WRC | Ufficiale: Monza chiuderà il campionato 2020. I primi dettagli del programma

Monza entra nel Mondiale Rally

Il WRC 2020 si chiuderà a dicembre con il Rally di Monza: raggiunto l'accordo. I primi dettagli trapelati e il nuovo calendario
WRC | Ufficiale: Monza chiuderà il campionato 2020. I primi dettagli del programma

DA ALGHERO – Arrivano novità per il WRC 2020. Se dagli spifferi che abbiamo captato non c’è il massimo dell’ottimismo per quanto riguarda la prossima gara, l’Ypres Rally in Belgio del prossimo 19-22 novembre, arriva infine la tanto agognata conferma di Monza come ultimo appuntamento del campionato di quest’anno. Si tratta di una indiscrezione che vi passammo già in tempi non sospetti, all’inizio di questa estate, per poi riprendere forza di recente.

E così, mentre è in corso il penultimo round del Rally Italia Sardegna, il nostro Paese continua a fare incetta di eventi motorsportivi in questa complessa stagione, dal Mondiale di F1 a quello conclusosi ad Imola (il motorsport di casa nostra è mattatore anche per vie traverse, come vediamo) di ciclismo su strada. Anche il campionato del mondo rally avrà più di un appuntamento in terra italiana, con Monza prevista il prossimo 4-6 dicembre. 

I primi dettagli sul Rally di Monza 2020

Da quello che si sa sarà un evento molto concentrato, sui 220 km di prove speciali che avranno il circuito come gran protagonista. Ora, pare che non si andrà incontro ad un tanto temuto (dai piloti) format del tipo Rally Show, con le prove solo sulla pista, visto che si sconfinerà negli asfalti che corrono intorno all’autodromo, sebbene il programma ed il percorso verranno definiti in questi giorni: da quanto risulta ad oggi il primo e ultimo giorno dovrebbero coinvolgere il circuito, mentre la giornata di mezzo le strade intorno. Prendiamo intanto atto che le trattative tra FIA, WRC Promoter ed ACI, che qualche addetto ai livori dava per spacciate nei giorni scorsi, sono giunte ad una felice conclusione. E se tutto va bene, il WRC 2020 potrebbe avere otto appuntamenti in tutto: quasi un miracolo, con un numero di gare che riecheggia come unico precedente l’annata 1995.

“Il Rally di Monza pioniere di un nuovo approccio al WRC “

Il Direttore Rally per la FIA Yves Matton ha così commentato: «Nella situazione attuale, stiamo sviluppando nuovi approcci e l’ACI Rally Monza Italia ne è un ottimo esempio. È l’unione di un evento iconico del circuito con tappe di rally più tradizionali nella campagna vicina. Questa nuova tipologia potrebbe alla fine aiutare a portare il WRC in Paesi o regioni in cui sono richiesti nuovi format. È stata necessaria una grande flessibilità da parte dell’ACI e del suo Presidente Angelo Sticchi Damiani per portare questo nuovo evento in calendario in una fase così tarda, e li ringrazio per il loro grande impegno e professionalità».

Stiamo quindi andando incontro ad una mutazione genetica del format delle gare WRC, con appuntamenti a ridosso dei circuiti? D’altronde anche l’Ypres Rally avrà una parte in comune con la pista di Spa-Francorchamps, ma quello che potrebbe proporre Monza potrebbe diventare un unicum da cui, forse, ripartire. Intanto Sticchi Damiani incassa questo nuovo successo per ACI e per l’Italia:  «Abbiamo accettato con spirito di servizio nei confronti della FIA e nell’interesse dell’automobilismo internazionale di organizzare la prova conclusiva del Campionato del Mondo Rally. Per noi, come Automobile Club d’Italia, sarà l’ennesimo impegno di una stagione che ci ha visti protagonisti in tutte le maggiori serie dell’automobilismo sportivo. Abbiamo proposto ed ottenuto che l’accordo si estendesse anche al 2021 ed è proprio in questa ottica che abbiamo deciso di aderire. Sarà un grande evento che chiuderà in maniera assolutamente degna la massima serie del rallismo internazionale, serie che avrà nel Circuito di Monza, Tempio della Velocità, la sua degna conclusione. Uno spettacolo e un palcoscenico unico per costruttori, team, piloti, produttori degli pneumatici, che nella prossima stagione si arricchirà anche della presenza del grande pubblico degli appassionati. Con la decisione odierna il 2020 di Automobile Club d’Italia entra di diritto nella storia del motorismo sportivo internazionale, con cinque eventi mondiali, tre Gran Premi di F1 e due Rally del WRC, svolti nel nostro Paese».

WRC 2020, calendario aggiornato

1. Monte Carlo: 23 – 26 Gennaio
2. Svezia: 13 – 16 Febbraio
3. Messico: 12 – 15 Marzo
4. Estonia: 4 – 6 Settembre
5. Turchia: 18 – 20 Settembre
7. Italia (Sardegna): 8 – 11 Ottobre
8. Belgio: 19 – 22 Novembre
9. Italia (Monza): 4-6 dicembre

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati