WRC | Martin, copilota di Evans: “Voglio giocarmela sino in fondo a Monza”

Il navigatore vuole difendere la leadership

Scott Martin, che completa con Elfyn Evans l'equipaggio attuale leader del WRC, non vuole il titolo a tavolino ma la possibilità di giocarselo a Monza
WRC | Martin, copilota di Evans: “Voglio giocarmela sino in fondo a Monza”

Se il campionato WRC 2020 si chiudesse oggi, ed è una ipotesi mica tanto peregrina vista l’incertezza causata dalla pandemia, Elfyn Evans diventerebbe automaticamente il campione mondiale rally di questa tormentata stagione. Con lui il navigatore Scott Martin, al fianco del gallese dello scorso anno (prima una lunga militanza negli abitacoli con Craig Breen).

Scott Martin: “Voglio andare a Monza”

Il britannico che detta le note dentro la Toyota Yaris WRC ha assicurato su DirtFish che tutto vorrebbe tranne che l’ultimo round previsto per questa stagione, l’ACI Rally Monza di dicembre, venisse cancellato. Anzi. «[…] Voglio andare a Monza. Voglio avere la possibilità di salire sul tetto dell’auto e festeggiare: voglio quell’emozione e voglio condividerla con quante più persone possibile del team». Martin, come tanti sportivi d’altronde, desidera l’ebbrezza del podio, della cerimonia che ti incorona re, non del verdetto a tavolino. Tra l’altro a lui ed Evans basterebbe un secondo posto a Monza per ottenere il titolo, anche nel caso in cui il loro diretto inseguitore e compagno di squadra Sébastien Ogier vincesse ed arraffasse anche i punti extra della Power Stage: più stretta la via verso il trionfo 2020 per l’attuale terzo in classifica, Thierry Neuville (praticamente rassegnato), e il quarto, ovvero Ott Tanak, entrambi di Hyundai Motorsport.

“Sono orgoglioso di quanto abbiamo fatto in Toyota quest’anno”

Il parere di Martin è però diverso dal suo pilota, che qualche tempo fa aveva dichiarato che se anche venisse chiusa in questo momento la stagione 2020 del WRC, sarebbe felice così – e ci mancherebbe – perché il campionato è stato vero e combattuto, per quel poco che si è disputato. Il suo navigatore comunque traccia un bilancio molto positivo del loro approdo in Toyota Gazoo Racing: «Sono così orgoglioso di quello che abbiamo ottenuto come squadra quest’anno. Quando guardi al fatto che Toyota ha iniziato quest’anno con tre nuovi equipaggi, il lavoro che questa squadra ha fatto per farci sentire tutti a casa e metterci a nostro agio è stato incredibile. Il modo in cui siamo diventati una squadra è stato brillante: siamo stati sui gradini più alti del podio per la maggior parte dei rally e Kalle Rovanpera è stato proprio lì con noi. Vogliamo vedere la Toyota di nuovo sul gradino più alto – conclude Martin -. È così importante per tutti noi. Sarebbe fantastico dare a tutti la possibilità di festeggiare e trarre giovamento da questa stagione. Tutti sappiamo quanto significherebbe per il team e vogliamo la possibilità di festeggiare insieme». Attualmente Toyota Gazoo Racing è seconda nella classifica costruttori, con soli sette punti di scarto dalla vetta occupata da Hyundai: motivo in più per correre un’altra gara e giocarsela.

Crediti Immagine di Copertina: Toyota Gazoo Racing

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati