Motori e ciclismo si incontrano: nasce l’AG2R Citroen Team

La nuova squadra debutta nel 2021

Sancito il nuovo corso del team WorldTour, che sigla la partnership con il colosso automotive: ecco l'AG2R Citroen Team, all'insegna di ambiziosi obiettivi e nuovi ingressi nella squadra
Motori e ciclismo si incontrano: nasce l’AG2R Citroen Team

In questo momento si sta correndo il Tour de France nell’inedito periodo in coda all’estate, causa Covid, con la quarta tappa da Sisteron a Orcières-Merlette con il primo arrivo in salita di questa edizione. Tra i vari team in gara abbiamo anche AG2R La Mondiale, formazione transalpina capitanata dalla speranza francese Romain Bardet, attualmente 17esimo in classifica generale a 17 secondi dal leader Julian Alaphilippe.

Ecco l’AG2R Citroen Team

Perché in un sito dedicato al motorsport vi stiamo parlando di ciclismo? Presto detto: la squadra WorldTour è fresca di un accordo firmato con Citroen per una nuova avventura per entrambe le realtà d’eccellenza francesi, come vi avevamo già anticipato. Nasce così l’AG2R Citroen Team, con la partnership che inizierà dal 2021 e durerà sino alla stagione 2025. In tempi di vacche magre anche per il ciclismo di altissimo livello, con team importanti nel settore professionistico costretti ad abbassare la saracinesca o a cercare nuovi sponsor (come non pensare alle difficoltà della Quick Step, squadrone che fa faville soprattutto nelle classiche, prima di stringere un accordo con la Deceuninck, o ancora la fine della BMC, sostituita dall’attuale CCC, e il cambio della guardia tra Sky ed Ineos per quanto concerne la formazione di Chris Froome ed Egan Bernal?), questa collaborazione ha un effetto dirompente, visto che a partire dalla prossima stagione l’AG2R godrà di un budget da ben 23 milioni di euro per potenziarsi e rilanciare le sue ambizioni nel calendario WorldTour. 

Il nuovo corso dell’AG2R grazie a Citroen

Soldi che si traducono nel potenzialmente del progetto sportivo, con enfasi sul miglioramento delle prestazioni anche grazie alla tecnologia e una squadra che si baserà sulle teste di serie come Benoît Cosnefroy, in stagione vincitore del Grand Prix Cycliste la Marseillaise, il belga Oliver Naesen (secondo alla Milano Sanremo dello scorso anno) e i nuovi arrivi di Greg Van Avermaet, già campione olimpico 2016 e pronto a rilanciare la propria carriera dopo gli anni non proprio esaltanti con la CCC, e il lussemburghese Bob Jungels, già Deceuninck – Quick Step e pure lui intenzionato a dare nuovo slancio alle proprie ambizioni. L’AG2R Citroen, inoltre, continuerà ad aderire al Movimento per un Ciclismo Credibile, che il team ha contribuito a fondare nel 2007.

I motivi della partnership tra AG2R e Citroen

«Siamo orgogliosi di iniziare a scrivere un nuovo capitolo nella storia del nostro team chiamato AG2R Citroen Team», ha dichiarato il direttore generale del team Vincent Lavenu. «Abbiamo lavorato fianco a fianco con il nostro partner ufficiale AG2R La Mondiale per trovare un co-partner di eccellenza. Citroen ha dimostrato di essere il compagno di squadra ideale per la crescita della squadra. Non vediamo l’ora di iniziare questa collaborazione ricca di condivisione ». Gli fa eco André Renaudine, amministratore delegato AG2R La Mondiale: «Siamo molto felici di estendere il nostro impegno con la squadra di ciclismo guidata da Vincent Lavenu fino al 2025. Siamo orgogliosi che Citroen, marca iconica e popolare, si unisca a noi per condividere le emozioni che abbiamo vissuto con la squadra per più di 20 anni. Siamo guidati dagli stessi valori umani, di prestazioni e di audacia, e non vediamo l’ora di scrivere insieme nuove pagine di questa bellissima storia».

Il direttore generale di Citroen, Vincent Cobée, spiega il senso ed i motivi di questa partnership: «Citroen è ed è sempre stato un marchio popolare che appartiene alla cultura pop. Il ciclismo è uno sport popolare che affascina persone di tutte le origini, nazionalità, età e background. Quindi è stato molto naturale per noi essere coinvolti in questo sport. I nuovi clienti Citroen acquisiti negli ultimi 5 anni sono estremamente sensibili all’ambiente e alla sua salvaguardia, piuttosto che alle tradizionali prestazioni automobilistiche. Il 2020 segna tra l’altro un punto di svolta nell’elettrificazione della gamma Citroën con il lancio di 6 modelli 100% elettrici o ibridi ricaricabili (Ami – 100% ëlectric, ë-C4 – 100% ëlectric, ë-SpaceTourer – 100% ëlectric, ë-Jumpy – 100% ëlectric, ë-Jumper – 100% ëlectric, C5 Aircross Hybrid). La partnership con il team ciclistico di Vincent Lavenu sottolinea l’importanza della mobilità sostenibile per Citroen».

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati