WEC | 8 Ore del Bahrain, Gara: Toyota vince facile, titolo a Kobayashi-Lopez-Conway

Ferrari titolata in GTE-Am

Toyota domina come previsto la 8 Ore del Bahrain, ultimo appuntamento del FIA World Endurance Champiosnhip, con Kamui Kobayashi, Jose Maria Lopez e Mike Conway.
WEC | 8 Ore del Bahrain, Gara: Toyota vince facile, titolo a Kobayashi-Lopez-Conway

Sono Kamui Kobayashi, Jose Maria Lopez e Mike Conway i nuovi campioni del FIA World Endurance Championship. L’equipaggio della Toyota #7 ha dominato la 8 Ore del Bahrain, ultimo appuntamento stagione, e manda brillantemente in pensione la TS050 Hybrid. Porsche vincente nella classe GT-Pro, mentre la Ferrari #83 di AF Corse si laurea campione nella GTE-Am.

Toyota si laurea campione (ma con Kobayashi-Lopez-Conway)

Senza nessuna rivale in pista, la LMP1 è stata molto monotona: pronti, via e il trio Kobayashi-Lopez-Conway ha praticamente lasciato l’abisso tra lei e l’altra Toyota di Sebastien Buemi, Bredon Hartley e Kazuki Nakajima. Per la #8 contavano notevolmente alcune penalizzazioni sulle performance che, alla fine, si sono tradotte con un giro di distacco – contando il fatto che è intervenuta anche una Safety Car a ricompattare le vetture. Molto agguerrita invece la battaglia tra le LMP2, nonostante la presenza di sei prototipi e il titolo già assegnato a Philip Hanson e Filipe Albuquerque: Gabriel Aubry, con una manovra tosta e decisa su Antonio Felix da Costa, ha regalato la vittoria al Jackie Chan DC Racing, a Ho Ping-Tung e a Will Stevens. Jota conclude quindi seconda, seguita sul podio dal Racing Team Nederland. Conclude la corsa Cetilar Racing, rallentata nel finale da un problema ai freni e all’alternatore; nonostante tutto, Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi hanno portato sul traguardo la Dallara, notevolmente meno competitiva dell’Oreca.

Aston Martin nuova regina in GTE-Pro, Ferrari si appropria della GTE-Am

Porsche chiude la stagione con una doppietta: Michael Christensen-Kevin Estre concludono davanti a Richard Lietz-Gianmaria Bruni. Peccato per la Ferrari di James Calado e Daniel Serra: una foratura causata dalla Porsche di Edigio Perfetti l’ha spedita ai box per delle riparazioni, relegandola ultima. Ci pensano Davide Rigon e Miguel Molina a risollevare il morale con il 3° posto, ma il titolo è finito nelle mani di Nicki Thiim-Marco Sørensen, quinta dietro all’altra Aston Martin di Maxime Martin-Richard Westbrook. Infine, la GTE-Am è stata vinta dalla Porsche #56 di Perfetti-Jörg Bergmeister-Larry ten Vorde, ma il titolo è stato assegnato alla Ferrari #83 di AF Corse guidata da Nicklas Nielsen, Emmanuel Corrard e François Perrodo che ha ottenuto sorprendentemente il 2° posto finale.

FIA World Endurance Championship 2019-20 – 8 Hours of Bahrain 2020, gara: classifica

Copyright foto: Marius Hecker / AdrenalMedia.com

Tags
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati