IMSA | 12 Ore di Sebring, Gara: primo successo di Mazda, titolo all’Acura di Castroneves-Taylor

Doppietta Porsche in GTLM

Harry Tincknell, Jonathan Bomarito e Ryan Hunter-Reay trionfano alla 12 Ore di Sebring, ma sono Helio Castroneves e Ricky Taylor a cogliere il titolo in DPi.
IMSA | 12 Ore di Sebring, Gara: primo successo di Mazda, titolo all’Acura di Castroneves-Taylor

Arriva finalmente la prima vittoria di Mazda in una delle grandi classiche dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship. Harry Tincknell, Jonathan Bomarito e Ryan Hunter-Reay sono riusciti a conquistare la 12 Ore di Sebring, ma Helio Castroneves e Ricky Taylor si laureano campioni con l’Acura del Team Penske. Corvette campione in GTLM ma il successo della corsa va alla Porsche.

Mazda centra la vittoria, Castroneves-Taylor si prendono il titolo

Poteva arrivare addirittura una doppietta per Mazda nella gara endurance della Florida, ma purtroppo una foratura alla gomma posteriore sinistra ha relegato Oliver Jarvis (in quel momento al volante della #77), Tristan Nunez e Olivier Pla in terza posizione, con Juan Pablo Montoya, Dane Cameron e Simon Pagenaud che hanno ottenuto la seconda posizione con l’Acura del Team Penske, a 10”154 dai vincitori e con solo 1”550 di vantaggio sui terzi. Clamoroso comunque come è stato assegnato il titolo: nonostante un problema all’intercooler nella prima ora e gli 11 giri di ritardo accumulati, Castroneves e Taylor (assieme ad Alexander Rossi) hanno recuperato lentamente fino a terminare all’8° posto, sfruttando anche gli errori altrui. A cominciare dall’equipaggio di Wayne Taylor Racing, con Renger van der Zande che si è beccato una penalità già allo start e con Scott Dixon che ha toccato la Mazda #77 (e conseguente sostituzione del radiatore); segue poi quello di Action Express Racing, con Pipo Derani invischiatosi in una lotta con Montoya e spedendo poi il colombiano in testacoda: danno allo sterzo e 6° posto finale, davanti a WTR.

Porsche doppietta: vittoria anche in GTD

Doppietta targata Porsche nell’ultima presenza nel campionato nordamericano. I tedeschi s’impongono in GTLM con Nick Tandy, Frederic Makowiecki ed Earl Bamber davanti a Neel Jani, Laurents Vanthoor e… Bamber, che ha preso il volante di entrambe le vetture. Si tratta della terza vittoria consecutiva alla 12 Ore di Sebring, arrivata dopo che le BMW avevano comandato la corsa prima che un contatto tra Connor De Phillippi e una GTD. I bavaresi hanno terminato comunque 3-4, con Corvette incredibilmente fuori per un problema alla sospensione (la #4) e una perdita di olio (la #3); Antonio Garcia e Jordan Taylor si sono laureati comunque campioni. Bellissima battaglia tra le GTD, dove a trionfare è stata la Porsche di Wright Motorsports. Patrick Long, Ryan Hardwick e Jan Heylen, nonostante un problema all’ammortizzatore ed evitando l’incidente con la BMW, ha preceduto l’Aston Martin di Heart of Racing. Mario Farnbacher e Matt McMurry, secondi assieme a Shinya Michimi, vincono il titolo GTD con l’Acura di Meyer Shank: a contribuire c’è stato l’incredibile doppio KO delle Lexus, avvenuto nella stessa ultima curva e nello stesso momento.

IMSA WeatherTech SportsCar Championship 2020 – Mobil 1 Twelve Hours of Sebring Presented by Advance Auto Parts, gara: classifica

Copyright foto: Richard Dole / LAT Images

Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati