WRC | Inarrestabile Oliver Solberg: vince il Rally Estonia nel WRC3, ma resta con i piedi per terra

Prima vittoria nel WRC3 per Solberg

Un altro successo per Oliver Solberg, che prosegue la sua stagione strepitosa vincendo nel WRC3 il Rally Estonia. Le sue parole
WRC | Inarrestabile Oliver Solberg: vince il Rally Estonia nel WRC3, ma resta con i piedi per terra

Non si sa quante volte sia stato abusato il termine “rivelazione”, “giovane talento” o “predestinato” con Oliver Solberg, ma al di là della retorica spicciola e della banalità di certe etichette che a volte complicano una carriera anziché lanciarla, lo svedese sta dimostrando di avere la stoffa del potenziale campione.

Il successo di Oliver Solberg al Rally Estonia 2020

Solberg jr ha conquistato senza troppo patemi d’animo la sua prima vittoria nel WRC3, in occasione del Rally Estonia da cui lo scorso weekend è ripartito il campionato del mondo. Quasi un minuto il vantaggio del pilota su Volkswagen Polo GTI R5 rispetto al primo inseguitore Jonne Huttunen, e nonostante due forature nella giornata di sabato l’equipaggio completato da Aaron Johnston cconclude una gara quasi sempre in vetta alla categoria, e con nove vittorie su diciassette prove speciali.

«Fantastico, è stato un weekend incredibile», ha commentato alla fine Oliver Solberg. «È andato tutto molto bene. Dopo l’assistenza di sabato abbiamo disputato lunghi giri ed è stata dura per l’auto, ho avuto due forature nella stessa prova speciale [la Kanepi, ndr]. Questa PS non mi è piaciuta affatto, ma è stata comunque piacevole. Ho perso tempo, ma è andata così e fortunatamente sono riuscito a superare le altre prove per riuscire a mantenere il comando. È stato stupefacente. Le strade sono incredibili. Mi sono piaciute molto le sezioni tortuose, era qualcosa di nuovo rispetto a quello a cui siamo abituati. È sempre bello affrontare qualcosa di nuovo. È stato molto difficile ma comunque abbastanza piacevole quando devi gestire la vettura. È stata dura ma mi piace quando è dura, quindi è stato davvero un bel weekend».

Solberg in testa tra le R5 al Rally Estonia

Solberg, che nella classifica assoluta si è piazzato nono con ben due minuti di vantaggio rispetto all’esperto Mads Ostberg, vincitore nel WRC2 con la Citroen C3 R5, ha inoltre conquistato il primato di classe e si è tolto la soddisfazione di essere stato il migliore tra tutte le Rally2 (o R5) iscritte in Estonia, dove ha già corso in passato. «Devi essere intelligente su queste strade, c’è il rischio di forare […]. Ma quando guidi contro un pilota come Mads, lui attacca sempre ovunque e in ogni momento. Ha così tanta esperienza di guida e sa dove attaccare e dove no. È dura, soprattutto sabato quando all’inizio ero abbastanza teso, è difficile sapere se [Ostberg] spingerà forte o meno», ha proseguito Solberg.

Solo nel 2020 il giovane pilota ha messo in archivio un buon numero di gare al livello internazionale, nonostante il lockdown, tra il debutto nel WRC3 sia con la Volkswagen che con la Skoda Fabia Rally2 e l’avvio sontuoso nell’ERC, con il podio al Rally di Roma Capitale e un altro successo, il secondo di fila, al Rally Liepāja. Difficile dire, ora come ora, quale possa essere il limite di questo ragazzo appena maggiorenne e con un curriculum già di tutto rispetto, al di là dei meri risultati. Buon sangue non mente, visto che parliamo di un pilota capace di mettere in fila avversari più navigati di lui e con lo stesso potenziale talento del padre Petter. Intanto si gode il momento, senza grosse certezze sui prossimi impegni.

“È tutta una questione di esperienza”

«Finora ho vinto solo un rally – ha spiegato, come riporta RallyeSport-. Devo ancora lavorare molto. Ogni evento è così diverso e ho bisogno dell’esperienza di ogni rally. In Messico mi sono ritirato nella prima tappa per via della rottura della coppa dell’olio. Questo è ciò che amo, imparo sempre qualcosa di nuovo ogni giorno. È tutta una questione di esperienza. L’anno prossimo non so davvero cosa succederà, probabilmente guiderò di nuovo la R5 e imparerò il più possibile ad ogni gara. Ora ho le note per il Messico. Scopro sempre posti nuovi e avrò esperienza per il prossimo anno. Si tratta di esperienza e di guadagnare velocità, sempre».

Crediti Immagine di Copertina: Pagina Ufficiale Facebook Oliver Solberg

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati