WRC | Rally di Turchia, PS1: numero degli Hyundai, tutti e tre i piloti a podio

Neuville vince la PS1

Scatta il Rally di Turchia 2020 e Hyundai Motorsport fa subito suo il podio della PS1. Toyota insegue
WRC | Rally di Turchia, PS1: numero degli Hyundai, tutti e tre i piloti a podio

È partito la tredicesima edizione del Rally di Turchia, al momento terzultimo round del WRC 2020 (vediamo se nelle prossime settimane aggiungeranno altri appuntamenti) che porta gli equipaggi sugli implacabili sterrati di una gara quest’anno ridotta un po’ ai minimi termini, ma che promette comunque spettacolo.

Rally Turchia 2020, PS1: Hyundai nei primi posti

Eccoci quindi con la prima prova speciale su dodici in tutto (sic!), la Içmeler da 13,90km, ridotta rispetto al programma 2019 ma che preserva la sue caratteristiche veloci rispetto al resto delle altre PS, più lente ma ugualmente insidiose. A svettare ancora una volta è Thierry Neuville, e ci riferiamo al miglior tempo conquistato in precedenza stamane allo shakedown: il belga conferma un buon inizio conquistando il primo posto nella PS1, con un ottimo vantaggio di 3,3 secondi su un ritrovato Sébastien Loeb e, a chiudere la tripletta Hyundai Motorsport, sul terzo posto del vincitore del Rally Estonia Ott Tanak. 

Un podio quindi tutto all’insegna delle i20 Coupé WRC, a dimostrazione del fatto che la vettura in questi mesi di lockdown è stata davvero migliorata tra test e gare estemporanee, più il lavoro nelle officine di Alzenau. Le mazzate del Rally del Messico dello scorso marzo, ultimo round prima del lockdown e terminato con qualche grattacapo tecnico per Hyundai, sono servite, e già dalla ripartenza in Estonia stiamo vedendo delle vetture coreane più performanti ed affidabili.

Rally Turchia 2020, PS1: indietro i Toyota

Siamo ancora alla PS1, certo, ma i rivali dovrebbero iniziare a preoccuparsi un po’: infatti i piloti Toyota Gazoo Racing sono indietro, a cominciare da Elfyn Evans che chiude quarto, sebbene a 4 decimi da Tanak, e Sébastien Ogier, quinto a 5 secondi da Neuville. Ricordiamo però che quest’ultimo, in particolare, ha dovuto aprire le strade essendo attuale leader della classifica. Un cauto Kalle Rovanpera ottiene lo stesso tempo del rivale di M-Sport Teemu Suninen, sesto ed entrambi a 5,2 secondi dalla vetta. Un po’ deluso l’altro pilota su Ford Fiesta WRC, Esapekka Lappi, che chiude ottavo, seguito dall’altro M-Sport Gus Greensmith, che fortunatamente è riuscito a partire nonostante l’incidente nello shakedown che alla fine però ha solo ammaccato l’auto. 

Decimo Pierre-Louis Loubet, carta dei team clienti di Hyundai Motorsport e bravo a superare questo primo test sulle rocce con la i20 Coupé WRC di 2C-Competition. Adrien Fourmaux è primo nel WRC2, mentre Marquito Bulacia guida per ora la classifica all’interno del WRC3. In partenza la prossima prova speciale, l’ultima di oggi, la PS2 di Gökçe da 11,32 km. 

Rally Turchia 2020, top ten dopo la PS1

Tags
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati