CIR

CIR Junior | Il punto della situazione di Bormolini: “Obiettivo macinare chilometri” [INTERVISTA]

Occhi puntati sul Sanremo

Michele Bormolini ha archiviato le prime tre gare del Campionato Italiano Rally Junior con l'ACI Team Italia ed è arrivato il momento di fare un primo bilancio della stagione.
CIR Junior | Il punto della situazione di Bormolini: “Obiettivo macinare chilometri” [INTERVISTA]

Il Campionato Italiano Rally Junior è scattato lo scorso fine luglio con il Rally di Roma Capitale ma non è stato solo il ritorno alle gare per la stagione rally: per Michele Bormolini, facente parte dell’ACI Team Italia, è stato il primo vero banco di prova dopo una trepidante attesa dovuta all’emergenza COVID-19. Sempre giunto sul traguardo, il giovane pilota di Livigno ha mostrato velocità e maturità in condizioni certamente non facili: ecco il punto della situazione con un occhio di riguardo verso il prossimo Rally di Sanremo.


Dopo una lunga attesa per via della pandemia di Coronavirus, è arrivato finalmente il vero debutto stagionale al Rally di Roma Capitale come pilota targato ACI Team Italia. Quali sono state le tue prime sensazioni?

Come hai detto, questo è stato il mio debutto nel mondo dei rally partendo da una gara non facile, come la tappa italiana dell’ERC di Roma Capitale valida anche per il CIR Junior, il campionato che sto affrontando quest’anno. Di certo non è semplice cambiare disciplina e passare dal mondo dei kartcross a quello delle auto con la nuova Ford Fiesta R4.

Nella prima uscita a Roma sei giunto 6° nel CIR Junior, ma si trattava più di un primo assaggio: cosa ti ha sorpreso di più e come ti ha aiutato Daniel Pozzi in quel weekend?

È stata una gara molto complicata, suddivisa in due giorni con due conformazioni diverse delle strade, però mi ha aiutato molto per iniziare a imparare e crescere. Di sicuro iniziare a lavorare assieme al proprio navigatore non è semplice, ma con Daniel Pozzi abbiamo iniziato un percorso di crescita per entrambi che sta andando decisamente bene.

Al San Marino Rally è arrivata la prima vera difficoltà, avendo leggermente sbattuto nello shakedown: come ti sei sentito in quel momento?

È stato il secondo appuntamento del nostro programma, con una prima gara su terra che non è affatto iniziata bene nello shakedown: la fortuna non mi aveva aiutato! S’impara anche dagli errori, sono esperienze che si devono mettere nel proprio bagaglio.

Nonostante l’ostacolo iniziale, hai raccolto comunque la miglior performance stagionale con il 4° posto tra gli Junior. La regolarità conta molto nei rally e, contando anche la Targa Florio, hai sempre raggiunto il traguardo: come puoi tradurre questi tuoi risultati?

Motorsport Italia è riuscita a rimettere in sesto la mia vettura per il giorno dopo, andato molto bene tra l’altro. La terra – un terreno a me molto amico – mi ha aiutato per cogliere la quarta posizione. L’obiettivo di questa stagione è macinare tanti chilometri e portare sempre il risultato a casa. La costanza e la crescita nel corso delle giornate di gara hanno caratterizzato le mie prestazioni che, prova dopo prova, mi hanno portato a migliorarmi e a ridurre il gap dai miei avversari.

La Targa è una gara ricca di fascino e di storia, probabilmente anche la più difficile del calendario. Com’è stato questo tuo ultimo fine settimana di competizioni?

La gara del Targa Florio è stata caratterizzata dal meteo variabile, con la pioggia che non ci ha aiutato nella scelta delle gomme, poiché bisognava tener conto del numero limitato di gomme. Il primo giro di prove lo abbiamo affrontato tutti con gomme da asciutto, mentre nel secondo abbiamo di montare le gomme da bagnato, scelta differente da tutti i miei avversari; ciò non ha pagato dato che la pioggia è arrivata soltanto nel terzo giro, dove purtroppo abbiamo effettuato soltanto una prova su tre. Comunque abbiamo dimostrato che le condizioni di viscido e umido riesco ad andare molto meglio, segnando addirittura un 3° posto di categoria.

Ora sguardo ai prossimi impegni: il Rally di Sanremo è un’altra grande prova e avrai ancora un altro mese di preparazione essendo il programma il 3-4 ottobre. Come ti stai approcciando alla corsa ligure?

Il Sanremo è una gara storica molto affascinante dove la preparazione mentale sarà molto importante, visto soprattutto la difficolta delle prove. Guardare diversi video on-board sarà importante per capire come dovremo affrontare la corsa e come effettuare la preparazione delle note.


Come detto, il prossimo impegno del Campionato Italiano Rally Junior sarà il Rally di Sanremo, previsto per il 3-4 ottobre prossimi. Michele Bormolini continuerà anche il suo racconto stagionale attraverso il proprio canale YouTube omonimo, dove pubblica costantemente dei vlog del suo percorso sportivo.

Copyright foto: ACI Sport

Leggi altri articoli in CIR

Commenti chiusi

Articoli correlati