ELMS | Altra vittoria di Ferrari a Le Castellet, l’equipaggio rosa di Iron Lynx sul podio

Secondo trionfo stagionale per il Cavallino

Duncan Cameron, Matthew Griffin e Aaron Scott portano sul gradino più alto del podio la Ferrari 488 GTE nell'appuntamento dell'ELMS a Le Castellet.
ELMS | Altra vittoria di Ferrari a Le Castellet, l’equipaggio rosa di Iron Lynx sul podio

Seconda vittoria stagionale per la Ferrari nell’European Le Mans Series, con la serie ritornata sul tracciato di Le Castellet per il terzo round dell’anno. Duncan Cameron, Matthew Griffin e Aaron Scott si sono imposti con la 488 GTE di Spirit of Race, mentre Manuela Gostner, Michelle Gatting e Rahel Frey salgono sul gradino più basso del podio con Iron Lynx.

Prima ora turbolenta sotto la pioggia

La gara è scattata dietro la Safety Car a causa della pioggia incessante che da ore stava cadendo sul circuito francese Al comando si presenta la Porsche 911 della Proton Competition di Christian Ried, Michele Beretta e Alessio Picariello, subito pressata dalle Ferrari 488 GTE: la migliore al via è la numero 60 dell’Iron Lynx con Claudio Schiavoni, Rino Mastronardi e Nicklas Nielsen. C’è subito battaglia, tanto che nei primissimi giri le posizioni alle spalle del battistrada cambiano in continuazione. Finalmente la pioggia inizia ad abbandonare il Paul Ricard, anche se l’asfalto è ancora molto bagnato. Broniszewski prova ad anticipare tutti cambiando per primo le gomme e, una volta rientrato in pista, inizia una rimonta a base di giri veloci che lo riportano in breve tempo in seconda posizione. Intanto inizia a spuntare anche qualche raggio di sole e tutti rientrano ai box ad eccezione della Proton Competition, che sceglie una strategia differente e si fermerà ben oltre il quarto di gara.

La zampata ai pit-stop di Spirit of Race

La Ferrari di Kessel Racing conclude la propria impressionante rimonta e passa al comando, mentre la Porsche viene superata anche dalla 488 GTE di Spirit of Race. Ma ancora una volta c’è spazio per la Safety Car, che entra in pista e annulla tutti i distacchi. Una volta ripresa la gara, la Ferrari di Iron Lynx recita il ruolo della lepre, inseguita da quella di Spirit of Race e dalla Porsche. Un incidente nell’ultima ora provoca un nuovo ingresso della Safety Car e il tempo per ripristinare il tratto di pista interessato dall’episodio suggerisce ai piloti di effettuare un’ultima sosta ai box. Di questo episodio approfitta Matt Griffin che porta la 488 GTE di Spirit of Race al comando davanti alla Porsche di Picariello e alla Ferrari di Iron Lynx numero 83 con Michelle Gatting al volante, conquistando così la vittoria.

Copyright foto: Ferrari

Tags
Leggi altri articoli in Endurance & GT

Commenti chiusi

Articoli correlati