IGTC | 8 Ore di Indianapolis, Gara: dominio di BMW con Catsburg-Farfus-De Philippi

Doppietta della casa bavarese

BMW conquista una meritata vittoria nella 8 ore di Indianapolis, secondo round dell'Intercontinental GT Challenge, con Walkenhorst Motorsport e i piloti Nicky Catsburg, Augusto Farfus e Connor De Phillippi.
IGTC | 8 Ore di Indianapolis, Gara: dominio di BMW con Catsburg-Farfus-De Philippi

Una vittoria schiacciante quella ottenuta da BMW nella 8 Ore di Indianapolis, secondo appuntamento dell’Intercontinental GT Challenge. Nicky Catsburg, Augusto Farfus e Connor De Phillippi, a bordo della BMW M6 GT3 #34 di Walkenhorst Motorsport, hanno ottenuto una doppietta precedendo i compagni di squadra Nick Yelloly, Martin Tomczyk e David Pittard.

BMW domina facilmente, guai e problemi per gli avversari

Sebbene siano partiti dalla pole position, i tre piloti BMW hanno preso il comando della corsa solamente alla terza dopo una lunga sfida con la Bentley Continental GT3 di K-PAX Racing. Poi è arrivata la sfortuna a colpire la vettura britannica: una collisione con una GT4 quando era al volante Jordan Pepper ha danneggiato le sospensioni, con il sudafricano che ci ha messo molto tempo prima di raggiungere il proprio garage. Non è andata meglio nemmeno agli altri avversari principali: all’Audi R8 LMS GT3 Evo #31 del Team Hardpoint aveva subito una foratura alla gomma posteriore sinistra mentre la pista si stava asciugando dopo la pioggia iniziale, perdendo di fatto terreno dalla vetta; l’Acura NSX GT3 Evo #30 di JAS Motorsport è quindi emersa come la principale sfidante finché un problema elettrico alla frizione ha tenuto ferma l’auto giapponese al pit-stop, proprio quando Dane Cameron l’aveva riportata allo stesso numero di giri della BMW.

Doppietta BMW davanti ad Acura

Walkenhorst Motorsport ha centrato un facile 1-2 tenendo conto anche della BMW #35, che ha concluso sul traguardo con oltre 40” di ritardo; un bel successo tenendo conto anche la 24 Ore del Nürburgring dove era presente proprio Catsburg. Sul podio sale invece proprio l’Acura di Cameron, Renger van der Zande e Mario Farnbacher ma con un giro di ritardo, davanti all’Audi #31 di Mirko Bortolotti, Markus Winkelhock e Spencer Pumpelly. Mercedes-AMG quinta con l’esemplare di DXDT Racing che vedeva Colin Braun, George Kurtz e Ben Keating, mentre Porsche è sesta con Wright Motorsports, iscritta alla Silver Cup.

Intercontinental GT Challenge Powered by Pirelli 2020 – Indianapolis 8 Hours, gara: classifica

Copyright foto: Brian Cleary / SRO

Tags
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati