Ford Fiesta Rally3, proseguono i test. M-Sport confida nell’omologazione a gennaio

Altri test in Polonia per la Fiesta Rally3

La Ford Fiesta Rally3, prima vettura a rientrare in questa nuova classe, è ormai alle ultime rifiniture con i test e lo sviluppo
Ford Fiesta Rally3, proseguono i test. M-Sport confida nell’omologazione a gennaio

La Ford Fiesta Rally3 sta prendendo sempre più forma in vista di una futura, anzi imminente come sperano dalle parti di M-Sport, omologazione da parte della FIA.

La nuova Ford Fiesta Rally3, prima vettura di questa classe

La nuova creatura, uscita dalle officine del team in Polonia, ha iniziato la fase di sviluppo e di prove su strada in Sardegna su sterrato con a bordo Nil Solans, già campione Junior WRC, e prima ancora con il tre volte campione europeo Kajetan Kajetanowicz in una pista d’aeroporto vicino a Cracovia, mentre questa settimana toccherà ancora agli asfalti polacchi. Con la nuova categoria introdotta dalla FIA della Rally3 (potremmo definirla brutalmente una via di mezzo tra le già R5 e le R2, una specie di vettura a quattro ruote motrici adatta ai clienti sportivi che non vogliono dissanguarsi e possono usufruire di un’auto pratica e prestante) M-Sport avrà praticamente un esemplare in tutte le classi rally, dalla vecchia R1, ora Rally5, sino alle World Rally Car del team ufficiale impegnato nel WRC, e che saranno rinominate Rally1.

Il lavoro di sviluppo sulla Ford Fiesta Rally3

Da M-Sport Poland arriva il commento del Managing Director Maciej Woda, che ha fatto il punto sul lavoro con la Ford Fiesta Rally3, non senza qualche impiccio: «Il primo test serviva giusto per confermare che l’auto funzionava. È stato un po’ una sfida trovare un luogo dove testare l’auto dopo l’allentamento delle restrizioni sul coronavirus e tutte le sedi erano al completo: alla fine siamo dovuti andare in un aeroporto a 100 chilometri da Cracovia. Hanno chiuso la pista per la giornata in modo da poter testare la vettura». In seguito la Fiesta Rally3 è stata spedita in Sardegna per i test sui particolari sterrati aspri del luogo, perché come spiega Woda «volevamo sottoporre la vettura a un vero stress».

Si punta all’omologazione per gennaio 2021

«Abbiamo percorso circa 1.000 chilometri con Nil e Kajto in questi cinque giorni – puntualizza – e ci sono stati solo alcuni piccoli problemi che ora stiamo risolvendo». Ora, l’auto che è stata creata praticamente durante i mesi del lockdown prima di essere messa su strada concluderà i test, in vista dell’omologazione da parte della FIA. «Abbiamo già raccolto molte informazioni e dati sul fatto che questa vettura si inserirà davvero bene tra la Rally4 e la Rally2. Onestamente, è un’auto brillante. Avere un’auto a quattro ruote motrici con circa 210 cv è qualcosa su cui stiamo spingendo da un po’ di tempo ed è fantastico essere in grado di essere i primi a raggiungere questo nuovo livello della piramide della FIA».

M-Sport è in effetti pioniera nel campo delle Rally3, come lo fu ai tempi della Fiesta R5 nel 2013 e della Fiesta Rally4, primo modello Ford inserito nella nuova classificazione e che è stato presentato agli inizi del 2020. La Fiesta Rally3 non dovrebbe superare il costo di 100.000 euro e dalle parti di M-Sport ci si augura possa essere omologata il prossimo primo gennaio.

Crediti Immagine di Copertina: Churimotorsport

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati