South Estonia Rally: dominio di Ott Tanak, ma stupisce Rovanpera

L'estone vince la gara di casa

Come da pronostico, Ott Tanak vince il South Estonia Rally, ultimo evento-test prima della ripartenza del WRC. Impressiona Kalle Rovanpera
South Estonia Rally: dominio di Ott Tanak, ma stupisce Rovanpera

L’aria di casa ha dato una bella spinta ad Ott Tanak, che vince in maniera perentoria il South Estonia Rally (noto in patria come Ralli Lõuna-Eesti), secondo appuntamento del campionato nazionale di disciplina e preso d’assalto dai team impegnati nel WRC per preparare al meglio la ripartenza di stagione, ad inizio settembre, dal Rally Estonia.

Il dominio di Ott Tanak al South Estonia Rally

Il campione del mondo rally 2019 ha dominato senza problemi la gara di otto prove speciali disputate tutte oggi, dopo la sessione di shakedown di ieri e con un programma modificato causa coronavirus. L’alfiere di Hyundai Motorsport ha riportato i migliori tempi in sette PS e con il navigatore connazionale Martin Järveoja lancia un messaggio ben preciso, sia agli avversari che ai compagni di squadra (citofonare Thierry Neuville), in vista della ripresa del WRC il 4-6 settembre dalla sua Estonia (in un appuntamento da lui vinto nelle ultime due edizioni, quando ancora non faceva parte del Mondiale): gli sterrati di casa non hanno segreti per Tanak, ed il feeling con la Hyundai i20 Coupé WRC ha dato i suoi frutti, nonostante strade con sterrati molto morbidi per via della pioggia caduta in mattinata e velocità pazzesche. «Abbiamo lavorato sulla vettura per parecchio tempo – ha commentato all’arrivo l’estone -, ora è il momento di rendere l’auto e noi stessi più efficienti. Grazie agli organizzatori per questo grande rally, l’edizione più competitiva che ci sia mai stata in Estonia». Già questa estate in un altro evento di casa, il Viru Rally, Tanak aveva concluso con una vittoria, la sua prima a bordo della i20 WRC.

La grande prestazione di Kalle Rovanpera

Se gli avversari dovranno tenerlo d’occhio nella seconda parte di stagione del campionato che sta per riaprirsi, altrettanto dovranno fare con la mina vagante Kalle Rovanpera. Il giovane pilota di Toyota Gazoo Racing è stato l’unico a vincere una PS all’infuori di Tanak e culmina il South Estonia con il secondo posto finale, a 13,7 secondi dalla vetta. «È stato un grande evento di prova, è bello essere di nuovo sulla Yaris WRC. Ovviamente sono un po’ deluso perché non siamo stati la Toyota più veloce in ogni prova speciale, ma abbiamo fatto buoni progressi con l’auto», si è espresso con il solito pragmatismo Rovanpera. In realtà il finnico, che non correva dal Rally del Messico dello scorso marzo (escludendo i vari test estivi con la squadra), è stata la rivelazione della gara dimostrando ancora una volta di avere le potenzialità del campione e del fuoriclasse – ricordiamo che questo è il suo primo anno a bordo di una World Rally Car Plus ed era al secondo appuntamento su sterrato con la vettura. Inoltre ha messo dietro di sé il compagno di squadra e sei volte campione WRC Sébastien Ogier, autore del miglior tempo nello shakedown di ieri ma terzo in gara, a 29 secondi di distacco da Tanak. E se questa è l’anteprima, non osiamo immaginare cosa potrà fare al Rally Estonia il giovane Rovanpera, che si è detto pure fiducioso per questo evento.

Gli altri piazzamenti del South Estonia Rally

Questa è stata la prima occasione dallo scorso marzo per vedere i grandi protagonisti del Mondiale lottare uno contro l’altro. C’era quindi anche Neuville, che “perde” il derby interno in Hyundai contro l’estone e si piazza al quarto posto, a 48,6 secondi da Tanak. Per il belga, forse più di altri, si è trattato di un test condotto senza caricarsi inutili rischi (forse memore dell’incidente avuto nei test di inizio estate), lottando un po’ con il set-up della vettura, in particolare con qualche modifica al differenziale, e con le note. Un approccio cauto condiviso anche con lo stesso Ogier, che oggi ha aperto le strade. Neuville però ha pagato dazio con la velocità delle PS, cosa che lo ha abbastanza sorpreso, e con un problema alla pompa dell’acqua della sua i20 nella PS6.

La top 5 del South Estonia Rally è completata da uno dei due piloti M-Sport (ma entrambi con il supporto, in questo caso, di team privati), ovvero Esapekka Lappi, che conclude sulla Ford Fiesta WRC preparata da JanPro Racing (senza gli ultimi aggiornamenti) a un minuto e quarantasei secondi dalla vetta. Anche per il finnico si è trattato del ritorno alle gare da marzo, e per il momento il giudizio è sospeso in vista del Rally Estonia. «Penso che sia stato davvero importante cercare di prendere velocità – ha spiegato a fine corsa -. In questo momento siamo abbastanza lontani, speriamo di aver trovato qualcosa che possiamo sfruttare per il WRC. Con l’auto ufficiale saremo più veloci».

Nel resto dei piazzamenti citiamo l’altra Fiesta WRC privata del quattro volte campione nazionale estone Georg Gross, al sesto posto, seguita nelle due posizioni successive dalle i20 R5 di Jari Huttunen e Nikolay Gryazin, pilota ufficiale Hyundai per il WRC2 assieme ad Ole Christian Veiby, decimo assoluto. Dodicesimo Teemu Suninen, alfiere M-Sport per l’occasione su una Fiesta R5 privata.

Evans commenta il suo incidente

Ricordiamo poi che c’è stato lo spettacolare incidente di Elfyn Evans e Scott Martin, equipaggio fortunatamente uscito illeso dalla paurosa carambola con la Toyota Yaris WRC (qui i dettagli). Il gallese ha così commentato la dinamica: «Sfortunatamente, abbiamo virato un po’ troppo presto in un punto ad alta velocità e abbiamo tagliato la curva un po’ troppo. Purtroppo c’era qualcosa nell’erba che ci ha mandato tra gli alberi. È stato un grosso incidente, che ovviamente non è l’ideale, ma stiamo bene entrambi. È stato fantastico venire qui – chiude poi il pilota -, per avere più esperienza con la vettura. Penso che abbiamo raccolto molte informazioni nonostante questo rally finito anzitempo. Non vedo l’ora di essere in Estonia».

Crediti Immagine di Copertina: Lõuna-Eesti Ralli

Leggi altri articoli in Primo Piano

Commenti chiusi

Articoli correlati