SuperCharge, un nuovo campionato per crossover elettrici da 670 CV in arrivo nel 2022

Otto gare in diversi continenti e format spettacolare

La SuperCharge è una nuova serie elettrica che vede protagonisti dei crossover da 670 CV, in azione su piste esclusivamente cittadine.
SuperCharge, un nuovo campionato per crossover elettrici da 670 CV in arrivo nel 2022

È stato annunciato qualche giorno fa il SuperCharge, un nuovo campionato completamente elettrico riservato ai crossover da 670 CV che dovrebbe debuttare nel 2022. Gli organizzatori stanno pianificando la prima stagione che dovrebbe essere composta da ben otto eventi.

Una nuova serie elettrica per crossover: ecco il SuperCharge

Il movimento elettrico sta prendendo sempre più piede nell’automobilismo, non solo per quanto riguarda l’uso stradale ma anche nel motorsport. Se la Formula E nell’arco di diversi anni ha raccolto un notevole numero di appassionati, il Supercharge è pronto a fare lo stesso: gare su circuiti cittadini, otto squadre con due vetture ciascuno e un format pianificato in un solo giorno. L’idea è di Max Welti, ex boss di Porsche Motorsport ed ex Team Director della Sauber in Formula 1, e di Rob Armstrong, ex boss della divisione sportiva marketing di IMG. La serie è aperta ai produttori ma si utilizzerà una specifica auto: la SC01 sviluppata da Willy Rampf, ex capo tecnico della Sauber in F.1 e di Volkswagen Motorsport. Il veicolo è dotato di un motore elettrico su ogni asse che offre una trazione integrale, con un’accelerazione 0-100 km/h in 2”5.

Telaio uguale per tutti, carrozzeria modificabile

Al momento è la Holzer (un’azienda tedesca) al lavoro sulla SC01 del SuperCharge. Se il telaio della SC01 dovrà essere la base, i team e i costruttori potranno modificare la carrozzeria per far avvicinare il design ai propri crossover stradali, un segmento che sta diventando davvero popolare in questi ultimi anni. Inoltre, analogamente come la Formula E, si potrà sviluppare la propria tecnologia per la batteria.

Ecco i dettagli sul format di gara

Al momento potrebbero esserci tre eventi in Europa, due in Medio Oriente, due in Asia, uno in Cina e uno negli Stati Uniti d’America. Ogni evento avrà una pista da un chilometro che utilizzerà un design “anfiteatro” che darà precedenza alla visione globale degli spettatori. Ci saranno quattro ostacoli: una rampa da 2,5 metri, una zona a basso attrito, spruzzi d’acqua artificiali e un’estensione della pista chiamata “Superloop” che richiama il Joker Lap del rallycross. Il format è stato pensato assieme al British Automobile Racing Club e a Motorsport UK, pensando anche di fare domanda alla FIA per ricevere il riconoscimento di serie internazionale.

Leggi altri articoli in Monomarca

Commenti chiusi

Articoli correlati