ACI Rally Italia Talent 2020, la semifinale ad Adria

I piloti alla prova della Suzuki Swift Sport Hybrid

Volata finale per l'ACI Rally Italia Talent 2020, il format per i rallisti del domani con Suzuki partner ufficiale. Tappa ad Adria per una edizione dai numeri record
ACI Rally Italia Talent 2020, la semifinale ad Adria

In una stagione così particolare (per non dire altro) anche per il motorsport, l’ACI Rally Italia Talent giunge alla semifinali dopo la fase di scrematura per i piloti amatoriali che cercano la loro grande occasione nel mondo rally.

Si aprono le semifinali dell’ACI Rally Italia Talent 2020, edizione record

Da oggi sino a mercoledì 2 settembre quindi si terrà il penultimo passo che conduce alla finale: l’appuntamento del 31 agosto-2 settembre si terrà presso l’Adria International Raceway, nella provincia di Rovigo. Sui 10.538 iscritti totali di quest’anno, trend in costante crescita rispetto alle edizioni precedenti (per dire, solo nel 2019 i partecipanti furono 9.113), siamo arrivati a restringere il campo dopo nove round di selezione a 172 piloti e 68 navigatori. Come sempre, l’auto ufficiale sarà la Suzuki Swift Sport, vettura compatta, agile e scattante – adatta quindi anche ai neofiti – che nella semifinale di Cavanella Po e nella finale del 14-16 settembre sarà in versione Hybrid: una vettura stiamo vedendo in azione nella classe R1 in questo 2020 nelle varie gare dei campionati titolati italiani rally, con a bordo Simone Goldoni ed Eric Macori, equipaggio selezionato per lo sviluppo dell’auto ibrida. La hot hatch da 129 cv e coppia massima di 235 Nm tra i 2.000 e i 3.000 giri presenta inoltre un motore elettrico da 13,6 cv, molto reattivo in accelerazione.

Tanti giovani all’ACI Rally italia Talent 2020

I partecipanti in questo mese lotteranno quindi per l’ambito premio principale in palio, ovvero la possibilità di gareggiare in appuntamenti dei campionati nazionali o trofei titolati ACI Sport nella stagione 2021, nei panni di piloti e copiloti ufficiali per il team di Rally Italia Talent, succedendo ai trionfatori 2019 Luca Insalata e Lorenzo Lamanda. Quasi la metà degli iscritti di questa stagione, ovvero il 48%, ha meno di 25 anni (a partire dai sedicenni, che possono aderire presentando una liberatoria dei loro genitori), mentre quelli al di sotto dei 35 arrivano all’87% del totale partecipanti; inoltre il 12% degli iscritti sono donne e da quest’anno possono far parte dell’ACI Rally Italia Talent anche aspiranti piloti disabili, che corrono su una Suzuki opportunamente predisposta dall’azienda di Moncalvo D’Asti Handytech. Va da sé inoltre che tutte le selezioni, semifinale e finale del format di quest’anno si stanno svolgendo e si svolgeranno nel pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria.

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati