WRC | Rally di Turchia 2020, resoconto della mattinata: duello tra Ogier e Neuville. Fuori Tanak

Rally Turchia ancora aperto per la vittoria

Vediamo cosa è successo nella mattinata del Rally di Turchia, dalla PS3 alla PS5: non sono mancati i primi colpi di scena
WRC | Rally di Turchia 2020, resoconto della mattinata: duello tra Ogier e Neuville. Fuori Tanak

Sébastien Ogier ha ingaggiato un duello rusticano con Thierry Neuville nella mattinata di gara del Rally di Turchia 2020 in cui si è corsa dalla terza alla quinta prova speciale. Ma, come è tradizione di questo appuntamento, non sono mancati i colpi di scena scatenati dalle insidie di un percorso che non ammette prigionieri.

Rally di Turchia 2020, la PS3

Eravamo rimasti alla fine di ieri con la PS2, dopo la quale Sébastien Loeb si era issato leader seguito dal compagno di squadra Neuville e da Ogier. Quest’ultimo ha chiuso la mattina in testa, con un attacco partito già dalla PS3 della lunga e panoramica Yeşilbelde 1, 31,79 km che toccano anche la costa. Il francese di Toyota Gazoo Racing fa valere la propria esperienza coronata dalla vittoria in Turchia lo scorso anno ed ottiene il miglior tempo, balzando nella vetta della classifica e staccando Neuville di 1,7 secondi, il quale ammette ci sia da fare qualche lavoro con la i20. Loeb soffre con il grip (paga la scelta di una combinazione tra gomme medie e dure) e non va oltre il quarto tempo nella PS, scivolando di ben tre posizioni a 16,8 secondi dalla vetta, oltre ad essere superato da un Elfyn Evans pimpante che invece si porta al terzo posto dopo la prova. Kalle Rovanpera resta quinto e riesce a tenere a distanza Teemu Suninen, sesto a 11 secondi dal finnico.

Ma il primo colpo di scena di oggi avviene a 25,9 km dall’inzio della Yeşilbelde, durante la prova di Ott Tanak: un guasto allo sterzo manda fuori strada la Hyundai i20 Coupé WRC dell’estone, che rimane bloccato a cercare di capire dove stava l’inghippo con l’auto. «Sì, possiamo confermare che abbiamo avuto qualche problema allo sterzo – ha poi spiegato ai media il pilota attualmente terzo nella classifica del WRC 2020 -. Non sappiamo ancora esattamente [quale sia il problema preciso] perché l’auto è ancora nella foresta e prima dobbiamo aspettare che torni al parco assistenza per vedere cosa è realmente accaduto». Per Tanak quindi si apre la prospettiva di un eventuale rientro in gara domani, per la giornata finale, se i meccanici riuscirano a venire a capo del busillis. Ma l’estone si è detto «abbastanza certo» che si ripresenterà al via domenica.

Nel WRC2, dopo la PS3, mantiene la vetta Adrien Fourmaux sulla Ford Fiesta MkII R5, mentre Eyvind Brynildsen si è fermato con la Skoda Fabia Rally2 Evo ed ha perso la piazza d’onore, dove invece si è issato Pontus Tidemand. Cambio della guardia anche nel WRC3, con il tre volte campione europeo Kajetan Kajetanowicz (su Fabia Rally2 Evo) che spodesta la Citroen C3 R5 di Marquito Bulacia.

Rally di Turchia 2020: la PS4

Eccoci quindi alla PS4 di Datça 1 da 8,75 km, altro classico della Turchia e che prosegue la panoramica sulla costa sud-occidentale. Qui Ogier allunga il passo vincendo anche questa prova e portandosi a tre secondi tondi di vantaggio nella generale da Neuville, che comunque ottiene il secondo miglior riscontro cronometrico pur lottando con il bilanciamento del posteriore della i20 e una scelta delle gomme, a suo dire, non comparabile con quelle più morbide di cui si è avvantaggiato Ogier. Invariato il resto della top ten, con Evans che allunga di pochino il distacco da Loeb, così come Rovanpera nei confronti di Suninen.

Rally di Turchia 2020: la PS5

La mattinata si è conclusa con la PS5 di Kızlan 1 da 13,15 km, una novità introdotta nell’edizione dello scorso anno. Neuville prende di petto la situazione e risponde ad Ogier, ottenendo il miglior tempo nella prova e rimettendo le lancette del suo ritardo a 1,6 secondi dal rivale Toyota nella classifica generale. Da notare gli M-Sport, sempre fanalino di coda, con Suninen migliore dei tre piloti con il suo sesto posto, seguito da un Esapekka Lappi che nella mattinata fatica con l’assetto per migliorare un po’ la situazione nella PS5 e da Gus Greensmith, anch’egli decisamente più soddisfatto con il set-up della Ford Fiesta WRC dopo aver apportato qualche cambiamento. Buon nono posto per Pierre-Louis Loubet, sulla Hyundai i20 Coupé WRC del team privato 2C-Competition.

Alla fine di questo primo giro Neuville ha dichiarato, nello spazio del Meet The Crew: «Stiamo lottando per la leadership ovviamente, ma durante i test ho avuto un feeling migliore e mi aspettavo che saremmo stati più competitivi. Ovviamente gli altri stanno andando forte, ma ho faticato con la guidabilità, soprattutto nei momenti difficili. Spero che nel secondo giro saremo in grado di aumentare la velocità». Dal canto suo, Ogier ha promosso la propria mattinata, spiegando: «Le lacune sono piccole quindi tutto è ancora in gioco. Sarà difficile ma di sicuro sono contento del mio rally fino ad ora. […] Vediamo questo pomeriggio, farà molto caldo e sarà dura con le gomme, cose che di solito non sono male per me». Si riparte quindi in questo momento con il giro pomeridiano: qui tutti i dettagli con gli orari italiani.

Rally di Turchia 2020, top ten dopo la PS5

 

Tags
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati