda mattinata dell'ACI Rally Monza

Nella seconda mattinata dell'ACI Rally Monza si parte con le prove in montagna: in vetta Ogier, ma la lotta per il podio è molto accesa
WRC | ACI Rally Monza, seconda mattinata: Ogier e Sordo si contendono la testa, Evans contro Tanak per il podio

L’ACI Rally Monza entra in quella che oggi potrebbe essere la giornata decisiva, ovvero il nucleo di prove che si svolgono nel territorio del bergamasco, a quote superiori anche ai 1.300 metri. Intanto, questa mattina gli equipaggi hanno potuto toccare con mano le tre PS che caratterizzano la tappa intera e che andranno ripetute dalla tarda mattinata-pomeriggio: un avvio che ha visto duellare Sébastien Ogier, al momento leader, contro Dani Sordo, e con Elfyn Evans terzo incomodo.

Ritiri e penalità all’ACI Rally Monza

Prima di partire con la cronaca, alcune spigolature: Thierry Neuville, grande sconfitto di ieri, non ripartirà oggi per salvaguardare la sua Hyundai i20 Coupé WRC, e ritornerà direttamente domani per l’ultima tappa; è definitivo invece il ritiro di Teemu Suninen, ieri alle prese con un danno al motore tale da depotenziarlo perdendo un cilindro; il suo compagno di squadra in M-Sport, Esapekka Lappi, che ieri tra l’altro era riuscito pure a prendersi la testa della corsa, ha subito una penalità di dieci secondi per aver tagliato una chicane durante l’ultima PS di venerdì: stessa cosa per Sordo. Infine, considerate le nevicate intense che stanno interessando la zona della gara odierna (ma stamattina c’è stato un piccolo rialzo delle temperature, e la pioggia ha sciolto un po’ la neve sul percorso), è stata concessa una ulteriore deroga per le gomme da neve non chiodate, con gli equipaggi che potranno usufruirne di due in più, salendo così ad un totale di dieci pneumatici a disposizione. Invariata invece la quota per i piloti delle categorie di supporto.

ACI Rally Monza:  la PS7

Detto ciò, partiamo dalla prima prova di stamane, ovvero la PS7 di Selvino 1, che con i suoi 25,06 km è la più lunga del programma. Gli equipaggi hanno affrontato una speciale che si inerpica sino a 1.100 metri di quota, presentando una salita iniziale con ben quindici tornanti. Meno neve rispetto a quanto preventivabile, almeno nella prima parte, con strade più fangose che altro e un finale definito da alcuni piloti insidioso: a svettare nella lista dei tempi è stato Ogier, che complice sia il tempone (migliore di 5,6 secondi rispetto al diretto inseguitore Sordo) che la penalità dei suoi rivali di cui abbiamo prima parlato sale di due posizioni e balza in testa alla classifica, con 3,6 secondi di vantaggio sullo spagnolo di Hyundai e 13,4 sul compagno di squadra Evans, mentre Lappi passa al quarto posto con 14,1 secondi di ritardo.

Kalle Rovanpera scivola sul finale in una curva e va a sbattere, ma riprende la marcia quasi subito e ottiene comunque il quinto miglior tempo, restando sesto in classifica dietro a Ott Tanak, ancora non incisivo come al suo solito, ma comunque distante poco meno di due secondi da Lappi. Nel WRC2 Adrien Fourmuax si riprende la testa spodestando Mads Ostberg, mentre Pontus Tidemand scivola al terzo posto.

ACI Rally Monza: la PS8

Proseguiamo con la seconda prova di oggi, la PS8 di Gerosa 1 (11,09 km), che promette più velocità e strade più pulite. Parata e risposta da parte di Sordo, che ottiene il miglior tempo e si riporta in testa con 2,2 secondi di vantaggio su Ogier e 10,2 su Evans. Quest’ultimo deve guardarsi le spalle dall’incombere di Tanak, che balza al quarto posto e si porta a 3,5 secondi dal gallese che si sta giocando titolo piloti ed anche costruttori per Toyota. 

Disastro Ole Christian Veiby: il pilota che sta debuttando su una World Rally Car, la Hyundai i20 privata del team 2C-Competition, va lungo e finisce fuori strada, perdendo una infinità di tempo: più di tre minuti e venti lasciati per strada e crollo di tredici posizioni nella classifica per il giovane norvegese. Il problema di queste prove è un fondo difficile da interpretare con le gomme, perché nella Gerosa chi ha montato pneumatici wet ne ha tratto giovamento, come Rovanpera, ma nella successiva la possibilità di ritrovare fanghiglia mista a neve (visto che si sale a quote più alte) può sovvertire nuovamente la situazione.

ACI Rally Monza: la PS9

E chiudiamo la mattinata con la PS9 di Costa Valle Imagna 1, da 22,17 km: si sale sui 1340 metri sul livello del mare in una vera e propria prova speciale di montagna, ma le strade sono sembrate comunque pulite. Miglior tempo per Evans, che evidentemente ha sentito il pericolo arrivare da Tanak, che ottiene il terzo miglior riscontro cronometrico dietro ad Ogier: quest’ultimo ritorna in vetta, con 6,7 secondi di vantaggio sullo spagnolo, che a sua volta deve guardarsi le spalle da Evans che si porta a soli otto decimi da lui. 

In questo tutti contro tutti Tanak salva il quarto posto ma vede allontanarsi un po’ il podio, distante 8,2 secondi. Nel WRC2 Fourmaux cede il primo posto ad Ostberg, autore di un ottimo tempo, mente nel WRC3 continua la leadership di Andreas Mikkelsen, con trenta secondi di vantaggio su un arrembante Oliver Solberg. Quarto il leader di categoria Jari Huttunen, a un minuto e quattordici secondi di ritardo dalla testa.

Per scoprire quali saranno le prossime prove speciali, gli orari e le dirette tv, potete consultare qui la nostra guida completa all’ACI Rally Monza 2020.

ACI Rally Monza 2020, top ten dopo la PS9

Crediti Immagine di Copertina: Toyota Gazoo Racing

Tags
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati