WRC | ACI Rally Monza 2020, diramata la start list: ecco tutti gli iscritti

Saranno ben 95 in gara

Una nutrita lista iscritti va a comporre l'ACI Rally Monza, che la prossima settimana chiuderà il WRC 2020. Tanti gli italiani al via
WRC | ACI Rally Monza 2020, diramata la start list: ecco tutti gli iscritti

È ormai tutto pronto per l’ACI Rally Monza, che nel prossimo weekend chiuderà l’estenuante stagione 2020 del WRC. Definito il programma con il percorso, è ora il turno di svelare la lista iscritti, che conta in tutto 95 partecipanti, il numero più alto registrato quest’anno negli appuntamenti del campionato.

ACI Rally Monza: la lotta per i titoli nel WRC

Ovviamente sono pronti per la volata finale i team ufficiali, con la lotta tra Hyundai Motorsport e Toyota Gazoo Racing per il titolo Costruttori (al momento i primi sono in testa, divisi però dai rivali diretti inseguitori nella classifica da soli sette punti), e tra Elfyn Evans, Sébastien Ogier e Thierry Neuville – citati in rigoroso ordine di classifica, partendo dall’attuale leader – all’ultima chiamata per decidere chi di loro tre vincerà quello Piloti. Tra Evans e Ogier, ricordiamo, sussiste una distanza di soli 14 punti, mentre tra il gallese e Neuville sono 24: ricordiamo che in palio a Monza ci sono al massimo 30 punti, se consideriamo anche i 5 extra per chi vince la Power Stage. Ognuno poi ha i propri buoni motivi per conquistare il titolo: Evans per laurearsi come terzo campione WRC britannico a venticinque anni da Colin McRae e dopo Richard Burns, di cui proprio ieri si sono celebrati i quindici anni dalla sua prematura scomparsa; Ogier per portarsi a casa il settimo sigillo di una carriera che proseguirà anche il prossimo anno, sempre con Toyota; ed infine Neuville, che dopo aver sfiorato il titolo classificandosi per cinque volte come secondo potrebbe avere la chance di conquistare il primo, agognato successo finale nel Mondiale Rally.

Hyundai inoltre si presenta in gara con Ott Tanak, campione WRC uscente che chiude il suo primo anno con la squadra senza potersi giocare il bis, e Dani Sordo, al suo terzo impegno stagionale con il team. Su una quarta Hyundai i20 Coupé WRC, ma schierata dal team privato 2C-Competition (quello di Pierre-Louis Loubet, che non sarà in gara), correrà per la prima volta Ole Christian Veiby, che quindi non difenderà il team ufficiale nel WRC2 come ha fatto quest’anno. Toyota, oltre al terzo moschettiere Kalle Rovanpera, ripropone in gara con una quarta Yaris WRC Takamoto Katsuta; ricordiamo che entrambi i team sono impegnati in questi giorni nei test ufficiali pre-Monza, a differenza di M-Sport che ormai certifica il suo status di terza forza del campionato, tira i remi in barca e punta a chiudere con onore questa travagliata stagione con Teemu Suninen (che in carriera ha già partecipato, ed anche con profitto, al Monza Rally Show), Esapekka Lappi e Gus Greensmith.

WRC2, battaglia tra Tidemand ed Ostberg

Anche nel WRC2 si chiudono i conti, sebbene Toksport WRT abbia già matematicamente vinto il titolo tra i team, restando quindi ancora in bilico quello dei piloti: quattro gli iscritti, con Pontus Tidemand che proverà a difendere su Skoda Fabia Rally2 Evo la sua leadership dall’assalto di un battagliero Mads Ostberg (su Citroen C3 R5). Completano la start list Adrien Fourmaux, alfiere di M-Sport su Ford Fiesta R5 MkII, e il già campione WRC2 2018 Jan Kopecký, che torna sulla Fabia Rally2.

WRC3 tra la lotta per il titolo e le wild card

Dal WRC3 in giù troviamo una serie di nomi interessanti. Anzitutto, la lotta per il titolo, con il fresco vincitore del Campionato Italiano Rally Terra Marquito Bulacia su C3 R5 in testa, ma insidiato a sole due lunghezze di distanza da Jari Huttunen, su Hyundai i20 R5. Inoltre citiamo la presenza confermata di Andreas Mikkelsen, che per la prima volta dopo un anno torna in gara nel Mondiale Rally, e lo fa con la Fabia Rally2 Evo dopo aver partecipato agli ultimi due round dell’ERC. A proposito del campionato europeo, a Monza ci sarà anche Oliver Solberg, anch’egli a bordo dell’auto ceca, vettura guidata anche dal tre volte campione europeo Kajetan Kajetanowicz e da Emil Lindholm; inoltre sarà in competizione Gregoire Munster su i20 R5 ed assisteremo al debutto di Maro Engel nel mondo rally grazie a Toksport.

Poi ovviamente tanti italiani al via, a partire da Umberto Scandola sulla i20 R5 dello Hyundai Rally Team Italia, Enrico Brazzoli su Fabia Rally2, e tanti altri nella classe RC4, come i giovani protagonisti del CIR Junior 2020 Andrea Mazzocchi (che ha vinto quest’anno il format supportato da ACI Team Italia), Mattia Vita, Giorgio Cogni, Emanuele Rosso, Riccardo Pederzani; presenti anche altri nomi del nostro rallismo come Luca Bottarelli, Mauro Miele, Alessandro Perico e una wild card che proviene dalla MotoGP e che per la prima volta si mette alla prova con una vettura rally, ovvero Franco Morbidelli, in gara con la i20 R5 di Hyundai Rally Team Italia.

Infine, ultimo atto per lo Junior WRC, che vede in lotta per il successo finale Mārtiņš Sesks, Tom Kristensson e Sami Pajari; in questa categoria dei nostri ci sarà solo Fabio Andolfi. Si chiude anche la competizione FIA RGT, dove spicca l’attuale leader nella Abarth Rally Cup Andrea Mabellini e Roberto Gobbin. Qui la lista iscritti completa dell’ACI Rally Monza 2020.

 

Tags
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati