WRC | ACI Rally Monza, via ai test per Hyundai e Toyota [VIDEO]. E Adamo sente “il rumore dei nemici”

Settimana di test in vista dell'ACI Rally Monza

All'approssimarsi dell'ACI Rally Monza Hyundai e Toyota affrontano i test ufficiali prima dell'ultimo round del WRC. Intanto, Andrea Adamo respinge i veleni: "Non tifo per la cancellazione di Monza"
WRC | ACI Rally Monza, via ai test per Hyundai e Toyota [VIDEO]. E Adamo sente “il rumore dei nemici”

Ci avviciniamo sempre di più all’ultimo appuntamento del WRC 2020, l’ACI Rally Monza, e i team scaldano i motori per la volata finale verso i titoli – letteralmente, visto che questa settimana sono partiti i test pre-gara per Hyundai Motorsport e Toyota Gazoo Racing, divise nella classifica costruttori da soli sette punti ed in corsa anche per il trionfo con i loro piloti.

Sordo e Rovanpera i primi ad effettuare i test

Le sessioni, sulle strade del nord Italia, sono partite questo martedì con Dani Sordo per Hyundai (schierato sulla terza i20 Coupé WRC) e Kalle Rovanpera per Toyota (di quest’ultimo possiamo vedere in testa all’articolo il cameracar caricato dal finlandese sul proprio canale YouTube), a rompere il ghiaccio per primi. Tra i due, il giovane pilota su Yaris WRC affronterà per la prima volta con la propria vettura una gara su fondo asfaltato, e come ha dichiarato il suo navigatore Jonne Halttunen, «è bello poter fare chilometri in buone condizioni sulle strade italiane per preparare l’ACI Rally Monza».

Sul fronte Hyundai, RallyeSport riporta il fatto che la i20 WRC di Sordo non presentava gli aggiornamenti aerodinamici sperimentati in particolare all’anteriore della vettura nel recente Kehala Rally, svoltosi in Estonia e con Ott Tanak a bordo dell’auto dotata delle nuove migliorie: non sappiamo perciò se queste novità saranno ulteriormente provate durante questi test, dallo stesso Tanak o da Thierry Neuville, che ricordiamo è in corsa per il titolo piloti contro i due di Toyota, Sébastien Ogier (fresco di rinnovo con il team) e l’attuale leader di classifica Elfyn Evans.

Andrea Adamo, Hyundai, nega di tifare per l’annullamento dell’ACI Rally Monza

A proposito di Hyundai Motorsport, il team principal Andrea Adamo via DirtFish ha negato di voler segretamente tifare per l’annullamento dell’ACI Rally Monza (a noi ci pare un veleno gratuito sparso da chissà chi), cosa che consegnerebbe automaticamente alla squadra il titolo costruttori per il secondo anno di fila. Pur riconoscendo che, nella situazione attuale, non si può mai sapere cosa possa accadere dall’oggi a domani («L’anno scorso siamo andati in Australia per l’ultima gara – fa il paragone Adamo –  e sapevamo tutti che sarebbe stato impossibile [gareggiare, a causa degli incendi in zona, ndr], ma ci siamo andati comunque. A volte devi affrontare la realtà e capire cosa è possibile»), rispedisce al mittente le malizie degli addetti ai livori. «Cosa dicono gli altri di me? Non mi interessa», puntualizza, specificando di aver sempre tifato per Monza. «Se pensano che vogliamo che il campionato sia fatto da sei rally, sono liberi di dire quello che pensano». E citando Mourinho («Ho sentito il rumore dei nemici, e questo mi piace», e avrebbe potuto aggiungere il discorso della Margareth Thatcher intepretata da Gillian Anderson nella quarta stagione di The Crown, sul sentirsi a proprio agio tra i nemici), conclude col botto: «La madre degli imbecilli è sempre incinta».

Niente test ufficiali per M-Sport?

Parlando di avversari e non di nemici, come potete notare non ci sono notizie di test ufficiali da parte di M-Sport, terza forza del campionato, che ormai ha praticamente tirato i remi in barca dopo una stagione difficile (più sul comparto economico che su quello prettamente sportivo) e si concentra ormai sul 2021, pur non presentandosi a Monza per fare da semplice comparsa.

Crediti Immagine di Copertina: Toyota Gazoo Racing

Crediti Video: Kalle Rovanpera

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati