WRC | La FIA lancia la gara d’appalto per cercare i partner fornitori di energia sostenibile

A partire dalla stagione 2022

In vista della nuova era ibrida che si aprirà dal WRC 2022 la FIA ha aperto una gara d'appalto per individuare i fornitori ufficiali per l'energia ibrida, quindi sia elettrica che carburanti sostenibili
WRC | La FIA lancia la gara d’appalto per cercare i partner fornitori di energia sostenibile

In vista del salto quantico di cui il WRC sarà protagonista dal 2022, anno zero della nuova era ibrida, la FIA imprime una accelerata sul versante della sostenibilità lanciando una gara d’appalto con tre lotti aperti ai fornitori di energia, ovviamente ibrida.

La FIA punta ad un Official Energy Partner ecosostenibile

Si cercano quindi dei soggetti che possano diventare Official Energy Partner del Mondiale Rally, e che possano mettere quindi a disposizione la loro tecnologia, ricerca e sviluppo al servizio del nuovo corso delle Rally1, la nuova classe che sostituirà le attuali World Rally Car pur mantenendo il Global Race Engine e motori che per la loro parte termica resteranno 1.6 turbo come quelli attuali, ma ai quali verrà affiancata anche la componente elettrica la cui unità è fornita da Compact Dynamics e la cui potenza ed uso sono stati definiti recentemente dalla FIA (ricordiamo poi che dalla stagione 2023 l’ibrido verrà allargato anche alle Rally2, ovvero le vecchie R5).

I lotti dell’appalto FIA

Il tender lanciato dalla FIA mira ad individuare candidati che forniscano sia l’energia elettrica che i carburanti, ovviamente ecosostenibili: a proposito di questi ultimi, essi rappresentano uno dei tre lotti messi a disposizione, dove si si specifica che si ricerca «un fornitore che produca e consegni un carburante o una serie di carburanti che possono essere utilizzati dai concorrenti di diverse classi nel FIA World Rally Championship», si legge nella comunicazione ufficiale della FIA.

Il secondo lotto riguarda invece il posizionamento del proprio marchio nelle colonnine di ricarica plug-in ibride, ed infine il terzo riguarda la «produzione e fornitura di energia sostenibile nel parco assistenza per coprire le esigenze degli elementi di ricarica plug-in delle auto Rally1 e i requisiti generali di alimentazione del parco». L’appalto riguarda un periodo di tempo che va dalla stagione 2022 alla 2024, e i candidati possono farsi avanti per uno o per più lotti. Entro marzo 2021 verrà ufficializzato l’esito di questo tender emanato dalla FIA, con la nomina dell’Official Energy Partner del campionato.

Crediti Immagine di Copertina: WRC

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati