WRC | Rally Italia Sardegna 2020, prima giornata: Sordo in testa, tallonato da Suninen

Il resoconto dopo le ultime due PS di venerdì

Si chiude la prima giornata di gara del Rally Italia Sardegna 2020 all'insegna di due mattatori, ovvero Dani Sordo e Teemu Suninen
WRC | Rally Italia Sardegna 2020, prima giornata: Sordo in testa, tallonato da Suninen

DA ALGHERO – La prima giornata del Rally Italia Sardegna si chiude in gloria per Dani Sordo, che sembra aver ritrovato lo stesso feeling che aveva lo scorso anno quando vinse la tappa del WRC. Ma, quasi fosse un corso e ricorso della storia, anche chi salì allora sul podio del porto di Alghero, Teemu Suninen, ha conservato alla fine di oggi la stessa piazza d’onore. Hyundai Motorsport ed M-Sport hanno diversi motivi di soddisfazione ma anche di delusione (i problemi di Ott Tanak, poi ripresosi, ed il ritiro per un misterioso surriscaldamento alla Ford Fiesta WRC per Esapekka Lappi), mentre Toyota si porta avanti con Sébastien Ogier, che assieme ad Elfyn Evans confida nei vantaggi di non dover partire per primo sugli ostici sterrati sardi a cominciare da domani. Vediamo quindi cosa è successo nella PS5 e PS6, che hanno chiuso il programma odierno.

Rally Italia Sardegna 2020, la PS5

Penultima prova di oggi, la PS5 di Sedini – Castelsardo 1 presentava 14,72 km con frequenti cambi di ritmo. Se Dani Sordo continua a passeggiare praticamente sul velluto, conquistando la doppietta miglior tempo e prima posizione in classifica, che mantiene senza grossi patemi d’animo, si rifà sotto Ott Tanak, i lquale dimostra la bontà del lavoro svolto dai tecnici Hyundai al parco assistenza (pare che nella mattinata abbia avuto problemi alle sospensioni), firmando il secondo miglior riscontro cronometrico, a soli nove decimi di secondo dal compagno di squadra Sordo. L’altro Hyundai, Thierry Neuville, stalla in un tornante ma riparte quasi subito, guadagnando addirittura una posizione in classifica ai danni di Elfyn Evans: il belga sale al quarto posto, a 8,7 secondi da un podio in cui compare nell’ordine crescente Sébastien Ogier, Teemu Suninen e appunto Sordo, mentre il gallese scivola al quinto, che lamenta problemi di grip alla pari del compagno di squadra francese (entrambi sono partiti per primi, d’altronde).

In casa Toyota soffre di nuovo Kalle Rovanpera dopo una mattinata da lui giudicata insidiosa: nella PS5 il giovane finnico si ritrova ad avere a che fare con problemi tecnici che gli fanno perdere non poco tempo, ben un minuto in prova. Da notare l’ottimo tempo di Pierre-Louis Loubet, che però deve fare i conti con un danno al paraurti posteriore della sua Hyundai i20 Coupé WRC privata, dopo aver subito un impatto a fine tappa. Nel WRC2 fora Adrien Fourmaux, che così consegna la leadership a Pontus Tidemand, mentre risale faticosamente la Citroen C3 R5 di Mads Ostberg, che si era ritrovato stamattina solo con la trazione posteriore. Riparato l’imprevisto, il norvegese è chiamato ad una disperata rimonta visto che ha un ritardo di cinque minuti e dieci secondi da Tidemand, che dopo il Rally di Turchia gli ha pure soffiato la vetta del WRC2.

Rally Italia Sardegna 2020, la PS6

Chiudiamo la prima giornata del Rally Italia Sardegna 2020 con la PS6 di Tergu – Osilo 1, 12,81 km, all’insegna della velocità e delle rocce sulla strada. Sordo si porta a casa un nuovo successo nella prova, chiudendo così questa tappa sempre più da leader con un margine di 17.4 secondi su Suninen e 35,2 su Neuville, che seppure si ritrovi con l’auto spenta due volte oggi riesce comunque a spodestare dal podio Ogier, piuttosto infastidito dal ripristino della regola che nella seconda parte della prima giornata di un rally vede i leader di classifica scattare per primi sulla strada.

Nella top ten che conclude la prima tappa del RIS 2020 notiamo che i distacchi tra un pilota e l’altro non sono abissali, e così abbiamo in lotta al momento per la top 5 Evans e Gus Greensmith, il britannico di M-Sport che ha disputato un’ottima gara oggi. Loubet è settimo, staccando di venti secondi un Tanak in risalita costante (ma a quasi due minuti dalla vetta). Rovanpera langue al nono posto, mentre chiude la top ten Oliver Solberg, primo nel WRC3 dopo una giornata molto positiva per il giovane figlio d’arte. Nel WRC2 comanda ancora Tidemand, insidiato ad una trentina di secondi da Fourmaux.

Infine, nel Junior WRC svetta Tom Kristensson. Non benissimo per i nostri piloti: dopo Fabio Andolfi alle prese con problemi di salute, ACI Team Italia è costretta a rinunciare anche a Marco Pollara, forzato al ritiro per la rottura del semiasse della Ford Fiesta Rally4. Il pilota però potrebbe ritornare in gara domani (qui la nostra guida al Rally Italia Sardegna 2020, con illustrato il programma completo), grazie alla regola del Rally2.

Rally Italia Sardegna, la top ten dopo la prima giornata

Crediti Immagine di Copertina: Hyundai Motorsport

 

Tags
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati