CI Cross Country | Codecà undici volte campione. Trionfa anche Suzuki

Cadecà vince il Tuscan Rewind e si laurea campione

Ancora un titolo tricolore per Suzuki e Lorenzo Codecà, che con la vittoria al Tuscan Rewind conquistano il Campionato Italiano Cross Country. Bordonaro si conferma nel Challenge
CI Cross Country | Codecà undici volte campione. Trionfa anche Suzuki

Con il Tuscan Rewind disputato lo scorso sabato si è chiuso anche il Campionato Italiano Cross Country 2020, che in questa stagione travagliata (ma tutto sommato meno rispetto a quella precedente, almeno per quanto riguarda questa serie ACI Sport) si è disputato lungo quattro round. E ancora una volta a trionfare è stata Suzuki con Lorenzo Codecà, guidato alle note sul Gran Vitara del Gruppo T1 da Mauro Toffoli.

Codecà e Toffoli vittoriosi nel CI Cross Country 2020

L’equipaggio ufficiale della casa di Hamamatsu sembrava destinato comunque a raggiungere l’undicesima (sic!) vittoria titolata per il brianzolo nel CI Cross Country: quest’ultimo infatti si era portato a casa la vittoria nel primo appuntamento del Cross Country Valtiberina, bissando al successivo San Marino, ma il campionato si era poi riaperto a causa del suo ritiro al Baja Adriatico, vinto da Michele Mengozzi su Mitsubishi Pajero Pinin T1, e nuovo leader prima del Tuscan Rewind. Codecà al Tuscan è riuscito a riprendersi la vetta vincendo l’appuntamento in terra senese, guadagnando i punti necessari per il titolo Tricolore e per la vittoria anche nella classifica Costruttori, dominata da Suzuki. Ha commentato il fresco trionfatore 2020: «Una grande vittoria! Al Tuscan abbiamo portato a termine il nostro compito: quello di portare la nostra vettura in fondo alla gara e salire quindi in vetta al Campionato». 

Poker nel Suzuki Challenge per Alfio Bordonaro

Una missione riuscita anche ad Alfio Bordonaro e Roberto Briani, secondi assoluti ed a loro volta campioni nella 21esima edizione del Suzuki Challenge. Per il pilota sulla nuova Grand Vitara DDiS 1.92 T2, vettura ufficiale del monomarca, si tratta in particolare del quarto successo in carriera nel Challenge, nonché il secondo di fila. «Sono molto felice di questo risultato nel trofeo e il secondo posto nel Campionato. È stata una bella gara con prove molto veloci soprattutto per la tipologia delle nostre vetture. Voglio ringraziare tutto il team e il lavoro eccezionale e tutta la mia famiglia. Complimenti anche a tutti», ha commentato alla fine Bordonaro.

Dietro al siculo nella classifica del Suzuki Challenge si posizionano poi Andrea Luchini con Piero Bosco, quest’ultimo campione tra i navigatori. Terzo posto per Alessandro e Marco Trivini Bellini, che falliscono l’assalto al secondo posto del trofeo al Tuscan per via di un ritiro, quarto per Mauro Cantarello e Francesco Facile e quinti Chinti Marino Gambazza e Stefano Tiron.

«Dopo 21 anni è bello poter vedere che a vincere ancora una volta è la passione per il motorsport e in particolare per la disciplina del fuoristrada dove i nostri piloti si sono ancora una volta messi in risalto durante tutta la stagione sportiva – ha spiegato Massimo Nicoletti, team manager di Emmetre Racing, realtà al fianco di Suzuki Italia per la parte tecnica e sportiva -. Anche quest’anno un peso importante è stata l’esperienza messa in campo da piloti come Bordonaro e Luchini che non deludono mai e non perdono il piacere di disputare le gare della specialità nonostante questo sia stata un’annata particolarmente difficile sotto tutti i punti di vista. Ci tengo a fare i complimenti a tutti nostri portacolori».

Suzuki Challenge 2020, classifica finale

BORDONARO ALFIO 105.5 Pt validi; Luchini Andrea 86,5; Trivini Bellini Alessandro 33.5; Cantarello Mauro 30 Marino Gambazza Chinti 28; Emanuele Mirko 21.
Navigatori: Bosco Piero 86.5; Bono Marcello 77; Trivini Bellini Marco 33.5; Facile Francesco 30; Castellani Sandra 27; Tironi Stefano 19; Manfredini Paolo 18.

Suzuki Challenge, Albo d’Oro

2019 Bordonaro-Bono; 2018 Petrucci- Manfredini; 2017 Bordonaro-Bono; 2016 Bordonaro-Bono; 2015 Lolli-Forti; 2014 Spinetti-Giusti; 2013 Dalmazzini-Fiorini; 2012 Lolli-Forti; 2011 Petrucci-Manfredini; 2010 Lolli-Forti; 2009 Lolli-Forti; 2008 Lolli-Forti; 2007 Fichera-Coco; 2006 Fichera-Coco.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati