CIRT | San Marino Rally 2020, la startlist all’insegna dell’effetto novità e dei ritorni

La lista iscritti del San Marino Rally

Ecco i protagonisti principali in gara nelle varie categorie e validità del San Marino Rally, secondo round del Campionato Italiano Rally Terra
CIRT | San Marino Rally 2020, la startlist all’insegna dell’effetto novità e dei ritorni

Manco iniziato e già il Campionato Italiano Rally Terra sta per giungere al suo giro di boa con il San Marino Rally, valido per il CIRT, il CIR Junior, il CIRT Storico, la Coppa Rally di Zona e per il Campionato Italiano Cross Country.

Il duello tra Andreucci e Campedelli, entrambi con novità al San Marino Rally

Insomma ce n’è per tutti i gusti, ma ovviamente il proscenio se lo prende anzitutto la lotta per il titolo assoluto sugli sterrati italiani, dove spicca al momento Paolo Andreucci. Vincitore del precedente Rally Città di Arezzo-Crete Senesi e Valtiberina, il toscano è attualmente leader della classifica con soli tre punti sul diretto inseguitore Simone Campedelli e cinque su Giacomo Costenaro. Nella sua seconda stagione nel CIRT il pilota undici volte campione italiano si è ritrovato a debuttare con una vettura mai provata prima d’ora in gara, la Citroen C3 R5 preparatagli dal Peletto Racing Team, ma ha dato subito prova di saper domare il mezzo e tirare fuori il potenziale dell’auto francese: ovvio che parliamo del favorito, visto che in carriera vanta pure il record di cinque vittorie al San Marino e dieci podi. Inoltre il forfait dal CIRT 2020, dopo le polemiche scatenatesi al Valtiberina, del campione uscente Stéphane Consani e del copilota Thibault de la Haye apre a lui e ai suoi diretti avversari una autostrada verso il titolo. A proposito di navigatori, Andreucci dal round di questo weekend avrà al proprio fianco Francesco Pinelli, reduce dal successo nella Coppa Rally di Zona al Ciocco e in sostituzione di Anna Andreussi, che sarà invece al fianco del suo inscindibile pilota nei round del CIR a bordo della Peugeot 208 Rally4.

Dicevamo di Campedelli, che al Valtiberina ha ottenuto sì la piazza d’onore, ma faticando non poco con la Ford Fiesta MkII R5: tra i dubbi del cesenate si è insinuato l’invito del patron di Project Team, Luigi Bruccoleri, di provare invece la Volkswagen Polo GTI R5 in luogo della vettura americana. Detto fatto ed ecco che Campedelli e la copilota Tania Canton correranno con l’auto tedesca preparata da Step Five Motorsport (che manterrà comunque la stessa livrea vista quest’anno sulla Fiesta R5).

La rappresentanza di Hyundai Rally Team Italia

Ma la start list del San Marino Rally 2020 offre molteplici spunti, come la presenza in gara di Umberto Scandola e Guido D’Amore per Hyundai Rally Team Italia, che ricomporranno con Andreucci e Campedelli il triello del CIR di qualche anno fa; sempre la squadra di Riccardo Scandola schiererà un’altra i20 R5 su cui si puntano le chance di vittoria, con a bordo la gloria locale Daniele Ceccoli e Piercarlo Capolongo: il pilota sammarinese vinse già la “sua” gara nel 2018 e conosce benissimo gli sterrati di questo appuntamento, cosa che gli tornerà utile visto che lo affronterà per la prima volta con la vettura coreana.

San Marino Rally 2020: gli altri iscritti

Al via anche Giacomo Costenaro, su Skoda Fabia R5 per l’Hawk Racing Club con Justin Bardini, ed attuale quarto classificato del CIRT 2020. Per il momento è invece sesto Nicolò Marchioro, anch’egli sulla vettura ceca e pronto per la riscossa assieme a Marco Marchetti. Presenti poi i nomi inossidabili dei nostri sterrati come Tullio Luigi Versace assieme a Cristina Caldart, sempre Fabia R5, i fratelli Massimo e Giovanni Squarcialupi su Fiesta MkII R5 e Tamara Molinaro, che con Giacomo Ciucci che passa al San Marino sulla Fiesta R5 dopo le prime due uscite stagionali su C3 R5. Ritorna poi nel CIRT Giuseppe Dettori, un veterano dei nostri rally e delle gare su terra, che correrà sulla Fabia R5 preparata da PA Racing. Si riforma poi una coppia vista l’ultima volta lo scorso anno in occasione del Nido dell’Aquila, quella composta da Francesco Fanari e Pietro Ometto, anch’essi sull’auto ceca, predisposta da Step Five. Tra le quote estere spicca poi il nome di Marquito Bulacia, che conosciamo per le sue stagioni nelle categorie di supporto del WRC: il boliviano parteciperà eccezionalmente al San Marino tre anni dopo l’ultima apparizione nel CIRT (dove ottenne tra l’altro un secondo posto al Nido dell’Aquila) e correrà con la Fabia R5 di Free Rally Service.

Nel secondo round del Tricolore Terra nella Repubblica del Titano vedremo in azione anche le vetture del Gruppo N, dove attualmente svetta Riccardo Rigo su Mitsubishi Lancer Evo IX; le Due Ruote Motrici con, tra gli altri, l’attuale secondo nella classifica di categoria nel CIRT Jacopo Trevisani, su Peugeot 208 R2B, e poi Roberto Daprà su Ford Fiesta MK8, stessa vettura per il più giovane di casa Scandola, Mattia; ancora, torna il CIR Junior con tutti i sei equipaggi impegnati quest’anno nel campionato, alla loro prima prova stagionale su sterrato dopo gli asfalti del Roma Capitale ,dove a spartirsi le vittorie in Gara 1 e 2 sono stati Andrea Mazzocchi (che rispetto ai suoi giovani avversari ha già corso al San Marino) ed Emanuele Rosso.  Infine, per il Campionato Italiano Cross Country tutti contro il veterano e pluridecorato con Suzuki Lorenzo Codecà, vincitore sula Grand Vitara T1 al precedente Valtiberina; al San Marino torna anche il Suzuki Challenge, dove al momento svetta Alfio Bordonaro, e le Side by Side dopo spicca la presenza di Amerigo Ventura sulla Yamaha 1000 YXZ.

Qui la lista completa degli iscritti nel CIRT nel secondo round di stagione, mentre qui trovate la guida con gli orari del San Marino Rally 2020.

Crediti Immagine di Copertina: ACI Sport

Tags
Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati