JWRC | Le parole di Pollara, Andolfi ed Oldrati dopo il Rally Estonia

Gli italiani del Junior WRC in Estonia

Gli equipaggi italiani impegnati nel Junior WRC tornano dalla ripresa del campionato al Rally Estonia con alcune belle prestazioni e qualche sfortuna di troppo: i loro commenti
JWRC | Le parole di Pollara, Andolfi ed Oldrati dopo il Rally Estonia

Il Rally Estonia conclusosi questo weekend ha segnato anche la ripartenza dello Junior WRC, giunto al suo secondo round stagionale dopo l’esordio in Svezia lo scorso febbraio, quasi un’era fa.

Rally Estonia 2020, quinto posto nei Junior per Pollara e Messina

Nel campionato riservato agli Under troviamo al momento le uniche partecipazioni italiane nel Mondiale, con gli equipaggi ACI Team Italia e con Enrico Oldrati ed Elia De Guio. E rispetto al primo appuntamento svedese, le cose sono andate un po’ meglio per i nostri colori. Partiamo dal miglior piazzato, ovvero Marco Pollara con Maurizio Messina, i quali nel lotto dei partecipanti tutti a bordo della Ford Fiesta Rally4 hanno chiuso quinti, a sette minuti dal vincitore dell’appuntamento estone per il Junior WRC Mārtiņš Sesks.

I veloci sterrati del round di riapertura del Mondiale hanno determinato una serie di ribaltamenti di fronte anche tra i giovani piloti, ma il siculo e il proprio copilota hanno tenuto botta mettendo a segno una bella rimonta che lungo tutto il weekend li ha portati dalla coda della classifica di categoria sino alla top 5, nonostante una foratura nella nona prova speciale. E mentre grossi nomi pativano dei ritiri, come l’ex leader dello Junior WRC 2020 Tom Kristensson (che dopo l’Estonia cede il primato a Sesks), Ken Torn ed anche, ahinoi, il nostro Fabio Andolfi, l’equipaggio nella sua prima stagione mondiale confermava invece il buon risultato ottenuto in Svezia (decimo, migliore della spedizione italiana tra i Junior), migliorando ulteriormente in Estonia.

Il commento di Marco Pollara

Pollara ha così commentato il suo weekend: «Sono contentissimo del mio rientro nel mondiale, la trasferta al Rally Estonia mi ha dato grandi soddisfazioni, perché nei tre giorni di gara ho migliorato la mia performance, chilometro dopo chilometro. Nei secondi passaggi sulle speciali sono riuscito a migliorare i miei riscontri cronometrici sui passaggi precedenti. Se non fosse stato per la foratura nel corso della PS9 del sabato avrei potuto osare qualcosa in più, ma sono molto contento del mio quinto posto in un rally dove non avevo mai corso».

«Dovevamo in primis arrivare e fare esperienza – ha poi ammesso -, ci siamo riusciti ed è uscito fuori alla fine un ottimo risultato che non era previsto, e sono così arrivati altri 10 punti per la classifica dello Junior», che proiettano Pollara al nono posto, in un contesto in cui la situazione è ancora abbastanza aperta per le posizioni di metà classifica. «Voglio ringraziare la Federazione ed ACI Team Italia per questa opportunità di correre nello JWRC – conclude il siculo in forze alla Scuderia Movisport – e potermi confrontare con rivali davvero agguerriti e competitivi. Molti di loro sono già al secondo anno, se non il terzo per alcuni, ed anche per questo motivo, il mio risultato di oggi è la conferma che sto andando bene. Le coperture Pirelli si sono dimostrate perfette sulla terra estone, prove molto veloci con continui salti. […] Ringrazio anche il mio navigatore Maurizio Messina, con il quale abbiamo trovato subito il giusto feeling e siamo riusciti a fare un ottimo lavoro sui due passaggi delle ricognizioni. Adesso, prima del prossimo appuntamento mondiale, farò sicuramente qualche apparizione sulle strade di casa, ma per adesso, nelle prossime ore, voglio godermi l’ottimo piazzamento di oggi».

Lo stesso Messina ha rivolto parole di stima per il suo pilota: «Devo dire che siamo felici dopo una gara davvero complicata, Marco Pollara è stato un highlander facendo una splendida corsa che ci ha regalato che ci ha regalato altri 10 punti nello Junior».

Rally Estonia, ritiro per Fabio Andolfi

Con il forfait di Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella, che però dovremmo rivedere nel prossimo round Junior al Rally Italia Sardegna (la serie poi si concluderà in Belgio, all’Ypres Rally), ACI Team Italia si presentava in Estonia con Fabio Andolfi e Stefano Savoia. Per loro però la trasferta baltica è stata alquanto sfortunata, conclusasi anzitempo per un problema di affidabilità della loro Fiesta Rally4 già nella PS2. «La nostra gara è di fatto finita dopo 200 metri dallo start», ha spiegato un rammaricato Andolfi sui social, spiegando che già all’inizio hanno perso ben 27 minuti, cosa che li ha messi fuori dai giochi nella lotta per un posto almeno in top ten. Nonostante abbiamo provato a rimettersi su strada nella PS3 e nonostante un buon tempo di categoria, il quinto, una volta conclusa questa prova è arrivata la decisione del ritiro. «Tuttavia, anche se la gara non è andata come speravamo – ha poi scritto il savonese, che rispetto ai compagni di vivaio è quello con maggiore esperienza nel WRC -, vogliamo ringraziare chi ci ha seguito, e soprattutto sostenuto, quindi un grazie ad ACI Team Italia, ACI Sport, Pirelli, M-Sport Poland, e alla nostra scuderia Movisport, ma anche un grazie a voi che ci avete sostenuto da casa in questo momento complicato».

L’Estonia di Oldrati e De Guio

Fuori dal recinto ACI Team Italia ha corso Enrico Oldrati con Elia De Guio, coppia che dopo l’undicesimo posto in Svezia ha migliorato anch’essa, chiudendo l’Estonia dei giovani al settimo posto finale. «Voglio ringraziare di cuore il mio team per tutto il supporto durante questo weekend così tosto», è il commento del pilota, che ha poi aggiunto: «Per quanto mi riguarda, anche se non mi piace mai perdere sono comunque grato per la sfida e l’esperienza che abbiamo fatto: tutto quello che possiamo fare è continuare a lottare e non mollare mai».

Tags
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati