IndyCar | Gateway, Gara 1: Dixon controlla Sato, quarto successo dell’anno per il pilota di Ganassi

Il neozelandese solido al comando

Scott Dixon vince la sua quarta gara stagionale nell'IndyCar Series, precedendo Takuma Sato nella prima delle due gare di Gateway.
IndyCar | Gateway, Gara 1: Dixon controlla Sato, quarto successo dell’anno per il pilota di Ganassi

Una vera e propria costante Scott Dixon in questo 2020: il pilota neozelandese di Chip Ganassi ha conquistato la quarta vittoria dell’anno nella prima delle due gare di Gateway dell’IndyCar Series, riuscendo a gestire al meglio un arrembante Takuma Sato nel finale.

Il resoconto della gara: Dixon precede Sato sul traguardo

Altro capolavoro di strategia per Ganassi, in grado di effettuare un ultimo velocissimo pit-stop a 38 giri dalla fine che ha permesso a Dixon di portarsi davanti a Patricio O’Ward. L’attuale capoclassifica ha subito preso le distanze dal messicano di Arrow McLaren SP, che si è subito arreso di fronte a Sato che gli aveva fatto quasi perdere il controllo della propria vettura. Il giapponese, reduce dalla vittoria alla Indy 500 e vincitore qui lo scorso anno, poteva contare su gomme molto più fresche ma non è riuscito ad avere quel guizzo in più che gli permettesse di sopravanzare Dixon. Alla fine i due hanno chiuso con un margine di soli 0”140, mentre O’Ward ha salutato ancora una volta le speranze di vedere il primo trionfo in carriera con un distacco di 7”005. Ottima prestazione anche da parte di coloro che sono arrivati ai piedi del podio: Colton Herta risulta essere il migliore degli alfieri Andretti con il suo 4° posto, mentre Marcus Ericsson si è fatto perdonare per l’incidente di Indianapolis con il 5°; infine, Rinus VeeKay è il miglior rookie di giornata con la sesta piazza.

Incredibile incidente alla partenza con tanti volti noti

Non ci sono stati i protagonisti che ci aspettavamo: Will Power – che aveva ottenuto la pole position – non è mai stato della partita e ha chiuso mestamente 17°, mentre Josef Newgarden è solo 12°. Peggio è andata ad Alexander Rossi, coinvolto in un incidente alla partenza senza sue colpe: Alex Palou è uscito dalla traiettoria interna, traendo in inganno Simon Pagenaud e Oliver Askew che hanno accelerato seguendolo; da lì il patatràc, con il rookie di McLaren che ha tamponato il francese che, a sua volta, ha colpito Rossi. Coinvolti anche Zach Veach, Ed Carpenter e Marco Andretti, tutti ritirati. In top-10 troviamo invece Ryan Hunter-Reay (7°), Felix Rosenqvist, Tony Kanaan e Conor Daly.

NTT IndyCar Series 2020 – Bommarito Automotive Group 500 doubleheader, gara 1: classifica (in arrivo)

Copyright foto: Joe Skibinski

Leggi altri articoli in Formule

Commenti chiusi

Articoli correlati